Il Comune di Grosseto chiederà 110 mila euro a Camilli

Incotro col sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi

GROSSETO. Sarà di 110 mila euro, la cifra che il Comune di Grosseto si appresta a chiedere alla proprietà dell’US Grosseto e a Piero Camilli.

Questo è l’ammontare che il perito, come riportato dal quotidiano “Il Tirreno”, ha quantificato per i danni agli impianti dati in gestione e che sono esattamente il “Carlo Zecchini” e il “Nilo Palazzoli”.

La cifra, al netto di iva, è composta per 1.500 euro ripristino tornelli, 11.500 euro sistemazione spogliatoi di ambo le strutture, 16.000 euro per verniciature strutture in ferro, 25.000 per opere edili interne e 24.000 per le “famose” telecamere.

Ci si attende quindi la risposta di Piero Camilli che farà chiarezza sulla cosa.

6 Comments
  1. Cuginover33 3 anni ago
    Reply

    Solo nella nostra città succedono queste cose ! è tutto uno scarica barile e alla fine sapete chi pagherà? la parte sportiva della città e cioè noi tifosi perchè con questo andazzo la proprietà attuale alzerà i tacchi e ci dirà ciao ciao ,anzi bye bye ! 🙁 senza parole!

  2. Buttero 70 3 anni ago
    Reply

    Aaaahhhhhh ho capitoooo !!!….e’ un nuovo gioco…..!!! ….I fornitori bussano a Pincione, Pincione bussa al Comune e il Comune bussa a Camilli (facile che li prenda semmai…..)……. E Camilli a chi bussa…..Anzidei ????
    No via, e’ una barzelletta, come la mitica convenzione…….solo che di solito alla fine della barzelletta si ride, qui ho tanta paura che si pianga…..

  3. sportivo 3 anni ago
    Reply

    politica grossetana ridicola sfioriamo ormai il comico ma tutti a casa li mandiamo

  4. Dario 3 anni ago
    Reply

    Tanto a Giugno la società per me(giustamente) si leverà dai coglioni, e noi spariremo.
    Così avremmo vinto come città il nostro campionato, quello che volevamo, cosi la maggior parte della gente potrà finalmente dire “io l’avevo detto” …e vivremo finalmente tutti felici e contenti…con stradr libere la domenica, e stadio libero per le gare di atletica…

  5. solo Grifone 3 anni ago
    Reply

    Scusate tanto eh? ma se il Camilli non ha rispettato gli impegni di manutenzione cosa si doveva fare? Se si è portato via le anche le telecamere cosa gli dovevano dire…..bravo fai pure. Becchi e bastonati no eh per favore. Hanno fatto proprio bene a chiedergli i soldi e che sia lui a dimostrare che i soldi richiesti dal comune non sono dovuti. Quando il soggetto in questione ha comprato il Pisa, è andato subito dal sindaco a lamentarsi che non voleva pagare la gestione dell’Arena Garibaldi. La risposta è stata “Caro Camilli, qui pagava anche un certo Romeo Anconetani, figurati se non paghi te”

  6. daniele 3 anni ago
    Reply

    non possiamo assistere passivamente a questi ennesimi teatrini che saranno la fine del nostro Grosseto, possibile che non abbiamo imparato la lezione… Uniamoci e mobilitiamoci per far sentire la nostra voce a chi di competenza, prima che distruggano nuovamente tutto.. Mi sembra di capire che il comune con questa richiesta a Camilli abbia quindi volutamente o no , ammesso la straordinarietà dei lavori fatti da Pincione, visto lo stato in cui la precedente sociea aveva lasciato gli impianti.Quindi perché invece di scaricare il barile non ha liquidato quanto dovuto a Pincione cosi da poter far firmare la convenzione????????????

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news