Fc Grosseto: una stagione iniziata male e finita peggio

Grosseto-Ponsacco: gli ospiti fuori dallo Zecchini nella vana attesa dei biancorossi

Grosseto. È finita finalmente, almeno sul campo (per quanto hanno potuto giocare), la stagione calcistica dell’Fc Grosseto.
È terminata nel modo peggiore che poteva esserci, con le squadre fuori dal “Carlo Zecchini” con la terna arbitrale che dopo aver fatto il riconoscimento e atteso i canonici quarantacinque minuti ha reso “libere” le compagini di poter andare a casa.

Tutto ciò è accaduto nella totale indifferenza di tifosi, città, stampa, istituzioni. Un dato è certo ed è innegabile: le sorti dell’Fc Grosseto interessano veramente poco a molti se non quasi a tutti.

Non è andata così in scena quella che per il campionato poteva essere la partita più “inutile” della stagione ai fini della classifica contro lo Sporting Recco anch’esso retrocesso.

Un’annata iniziata tra le polemiche di inizio luglio con le querele arrivate alla nostra testata giornalistica e che ha visto la giustizia fare il suo percorso con le relative indagini della magistratura che ci hanno scagionato in maniera totale dalle accuse a nostro carico, ma almeno tra l’interesse dei tifosi, ed è terminata nell’indifferenza totale.
A distanza di quasi due anni sembra finire qui il sogno americano che in tanti hanno cullato e che ha fatto vivere al momento solo una grande illusione.

Adesso la città pensa già a  ricostruire e non ad altro; dalla società Fc Grosseto si attendono comunicati o segnali, dato che la dirigenza ha la possibilità di iscrivere la squadra al prossimo campionato di Eccellenza regionale, dopo aver fatto fronte però a tutti gli adempimenti nei confronti di tesserati (giocatori e allenatori) come stabilito dalle norme federali.

Sarà ancora una lunga estate, come sono abituati i tifosi maremmani, ma siamo sicuri che ancora non c’è nulla di scritto sul futuro del calcio a Grosseto e serviranno risposte e certezze quanto prima.


1 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news