Grosseto-Rieti: le pagelle, in pochi si salvano dal naufragio biancorosso

Galgani intervista Giacomarro alla vigilia di Virtus Flaminia-Grosseto

GROSSETO 5

GAGNO 6 – Incolpevole sul gol , svolge bene il suo compitino; praticamente mai impegnato ha rischiato il S.V.
LIBUTTI 5,5 – Grande impegno, ma alla fine non produce per quanto sa fare e non fa mai la differenza.
UNGARO 5,5 – Anche per lui stesso giudizio di Ungaro, non riesce mai ad essere decisivo.
DI GIORGIO 5 – Non avrebbe fatto neanche tanto male, ma su di lui pesa il clamoroso errore sul gol reatino che ha messo, in gioco, l’attaccante granata solo davanti al portiere nostro.
LAURIA 5,5 – Non aveva cominciato male tenendo bene in mano le redini del centrocampo arretrato e facendo ripartire bene le azioni del Grosseto; con il trascorrere dei minuti si è perso nel grigiore generale.
SCHETTINO 5 – Giornata in cui, come per il resto della squadra, la confusione l’ha fatta da padrona e lui non è stato certo l’eccezione, anche se si deve a lui il salvataggio dal secondo gol a metà ripresa; molti passaggi sbagliati, anche se l’organizzazione difensiva del Rieti ha contribuito a mettere in difficoltà i biancorossi.
LAVOPA 5 – In tante altre occasioni ha dimostrato di saper essere molto più incisivo sulla fascia, oggi è rimasto impantanato dal grigiore generale della prestazione di squadra.
VACCARO 5,5 – Anche per lui tanto impegno, ma oggi poca concretezza.
PALUMBO 6 – Forse l’unico che riesce a salvarsi; servito pochissimo e male, ha un’occasione verso la mezz’ora (anche se nata dal caso), ma la spreca tirando alto.
ZOTTI 4,5 – Dispiace dirlo, ma forse è stato il peggiore; sembra quasi che dopo l’infortunio non sia più lo stesso e non riesca ad esprimersi secondo la sua classe. Sulla sua prestazione, poi, pesa come un macigno l’errore al tiro nell’unica occasione che il Grosseto era riuscito a crearsi; uno come lui non può permettersi di sbagliare quel pallone.
DI GENNARO 5 – Anche lui servito poco e male, non riesce mai a crearsi spazi e occasioni per tirare in maniera determinante.
NAPPELLO (per Di Gennaro 57′) 5,5 – Anche lui servito poco e male dimostra più impegno e maggior dinamicità del compagno, ma alla fine non è determinante neanche lui.
PATIERNO (per Ungaro 66′) 5 – In genere chi subentra dovrebbe cambiare la partita, lui non c’è riuscito, anche se ha l’attenuante di non aver giocato tanto.
CREMONINI (per Libutti 77′) 5,5 – Ovviamente non incisivo e non decisivo, troppi pochi minuti giocati per giudicare la prestazione, ma alla fine troppo nervoso da meritarsi l’insufficienza.

GIACOMARRO 5 – La squadra scesa in campo è onestamente sembrata con poche idee da mettere in pratica; forse colpa dell’allenatore, forse colpa dei giocatori, non so, ma di sicuro alcune responsabilità gli devono essere addebitate. Speriamo abbia la giusta lucidità per far superare al Grosseto questo momento di buio assoluto.

8 Comments
  1. piede 4 anni ago
    Reply

    La colpa è del pubblico, troppa pressione vero mister?? Dopo aver dato la colpa al campo, ai palloni, alla squadra, alla mancanza di un Direttore Sportivo, oggi tra il vento e il pubblico hai ancora due alibi….

    • Buttero 70 4 anni ago
      Reply

      Non credo lo rivedremo in panchina….troppo convinto delle sue idee calcistiche per provare a cambiare qualcosina, e cosi’ e’ affondato con i suoi pupilli, Zotti in primis….comunque Schettino e’ stato il meglio, copriva e impostava, da 6,5 oggi….

  2. Sammy 4 anni ago
    Reply

    ma dove andiamo con questo Mister? Abbiamo preso 32 (trentadue) gol come il Budoni e il Sancesareo….

    • attilio regolo 4 anni ago
      Reply

      E’ vero sammy, il Rieti si sta dimostrando meritevole di vincere il girone e piu’ sqyadra della nostra pero’ noi siamo sempre terzi e proprio oggi ho letto che si potrebbe allargare il numero dei partecipanti di ogni girone ai play off. Insomma siamo tutt’altro che a rischio di andare fuori play off e alla vigilia di altri importanti scontri diretti. Sostituire l’allenatore proprio ora lo vedo un azzardo assai poco motivato e un po’ un salto nel buio.

      • ser 4 anni ago
        Reply

        Se non cambia allenatore ( è vero che è tardi ed è un salto nel buio ) sarà bene allora che Giacomarro si renda conto delle sue carenze e vada a ripetizione di tattiche difensive

        • Mazzolatore 4 anni ago
          Reply

          Tempo perso, questo non ha un minimo di elasticità, va dritto per la sua strada imperterrito anche se davanti avesse un burrone

  3. Gian 4 anni ago
    Reply

    Mi sembra che i voti siano un po’ troppo alti

    • CESARE 4 anni ago
      Reply

      io ho battuto le mani alla maglia che usciva dal campo, i ragazzi hanno dei limiti ma si sono battuti, il mister prova e riprova ma non trova la quadra, pensiamo positivo :
      – potevamo essere in Eccellenza
      – abbiamo fatto un Campionato di vertice
      – ad agosto non avevamo ………….nulla, tutto montato in pochi giorni
      – abbiamo una grande Società, che fa sognare
      – il futuro è biancorosso
      A DISPETTO DI COLUI CHE ABBIAMO AMATO E CI HA TRADITO GODENDO ALLA MORTE DELLA GLORIOSA U.S.G.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news