Albinia: una sconfitta bugiarda, i rossoblù non meritavano la battuta d’arresto

Nella foto Federico Bianchi (Albinia)

Albinia. Al “Combi”, con l’Armando Picchi, l’Albinia ha steccato perdendo 3-0. Il risultato però non fotografa assolutamente quel che è accaduto in campo, senza parlare d errori o distrazioni arbitrali. I rossoblu hanno giocato un ottimo primo tempo ma non hanno segnato. Ad inizio ripresa sono giunti due gol, uno su rigore, che hanno cambiato gli equilibri in campo. Il terzo gol, in sospetto fuori gioco, è stata la classica ciliegina, amara, sulla torta, ormai acida. Senza nulla togliere al valore della formazione livornese che merita il terzo posto in classifica.

Inoltre, non bisogna dimenticare le assenze importanti di Andrea Negrini, Lorenzini e del giovane portiere Beligni. Nonostante tutto, quindi, la squadra di Carlo Minucci, risultato ha parte, ha disputato una buona prova. C’è ancora da lavorare molto ma la salvezza diretta è alla portata dei maremmani. Domenica, ventesima di Promozione, l’Albinia affronterà in trasferta, su terreno di gioco del Brunner, il Forcoli Valdera, quinto insieme a Pro Livorno e Cascina. Incontro molto difficile, sia sul piano tecnico che su quello psicologico. Sarà sicuramente assente Andrea Negrini che deve ancora due delle tre giornate inflittegli dal giudice sportivo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW