Calcio Gavorrano Calcio Primo piano

Alberto Gomes: l’AG7 del Gavorrano

Gomes

Gavorrano. E ora chiamatelo AG7. Portoghese come Cristiano Ronaldo, l’Us Gavorrano si coccola il bomber Alberto Gomes, che a San Gimignano ha messo in cassaforte la partita con il gol del 2-0. Per l’attaccante nato a Bissau, in Guinea,  è stato il sesto centro di una stagione tutta in ascesa con l’arrivo a dicembre di Lamioni e Jukic. «Sono dei bravi ragazzi – dice Gomes sul tridente – il nostro affiatamento cresce partita dopo partita. Possiamo fare grandi cose insieme. Domenica scorsa potevamo fare più gol, ma abbiamo chiuso presto la gara e va bene cosi».

L’attaccante arrivato in estate dal Savona analizza anche la situazione della formazione rossoblù: «E’ un  momento importante della stagione: abbiamo messo insieme cinque risultati positivi con quattro vittorie e un pareggio. Ci siamo fermati contro il Tuttocuoio in una gara che potevamo anche vincere, ma siamo ripartiti e dobbiamo cercare di non fermarci più».

«Contro il San Gimignano – aggiunge l’attaccante portoghese – avevamo la rabbia giusta, dopo le ingiuste squalifiche rifilate ai nostri tre ragazzi. Certi giocatori come il capitano Federico Conti non si sostituiscono tanto facilmente ma dobbiamo andare avanti e fare risultati, continuare sulla strada che abbiamo intrapreso. Io credo fermamente nei playoff. La forza del gruppo? L’umiltà, la capacità di aiutarsi tra compagni durante la partita. Siamo una gran bella squadra».

Domenica prossima al Malservisi-Matteini arriva il Ponsacco, l’ex squadra di Gomes. «A Ponsacco ho vissuto una stagione splendida, ma non mi farà nessun effetto ritrovarmelo contro, anche perché l’ho già affrontato. E così dovrà fare il Gavorrano. Sono un bella formazione, ma noi dovremo guardare solo a casa nostra, fare il nostro gioco per conquistare la vittoria, senza guardare chi abbiamo davanti».

Gomes sta disputando la sua ottava stagione italiana: fu il Padova ad ingaggiarlo nel 2011, dall’ Academia Vitalaise, per rinforzare la formazione Primavera, prima di cederlo ad Aprilia. L’ottima partecipazione al mondiale under 20, dove fu compagno di squadra di Joao Mario, Andre Gomes e di Rafa Silva  (centrocampista del Benfica e del Portogallo campione d’Europa 2016) gli portò un contratto di quattro anni con il Sassuolo, che lo ha girato anche alla Pro Vercelli, dove è rimasto da luglio 2014 a gennaio 2015, collezionando una presenza in Coppa Italia con il Pescara ed uno scampolo di partita in serie B con il Brescia. AG7 ora però pensa solo al Gavorrano e a un posto tra le regine del girone E.

Redazione

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.