Tonelli e l’Atlante, quando la programmazione porta frutti. “Promozione costruita in casa”

L'Atlante festeggia la promozione in A2

Una promozione costruita in casa. Con una programmazione pluriennale, e con una società solida e fondata su sani principi. Dopo aver smaltito l’adrenalina per la vittoria del campionato di serie B, in casa Atlante è iniziato il momento di preparare la vera festa promozione. “Abbiamo festeggiato – ha detto Iacopo Tonelli, presidente dell’Atlante-, ma ad aprile faremo ancora una grande festa per ringraziare tutti”. Il trionfo di sabato, concomitante alla mancata vittoria del Bulls Prato, è valso il ritorno in A2. “Nel 2009 retrocedemmo dall’A2 in B – precisa Tonelli -, da quel giorno decidemmo di portare avanti un progetto a lungo termine, inserendo giovani di prospettiva e valorizzando alcuni ragazzi stranieri come Barelli e Bender, arrivati in Maremma giovanissimi, ed ora campioni. Adesso raccogliamo i frutti della programmazione. Sapevo di avere una buona squadra, non eravamo una corazzata, ma abbiamo saputo lavorare bene”. Oltre a Bender e Barelli, tanti i protagonisti del successo dell’Atlante. “Baluardi è un ’94 di Grosseto che ha giocato tutte le partite – incalza -, Barbosa e Ceccarelli sono di Follonica. Berti è capocannoniere dopo che arrivò da noi tre anni fa dalla C1, ed ora è un giocatore decisivo. Non avevamo possibilità economiche per comprare giocatori di serie A, per questo abbiamo deciso di costruire la promozione in casa”. Ed in casa i biancorossi hanno festeggiato con bottiglie di spumante nell’impianto di via Austria, ma adesso servirà una nuova struttura per far fronte alla serie A2. “Servirà un impianto diverso – ha concluso il presidente-, in via Austria non è più possibile giocare. Dobbiamo necessariamente trovare una soluzione. Chi vincerà le elezioni comunali, spero sia sensibile alla nostra situazione e prenda a cuore il nostro problema con l’impianto sportivo”.

 

1 Comment
  1. il tanche 3 anni ago
    Reply

    credo che questa società si meriti l’attenzione e il rispetto di tutti e in primis di chi governerà questa città , dando la possibilità con una struttura adeguata alla categoria che li compete , per far crescere uno sport importante, ma soprattutto dare un immagine importante in italia, visto che verranno nel nostro territorio società di città importanti

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news