La seconda giornata di campionato

di Antonio Strati
GROSSETO. Si gioca domenica prossima la seconda giornata del campionato di Lega Pro ed il Grosseto, alle ore 20,30, farà il suo debutto casalingo contro un avversario tra i più accreditati per la promozione in serie B: il Benevento. È stata una settimana movimentata quella seguita alla batosta di Pontedera; prima l’amichevole delle polemiche persa a Viterbo, poi l’esonero di mister Statuto e l’arrivo di Cuoghi, infine la chiusura delle polemiche da parte dei tifosi e la primaria importanza di sostenere la squadra, chiudendo (almeno momentaneamente) il capitolo polemiche per aprire quello, senz’altro più apprezzato, del tifo.
Dopo che per tutta l’estate, a seguito del trasferimento delle quote societarie da Piero Camilli ai figli Vincenzo e Luciano, si è discusso sul ruolo della famiglia Camilli, e dopo molte dichiarazioni indirizzate ad un certo disimpegno, le ultime vicende sembrerebbero dimostrare un ritorno di fiamma tra la proprietà, il President,e la Società ed i Tifosi, cosa che farebbe solo del bene al Grosseto Calcio e che sarebbe sintomo di una possibile svolta e ripresa della squadra in questo difficile capionato.
Il resto del programma prevede in anticipo la sfida tra Pisa e Frosinone, squadre con un passato recente in categoria superiore; altra squadra dal recentissimo passato illustre, l’Ascoli, riceverà un Barletta sconfitto a domicilio all’esordio; dopo il turno di riposo, il Gubbio comincerà il proprio campionato con il derby umbro contro il Perugia, squadra che all’esordio ha pareggiato il proprio incontro.
detto che in questo turno tocca alla Salernitana (altra nobile decaduta) il turno di riposo, il programma della seconda giornata continua con la sorpresa Pontedera (larga vincitrice contro i nostri biancorossi nel turno scorso) impegnata sul difficile campo di Pagani, mentre un’altra toscana, Il Viareggio, partito con un buon pareggio esterno, riceverà l’altra campana, la Nocerina, al centro delle polemiche con il Grosseto nell’estate del 2012; L’ultima Toscana, il Prato, partita con un buon pareggio per le ambizioni della società, riceverà un’altra società che in passato ha visto i fasti della serie A, e cioé il Catanzaro che proprio in serie A vide tra le proprie file i grossetani Borghi (proveniente proprio dalla formazione biancorossa) e Braglia, attuale allenatore della Juve Stabia; chiudono il programma di domenica un’altra nobile decaduta (a dir la verità per vicende extra campo) il Lecce, che a Via del Mare riceverà un L’Aquila che sulla carta si presenta con grandi velleità.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW