Giancarlo Ciarpi: “Annata positiva per il nostro calcio provinciale”

GROSSETO. Con Giancarlo Ciarpi, direttore generale della Banca della Maremma, grande appassionato di calcio e sport in generale abbiamo fatto il punto della situazione sulla stagione che si è appena conclusa.

Partiamo subito dal fare un analisi, c’è da ritenersi soddisfatti dei risultati ottenuti dalle nostre società?
<<Certamente. Finalmente le nostre squadre sono tornate a vincere nei campionati di Prima e Seconda Categoria con Roselle e Neania e sempre con i termali abbiamo portato a casa la prestigiosa Coppa Toscana. Peccato solo per il Fonteblanda, che è stata eliminato nelle semifinali play-off. Risultati importanti che fanno comunque ben sperare per il futuro>>.

Per il settore giovanile crede che siano stati fatti passi avanti?
<<Partiamo da un presupposto. La nostra grande debolezza è la mancanza di strutture ed impianti e questo è un grave handicap che ci portiamo dietro da anni. Finché non lavoreremo in tal senso sarà difficile fare meglio. Sono a conoscenza che Roselle e Saurorispescia si stanno muovendo in questa direzione, auguro loro di portare fino in fondo i loro progetti>>.

Parliamo di calciatori grossetani che stanno facendo bene in giro per l’Italia; quest’anno non possiamo citare Leonardo Blachard…
<<Gran giocatore e bravissimo ragazzo. Lo conosco dai tempi che gestivamo il settore giovanile dell’Us Grosseto. Gran fisico e soprattutto un’educazione che già da piccolo era meravigliosa. Molto rispettoso e soprattutto un professionista, mai una parola di troppo, mai una frase fuori luogo. Sono contento per i risultati ottenuti>>.

Lei ogni anno segue diverse partite. C’è un giocatore che l’ha impressionata favorevolmente?
<<Direi il numero dieci dello Staggia, Guarino. L’ho visto all’opera contro il Roselle e nonostante giocasse su un campo molto appesantito e con davanti difensori del calibro di Lupi e Franch,i ha mostrato tecnica, visione di gioco e gran fisico. Veramente interessante>>.

Tra gli allenatori invece?
<<Direi che Massimo Cavaglioni, di cui si parla poco, nell’arco degli anni ha sempre fatto un ottimo lavoro e i giocatori hanno sempre un gran ricordo di lui. Bravissima persona>>.

Ultima domanda: parliamo della Banca della Maremma e del proprio supporto allo sport grossetano, anche nel 2015 siete state molto attenti nei vostri interventi…
<<Cerchiamo di aiutare quasi tutte le società sportive e non solo nel calcio dilettantistico. Pensiamo al ciclismo, all’atletica e a molte altre discipline. Ci piace il connubio con lo sport e speriamo che possa proseguire anche nel futuro>>.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news