Grosseto a San Cesareo per i tre punti

Nella foto una fase di gioco del match di andata
GROSSETO. Si comincia ad arrivare alla stretta finale di questo faticoso campionato di serie D; il Grosseto (56) farà visita al San Cesareo (27) in un match che la squadra biancorossa dovrà necessariamente vincere se non vorrà rischiare di mettere a repentaglio la conquista del secondo posto. D’altra parte è impensabile che a questo punto della stagione i giocatori non buttino sul terreno di gioco tutte le residue energie che gli sono rimaste per conseguire quello che, allo stato dei fatti, è l’ultimo obiettivo rimasto di una stagione lunga, faticosa, ma anche abbastanza deludente, almeno come risultati. La differenza di classifica, poi, dovrebbe rispecchiarsi in campo e una squadra forte (perché non ce lo dimentichiamo, secondo me il Grosseto è una squadra forte) come il Grosseto non può permettersi di perdere ulteriori punti contro una pericolante che lotta per non fare i play out.
Ma la quint’ultima giornata comincia molto presto, con l’anticipo di sabato tra Budoni (30) e Lanusei (27), incontro che vede impegnate due squadre che lottano per uscire dai play out e che mette in palio pen più dei classici tre punti per la vincente; La Viterbese (65), ormai con più di un piede in Lega Pro, riceverà il Muravera (31), squadra appena fuori dalla griglia play out, ma ancora sicuramente coinvolta per restarne fuori: la partita appare scontata e scontato sembra l’ulteriore tassello che la squadra giatto-blù si appresta a mettere in una stagione da incorniciare. Non sembra una trasferta particolarmente impegnativa quella del Rieti (58) che si appresta a giocare contro l’Ostiamare (38), squadra che dovrebbe ormai essere fuori da tutti i giochi, anche se non è ancora salva; in apparenza stesso discorso per l’Olbia (54) che affronterà la trasferta contro l’Albalonga (47), squadra che, però, vincendo potrebbe rientrare nel giro play off proprio a scapito dei sardi; altro incontro che potrebbe essere interessante è Torres (52) che riceverà la Nuorese (47) in un derby molto sentito e che, con una vittoria (è però l’unico risultato possibile) riaccenderebbe i sogni play off non solo per sè, ma, eventualmente, anche per l’Albalonga stessa avvicinando tutte le squadre in un intasamento che arriverebbe a rimescolare tutte quelle certezze che, fino a qualche settimana fa, sembravano ormai consolidate. A trarre vantaggio potrebbe essere anche l’Arzachena (50), appena fuori dalla griglia play off, che riceverà il Cynthia (26) in cerca di punti per uscire dallo spettro play out e reduce dalla sconfitta interna subita in settimana ad opera del Muravera nel recupero della 28a giornata.
Chiudono il programma della 30a giornata due incontri fondamentali per la salvezza: Castiadas (28) – Trastevere (33) dove i laziali sembravano fino a qualche settimana fa tranquillamente salvi, per ritrovarsi, invece, ancora oggi coinvolti nella lotta salvezza, che se la dovrà vedere contro una squadra che, al contrario, a metà campionato sembrava spacciata e oggi si trova nelle condizioni di lottare per la salvezza diretta; ultima partita da analizzare vedrà l’Astrea (14), che una sconfitta condannerebbe inesorabilmente alla retrocessione, affrontare il Flaminia (35), che, al contrario, una vittoria porterebbe molto vicino a quella salvezza, vero obbiettivo della squadra ad inizio campionato.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news