Il punto dopo la 28° giornata in Prima Categoria: due grossetane al comando, ora la sosta per ricaricare le pile.

Nella foto Monterisi

L’ENNESIMO CAPOVOLGIMENTO AL VERTICE..CON DUE GROSSETANE APPAIATE Il campionato più incerto e coinvolgente degli ultimi anni produce l’ennesimo capitolo di un libro che ancora, nonostante manchino solo due giornate al termine, non vede all’orizzonte la parola “FINE”. Il regno del San Quirico dura solo una settimana, con il Quercegrossa che la spunta nel big match e ripropone con forza la propria candidatura alla vittoria finale, mentre il Gracciano ritrova energia e fiducia per tentare l’ultimo colpo di coda con il successo esterno di Scarlino. Però, al momento, appaiate in vetta alla graduatoria troviamo due squadre a rappresentare la provincia di Grosseto, ovvero Argentario e Sant’Andrea. Un risultato che, seppur parziale, alla fine del girone di andata non poteva essere immaginato nemmeno dalla persona più ottimista e invece queste due formazioni, con un girone di ritorno di primissimo livello, si sono rivelate competitive e pronte a vivere un sogno chiamato “Promozione”. Le due settimane di stop del campionato serviranno a sistemare gli ultimi dettagli, ma, nonostante gli sforzi di pensare step by step, è impossibile non guardare a un’ultima giornata che sembra cucita appositamente per questa straordinaria stagione con Argentario-Sant’Andrea (e Quercegrossa-Gracciano) che chiuderanno (forse…) la stagione regolare. Con molta probabilità comunque, la terzultima giornata ha designato le cinque squadre da cui uscirà la vincitrice e le quattro partecipanti ai playoff, visto che la Fonte Belverde è ormai staccata dal resto della compagnia. Merito del Manciano che, con il trionfale rientro di Brutti dopo la squalifica, infligge un pesante 4 a 1 a De Francesco e compagni, compie un passo in avanti significativo in chiave salvezza e si prepara al meglio alla gara di mercoledì che vale letteralmente la stagione. Ma di questo parleremo in un articolo a parte. Spostandosi in zona salvezza, la prepotente ascesa della Virtus Chianciano ha ribaltato gerarchie e minato la serenità di alcune squadre: i viola, con i tre punti di Alberese (costretta ormai a giocarsi l’ultima posizione con il Bettolle) escono per la prima volta in stagione dalla zona rossa, a danno di Scarlino e Fonteblanda, i cui ko complicano notevolmente i propositi di salvezza diretta. Torrita e Amiata (al Torrenieri manca un punto) sono le prime (e sole) due squadre fuori matematicamente da ogni obiettivo: un altro grande record di questa entusiasmante stagione. Nel girone D il Massa Valpiana non fa sconti a un Donoratico a caccia di punti playoff: Monterisi, con la sua doppietta, regala i tre punti al team di Cavaglioni. Il bomber raggiunge così la doppia cifra di realizzazioni, un bottino davvero considerevole visti gli acciacchi fisici che di fatto ne hanno dimezzato la stagione.

 

 

1 Comment
  1. Italo 6 mesi ago
    Reply

    Grande cleme riposati queste settimane. Di chi è la colpa a sto giro hahahah

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news