Connect with us

Allievi

Allievi e Giovanissimi nazionali: Grosseto da urlo

Published

on

ALLIEVI.

GROSSETO-FIORENTINA 3-1

GROSSETO: Diorio, Tostelli, Ricci, Ronani, Bernardini, Del Nero, Mancianti, Guazzini, Annunziata, Oliviero, Fastelli

FIORENTINA: Barbagli, Tofanari, Beruatto, Raffaeda, Sacconi, Baroni, Russo, Artioli, Depaola, Hacmandu, Maistro

Marcatori: 5° Oliviero, 32° Fastelli, 75° Pucillo, 82° De Paula

BRACCAGNI. Va ai Grifoncini di Pieri il derby contro la Fiorentina che si è svolto di fronte ad un folto pubblico in un campo che, nonostante il diluvio della notte, si presentava in perfetto stato grazie anche alla disponibilità della dirigenza dell’Us Braccagni.

Una bella partita che ha visto entrambe le formazioni affrontarsi a viso aperto, ma col Grosseto che ha avuto la meglio grazie alla prestazione di tutta la squadra.

Veniamo alla cronaca. Al primo affondo il Grosseto va subito in gol.

Non si fa attendere la Fiorentina che su punizione sfiora il gol.

Nella parte centrale del primo tempo la partita ristagna a centrocampo, ma al 32′ il Grosseto raddoppia con Fastelli con azione corale.

Al 36′ punizione per il Grosseto che va vicino al gol. Si va negli spogliatoi sul risultato di 2-0.

Nella ripresa la Fiorentina prova ad impensierire il Grosseto ma la difesa si disimpegna senza particolari affanni.

Dobbiamo giungere al 55′ per annotare un’azione degna di nota, con De Paula che tutto solo davanti al portiere locale tira tra le sue braccia.

Al 37′ palla gol per il nuovo entrato De Frenza, che appoggia all’altro nuovo entrato Pucillo, che non sbaglia e porta il risultato sul 3-0 per il Grosseto.

All’82’ è la Fiorentina ad andare in gol con Depaola. La partita finisce con il Grosseto in avanti e questa volta è Sonnini che spara a lato da buona posizione.

GIOVANISSIMI

Come da pronostico, il Grosseto vince contro il fanalino di coda Tuttocuoio. I biancorossi si impongono con un tris netto. 3 a 1 il risultato finale grazie alle marcature di Maliziola (doppietta per lui) e De Carolis.

Imbarazzante la sconfitta dal Gavorrano sul campo del Prato per 8 a 0. I minerari non sono mai stati in partita e il risultato del match è fin troppo eloquente.

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Advertisement
4 Comments

4 Comments

  1. Giovanni

    7 Ott 2013 at 09:25

    complimenti alle due squadre del settore giovanile dell’US GROSSETO ma guardando le formazioni carissimo Ginanneschi e rileggendo i tuoi primi articoli sulla nuova gestione del SG, vedo solo risultati positivi per le squadre formate dalla vecchia gestione con ottimi allenatori, mentre il resto di cosa e’ rimasto con l’inserimento di nuovi elementi continua a fare acqua sara’ un problema di incapacita’ o sfortuna riflettiamo insieme…………

  2. re artù

    7 Ott 2013 at 15:51

    anche io facio i complimenti per le due ottime vittorie,però vorrei sapere, ma solo per curiosità,se le altre formazioni sono di pari età.

  3. Luca Ginanneschi

    7 Ott 2013 at 16:09

    Buongiorno Giovanni, premesso che non si tratta di un mio articolo, sono comunque andato, per scrupolo, a rileggere gli articoli del settore giovanile del Grosseto. Ho riletto anche i post di commento a interventi di vari lettori, ma non trovo riferimento a quello da te sostenuto, circa le valutazioni da me fatte, sulla composizione delle squadre. Ma in uno spirito corretto di confronto, sono comunque a risponderti. Le valutazioni che ho fatto allora, mi sento di poterle ripetere anche adesso con estrema tranquillità. Se la proprietà ha ritenuto opportuno chiudere un rapporto ed organizzare in maniera diversa il lavoro del settore giovanile, ha sicuramente valutato anche i risultati ed il lavoro svolto. Questo non vuol dire che io asserisca che i gruppi o i ragazzi aggregati in precedenza non sia stati all’altezza o che i tecnici che hanno lavorato a quel progetto e non siano persone serie e preparate che abbiano lavorato al meglio.
    In particolar modo, riguardo alle rose, molti dei ragazzi sono rimasti con il Grosseto che non ha avuto problemi a confermarli. Ma saprai anche che altri hanno fatto strade diverse e si sono ricollocati in altre società, regionali e provinciali. Questo mi sembra un dato di fatto, non un giudizio. Questo vuol dire soltanto una cosa, per come la vedo io, che i risultati spesso nel calcio come nella vita, sono condizionati da fattori, che non sempre coincidono, nei tempi, con i nostri desideri. Soprattutto quando si parla di ragazzi, che in questo periodo (12-18 anni) si ritrovano a fare cambiamenti importanti sul piano fisico, mentale e caratteriale. Percorso lungo, difficile e soprattutto incerto nel risultato definitivo.
    Tanti partono “campioni” a 12 anni, per scomparire nel tempo, altri che a 12 sono atleti normali, ma con il tempo esplodono e diventano buoni giocatori. In sostanza, le componenti per un lavoro che dia successo è lungo e mai scontato. Poi, come spesso nella vita capita, c’è anche chi raccoglie il merito sul lavoro svolto da altri. Fortuna? Forse. Tuttavia, consentimi una considerazione: tu mi dici che i risultati buoni del nuovo settore giovanile sono merito del lavoro fatto da chi c’era prima, mentre dove questi non arrivano, le responsabilità, sono della nuova gestione che ha inserito nuovi elementi. Non ti sembra una valutazione troppo di comodo e soprattutto opinabile? Sembra che chi perde è perché a quelli buoni dello scorso anno si sono aggiunti altri che sono scadenti. Beh, questa sì che mi sembra una considerazione ingenerosa. In fondo, dopo tre giornate, potrebbe essere presto per dare un giudizio definitivo; anche la proprietà ha fatto il cambio dopo un triennio, pertanto diamo a chi si occupa oggi del settore giovanile almeno un periodo adeguato per poter essere valutato.
    La Primavera lo scorso anno ha raccolto pochino, gli Allievi idem, meglio i Giovanissimi con Meacci, che è il responsabile tecnico del nuovo corso. Come vedi non torna molto quello che dici. Grazie comunque per il tuo contributo.

    Saluti.

    Luca

    P.S. Una domanda: ma in quanti siete a scrivere dallo stesso ufficio? 😉

  4. gigi 52

    7 Ott 2013 at 19:30

    ciao luca,le rose delle tre squadre,cioè BERRETTI,ALLIEVI,GIOVANISSIMI,sono in larghissima parte quelle dell’anno passato,ma mentre per allievi e giovanissimi sono stati presi degli allenatori,penso alla loro prima esperienza,con una ottima carriera calcistica tra squadre professionistiche di serie A,B,C,e di questo bisogna dare atto a SONNINI dell’ottima scelta,devo dire che per la BERRETTI questo non è stato fatto ,secondo me,perchè esperienza zero,poi dove ha allenato ha ottenuto scarsissimi risultati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi