Seconda Categoria “F”: Massa Valpiana e San Vincenzo soffrono, ma ottengono tre punti preziosi

Grosseto. Per vincere i campionati occorre saper trarre il massimo risultato dalle partite in cui si soffre, ovvero da quelle partite in cui si rischia di perdere punti pesanti e invece si esce dal campo con l’intera posta in palio. La premessa era necessaria per ribadire che l’ultimo turno di campionato ha confermato come le due principali pretendenti alla vittoria del girone F di seconda categoria siano il Massa Valpiana e il San Vincenzo.

Entrambe hanno sofferto rispettivamente contro il Caldana e il Follonica ma alla fine l’hanno spuntata. Il Massa Valpiana ha convertito in tre punti pesantissimi la doppietta del capocannoniere Monterisi e per l’allenatore Massimo Cavaglioni è arrivata la terza vittoria consecutiva che conferma la sua squadra al vertice della classifica. Il San Vincenzo ha dato dimostrazione di sapersi districare bene anche nelle occasioni più complicate. Al cospetto della migliore prestazione stagionale del Follonica il San Vincenzo ha saputo gestire la partita con sagacia tattica vincendo di misura con il gol di Cicalini a dieci minuti dalla fine e dimostrando di avere già acquisito la mentalità vincente dell’allenatore Tiziano Di Tonno.

Si fa sotto anche il Montieri che non concede scampo al Roccastrada rifilandogli un netto e chiaro 3-0 che ponte la formazione biancoverde in piena zona playoff. La sconfitta casalinga dell’Alta Maremma contro il Riotorto ha forse posto fine alle ambizioni di primato della squadra di Ruggeri. Non tanto perché non ci sia ancora tempo per recuperare ma nella tabella di marcia per risalire la classifica la partita interna contro il Riotorto prevedeva obbligatoriamente la conquista dei tre punti. Comunque il valore di una squadra si denota dalla capacità di reazione e l’Alta Maremma è ancora in tempo per infilare una striscia positiva che possa garantire almeno l’accesso alla zona playoff.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news