Grifone, sconfitta a Ponsacco e due rossi rimediati. Il punto della situazione

Ponsacco-Grosseto 2 a 1, amichevole del 7 agosto 2019 (immagine tratta dal sito ufficiale www.fcponsacco1920.it)

Ponsacco (Pi) Ieri sera i biancorossi sono stati battuti 2 a 1 dal Ponsacco, formazione allenata da Luigi Pagliuca (ex-Viareggio). Un match poco amichevole, come testimoniato dalle numerose ammonizioni e dalle due espulsioni comminate ai biancorossi Galligani e Pizzuto. Risultato a parte, che a breve analizzeremo, partiamo dal discorso dei due rossi rimediati dai maremmani per mano dell’arbitro Labruna di Pontedera. La domanda che ci stanno ponendo i tifosi grossetani è se tali espulsioni possano avere qualche effetto in funzione del campionato. Quesito di non facile risposta. Diciamo che essendo un arbitro Figc quello che ha diretto la gara amichevole, le due espulsioni dovrebbero contare. Tuttavia, da informazioni assunte, abbiamo saputo che in vista del campionato di solito le espulsioni nelle amichevoli vengono valutate in base alle infrazioni commesse. Ad esempio, Galligani è stato espulso per proteste, una casistica che potrebbe portare a una semplice un’ammenda, mentre il fallo a pallone lontano commesso da Pizzuto potrebbe tramutarsi in una squalifica. Dunque, se le indicazioni ricevute dovessero trovare riscontro, il Grosseto potrebbe iniziare il campionato con almeno uno squalificato. Detto ciò, passiamo ad analizzare la partita. Un test probante, contro una formazione di categoria, che nello scorso campionato ha vinto i play-off del girone e che solo una crisi societaria improvvisa ne ha ridimensionato le ambizioni. Nonostante ciò, i rossoblù, con l’aiuto di tutta Ponsacco, sono riusciti a iscriversi in D e hanno potuto giocare (e perdere) contro il Monopoli in Tim Cup (la Coppa Italia tradizionale). Insomma, un avversario vero e di livello per i biancorossi di mister Magrini, passati in vantaggio già al 10′ grazie al rigore concesso per il fallo di mano di Pelliconi e trasformato da Moscati. Penalty, va detto, originato da uno spunto di Galligani sulla fascia. Il Grifone, però, soprattutto nella prima parte della gara, ha subito un po’ troppo i ponsacchini, quest’ultimi non perfetti in fase difensiva, ma molto propositivi dal centrocampo in su. Non a caso, dopo un tentativo non andato a buon fine, al 30′ i rossoblù sono pervenuti al pareggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dal metronomo Caciagli e incornato in rete dal neo-acquisto Mezroji (appena giunto dal Livorno). Neppure il tempo di riordinare le idee da parte del Grifone che dopo pochissimi minuti è arrivato anche il gol del vantaggio rossoblù. Infatti, Tehe (in gol pure in Coppa Italia) ha raccolto una respinta corta della difesa grossetana e da fuori area ha fatto secco Barosi. Nella ripresa, invece, via ai cambi e formazioni inevitabilmente rivoluzionate. Il Grosseto ha preso il pallino del gioco, ma non è riuscito a impensierire il neo-entrato Lista e, anzi, ha rischiato di subire il terzo gol in almeno un paio di circostanze. A quel punto, sono arrivate le succitate espulsioni a complicare la prestazione biancorossa, ma, se non altro, il risultato è rimasto di 2 a 1 per il Ponsacco. Chiaramente, un piccolo passo indietro rispetto alla prestazione offerta dal Grosseto a Montevarchi, ma trattandosi di calcio d’agosto la sconfitta di ieri sera va vissuta serenamente, anche se siamo certi che mister Magrini avrà già visto cosa ha funzionato e cosa c’è da limare nella sua squadra. Adesso, però, sotto con la Colligiana (formazione d’Eccellenza), nell’amichevole che si giocherà sabato sera, 10 agosto, allo Zecchini.

5 Comments
  1. grifos 2 mesi ago
    Reply

    Premetto che non sono un disfattista, sono già abbonato ed ammiro la famiglia Ceri, detto questo questo sarà un campionato di sofferenza, la nostra appare una squadra giovanissima e leggerina per la categoria. Comunque pronti alla battaglia e forza grifo!!!!

  2. Lupo1912 2 mesi ago
    Reply

    io la penso come Grifos, non si tratta di essere disfattisti ma realisti: l’anno scorso avevamo un centrocampo stellare: Cretella, Fratini (confermati) Zagaglioni, Raito, Camilli e Luci NON confermati.
    Questi quattro partenti sono stati sostituiti da Da Pozzo e da altri giocatori under. È chiaro che in categoria superiore ci sarà da soffrire, è altrettanto chiaro come il sole di mezzogiorno che URGE rinforzare il centrocampo con almeno un elemento d’esperienza in categoria.

    • Yuri Galgani 2 mesi ago
      Reply

      L’unico vero dato attendibile è che facciamo fatica a segnare su azione (anche se creaimo molto e giochiamo abbastanza bene).
      Tuttavia, è calcio d’agosto e va preso con le molle.
      Polidori, ad esempio, assente a Ponsacco, è un difensore molto forte in grado di far coppia con Ciolli, consentendo a Magrini di spostare a centrocampo Gorelli (per aumentare esperienza, centimetri e muscoli).
      Non c’erano neppure Fratini e Pierangioli (quest’ultimo sta lavorando dopo l’operazione subita).
      Insomma, aspetterei a fare troppe considerazioni.
      Intanto, vediamo come si comporterà il Grosseto a San Giovanni in Coppa Italia.

      • Sesto 2 mesi ago
        Reply

        In effetti le prime sensazioni (che ovviamente lasciano il tempo che trovano) non sono esaltanti. Siamo proprio certi che l’organico sia rinforzato rispetto alla scorsa stagione? Io ho qualche perplessità in proposito e la cosa un pochino mi preoccupa, se è vero com’è vero che tra Eccellenza e D un salto di qualità esiste, pur trattandosi sempre di calcio assolutamente “minore”. Che dire…la prospettiva di un’annata di tribolazioni a questi livelli non è proprio il massimo. Spero, è naturale, che il mio attuale scetticismo sia smentito dai fatti e soprattutto da un paio di rinforzi coi c…i e controc…i.

  3. Lupo1912 2 mesi ago
    Reply

    Yuri, a me personalmente Gorelli a centrocampo piace, perché garantisce fisicità ed esperienza, ma se lo togliamo dalla difesa (anche impiegando Polidori) ho paura che la coperta risulti troppo corta, quindi ritengo necessario un altro acquisto a centrocampo, oppure in difesa con l’eventuale spostamento di Gorelli.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news