Le interviste di Grosseto-Lecce (0-1). Camilli: “Ci hanno fatto un furto. Nel Lecce gente intercettata che ha venduto le partite”

Nella foto Piero Camilli

Grosseto. Ecco le dichiarazioni rilasciate al termine di Grosseto-Lecce. Ai microfoni di Gs ha parlato prima di tutti Camilli, seguito, poi, dal mister leccese Franco Lerda e da quello biancorosso, Leonardo Acori. Infine, per il Lecce è stato il turno di Diniz e di Zigoni (il match-winner).

Camilli (patron del Grosseto): <<C’era l’Ufficio Inchieste. Il calcio è un bel gioco, ma viene rovinato dagli uomini. Purtroppo, oggi ci hanno mandato un arbitro scarso. Ci ha negato un rigore colossale e ha ammonito a senso unico. Siamo una piccola realtà. A questi, invece, li stanno spingendo in B domenica dopo domenica. È sotto gli occhi di tutti quello che è successo oggi. Se il Lecce deve andare in B, allora il livello è scarso. A noi oggi hanno fatto un furto. Il Lecce è composto da gente che ha venduto le partite. Gente intercettata. Sono qui per fare bene. A gennaio sono intervenuto per fare bene e rinforzare la squadra. Ora, però, voglio che i ragazzi vincano le tre partire rimaste, dopodiché vedremo cosa accadrà. Comunque, se il Lecce è una squadra che deve andare in B, allora qualcosa non quadra>>.

Lerda (allenatore del Lecce): <<Nel primo tempo il Grosseto ci ha messo in grossa difficoltà. Merito loro e demerito nostro. Abbiamo iniziato male e loro hanno preso coraggio. Se fossero andati in vantaggio non ci sarebbe stato nulla da dire. Seconda parte del primo tempo, però, più equilibrata. Nel secondo tempo, anche grazie al vento a favore, siamo partiti meglio noi. La superiorità numerica, poi, ci ha aiutato e, una volta passati in vantaggio, abbiamo rischiato di raddoppiare. Vincere qui, contro una delle migliori formazioni del campionato, è stato importante. Bravi noi, ma onore al Grosseto>>.

Acori (allenatore del Grosseto): <<Grande delusione, perché i ragazzi hanno fatto un primo tempo spettacolare. Nel secondo tempo, col vento contrario, abbiamo fatto un po’ di fatica. In ogni caso, la seconda ammonizione a Formiconi mi è sembrata eccessiva. Rimanere in inferiorità numerica ci ha condizionato e ha aiutato loro, che passati in vantaggio hanno cercato di far circolare la palla. Era molto che non vedevo giocare una squadra così. Se non fossimo rimasti in dieci avremmo potuto forzare ancora i ritmi. L’uscita di Formiconi, invece, mi ha costretto a stravolgere i piani tattici, adattando Esposito a terzino destro. Dobbiamo pensare a noi stessi. Andremo a Viareggio per vincere. Dobbiamo vincere le tre partite rimaste perché credo che a 49 punti ci sarà ancora la possibilità di entrare nei play-off>>.

Diniz (giocatore del Lecce): <<Siamo partiti male. I padroni di casa ci hanno creato apprensione, ma è normale. Abbiamo rischiato nei primi 15’-20’ minuti, ma poi ci siamo assestati. Oggi eravamo corti e attenti. Siamo stati il vero Lecce, quello che tutti vogliono vedere. Nel secondo tempo non c’è stata partita e abbiamo messo in difficoltà il Grosseto. Ora arriva la partita più importante della stagione, quella col Frosinone. Entreremo in campo solo per vincere. Vinciamo e poi vedremo che accadrà alla fine>>.

Zigoni (attaccante del Lecce): <<Il gol per un attaccante è tutto. Sono stato un mese fermo e ho saltato tre partite. Ho sfruttato al meglio la palla che mi è arrivata. Col Frosinone vedremo che accadrà. Ho sbagliato il raddoppio e abbiamo mancato altre occasioni. Abbiamo sofferto un po’ verso la fine, ma è andato tutto bene. Un gol da tre punti che vale doppio, proprio per la partita che ci apprestiamo a vivere. Col Frosinone abbiamo un conto aperto dopo la partita dell’andata. Vedremo poi a Pisa cosa accadrà. Io ci credo. Facciamo 6 punti e vedremo. Certo, non dipende solo da noi, ma dobbiamo crederci>>.

5 Comments
  1. Max 5 anni ago
    Reply

    Camilli.. quest’uomo è preoccupante. Mente sapendo di mentire e lo fa in maniera spudorata. Nessun furto, il Grosseto ha fatto una grande prima metà di primo tempo ed è calato già nella seconda metà. Probabilmente non ha dosato le forze perché nel secondo i giocatori erano completamente cotti. Le ammonizioni ci stavano tutte e rigori non ce n’erano, ne’ quello reclamato dal Grosseto (simulazione evidente) ne’ quello reclamato dal Lecce (braccio a protezione del volto).

    • simone 5 anni ago
      Reply

      Ma cosa stai a dì…Formiconi ha fatto due mezzi falli e si è preso due gialli, il Lecce ha tirato calci tutta la partita e ha preso due gialli a partita quasi finita..Abruzzese tira giù con il braccio Marotta a trequarti niente giallo, cinque minuti dopo Formiconi fallo simile ma decisamente meno evidente secondo giallo e rosso…con i soldi che avete speso dovreste essere straprimi invece stan facendo di tutto per farvi giocare i playoff dalla posizione più alta possibile

  2. Roki 5 anni ago
    Reply

    Il Grosseto il primo tempo ha dominato la partita anche se ha avuto l’arbitro che ha fischiato a senso unico a favore del Lecce confermato poi dall’esplosione del difensore dando vantaggio al Lecce per farlo vincere …..questo è il calcio marcio

  3. Christian 5 anni ago
    Reply

    e chi è il lecce che addirittura si farebbe aiutare dagli arbitri per salire in B? dove sta la gente marcia che dice il vs presidente? da noi non ci sono mele marce, a partire dalla presidenza fino all’ultimo panchinaro. voi invece ne avete una decina e parlate pure. prendetevela con il vostro presidente che oltre a parlare male e a mettere in cattiva luce le altre società e tutto il sistema calcio con tali affermazioni, gestisce male i propri sforzi mandando in fumo le possibilitá di successo della vostra squadra. sai quanti errori arbitrali hanno fatto gli arbitri a nostro svantaggio? le avete viste per intero tutte le altre partite del lecce? non credo proprio.
    rosicare fa male alla salute e ai tifosi. mandatelo via sto buzzicone

  4. tifoso 5 anni ago
    Reply

    Ma questa foto, anche poco carina, è l’unica che avete del presidente Camilli?

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news