Atletica Grosseto: 14 medaglie per i Master ai Campionati Italiani di Cassino

Alessio Donnini festeggia il suo titolo italiano master M40 nel lancio del disco

GROSSETO. Un weekend da leoni per gli “over 35” dell’Atletica Grosseto Banca della Maremma, che tornano con 14 medaglie dai campionati italiani master su pista di Cassino e superano nettamente il buon risultato della scorsa edizione, quando i biancorossi conquistarono 8 piazzamenti sul podio. Stavolta arrivano sei metalli in più, con un bilancio complessivo di 4 ori, 7 argenti e 3 bronzi.

Il primo oro è stato quello di Alessio Donnini nel lancio del disco M40. Il lanciatore dell’Atletica Grosseto Banca della Maremma ha così confermato il titolo conquistato un anno fa, trionfando con la misura di 44.70 con più di otto metri di vantaggio nei confronti del messinese Francesco Longo, secondo con 35.12. Ancora un successo per l’intramontabile biancorosso, che nella scorsa stagione si è messo al collo anche l’argento europeo di categoria. Il 42enne grossetano si piazza invece quarto nel getto del peso, a mezzo metro dal bronzo con 12.42. Il bis è arrivato da Maurizio Finelli che festeggia il suo primo titolo italiano sugli 800 metri M35 con il tempo di 2’01”25, dopo aver sfiorato il successo nella rassegna tricolore indoor (argento nei 400 e bronzo negli 800 durante la stagione invernale). Due ori dalle staffette 4×400 femminili: sul gradino più alto salgono i quartetti F35, con Stefania Coppi, Sara Ferroglia, Chiara Gallorini, Antonella Ottobrino in 4’44”76, e poi F50 con Valentina Spano, Silvana Benedetti, Elena Cianchi, Cristina Betti in 5’35”95. Sette gli argenti al collo degli atleti maremmani, con la santostefanese Silvana Benedetti protagonista di un’ottima gara negli 800 F55 chiusa in un notevole 2’50”54 a suon di record personale, confermando che può essere questa la sua specialità nelle prossime manifestazioni, anche in campo internazionale. In tanti si migliorano, come il castiglionese Renato Goretti secondo sugli 800 M65 in 2’46”12 che segue il bronzo nei 400 con 1’09”57. Per lui adesso c’è il sogno di partecipare ai Mondiali di Lione nella staffetta azzurra e non solo a livello individuale. Brillano i marciatori: sui 5000 metriargento in rimonta di Ernesto Croci (M40) con 25’39”26 e di Gennaro De Lello (M35) in 25’48”66, ma anche al femminile per Barbara Segreto (F40), in grado di demolire il personale con 30’32”73, e Simona Palandri (F35) seconda in 32’42”19 davanti a Olivia Nappi che si mette al collo il bronzo con 37’15”75 al suo rientro agonistico dopo tanti anni di assenza. Le tre donne biancorosse, allenate da Roberto De Rosa, ottengono in questo modo il secondo posto provvisorio nella classifica del campionato italiano master di marcia per società, mentre gli uomini sono quarti. Tornando alle 4×400 metri, argento maschile M60 con Elvio Civilini, Paolo Pellegrini, Renato Goretti, Aurelio De Maio in 4’51”29, invece si aggiudica il bronzo la formazione M40 con Giampiero Colanera, Giuseppe Acampa, Marco Gaggioli, Maurizio Finelli in 4’14”55. Tutte a medaglia quindi le staffette biancorosse schierate al via. Nell’ultima giornata in evidenza anche di Emilio Malagisi, quinto negli 800 SM65 in 3’17”83, e stessa posizione per Elena Cianchi sugli 800 SF60 con 3’14”19. Sui 200 M45 conclude al 21° posto Giuseppe Acampa in 26”33 (-1.9).

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW