Baseball: Grosseto completa la doppietta, Jolly Roger contento a metà

Non c’è stata storia in garadue tra Enegan Grosseto e Rams Viterbo a causa del grande divario tecnico presente tra le Due squadre: a vincere, come da pronostico, è stato il team di Minozzi che ha chiuso la partita al settimo inning con un netto successo per 14-2.

Dopo una ripresa di studio, al secondo inning Bischeri e compagni hanno iniziato a demolire l’avversario: Giovannini ha aperto le danze ricevendo la base gratis,Grilli è stato colpito, Marano ha lasciato passare Quattro ball, poi Andrea De Santis ha battuto un bel doppio, imitato da Santaniello e Santolupo che hanno battuto una valida ciascuno. La battuta di Gary Ermini è stata poco fortunata: l’interno è giunto salvo in prima ma, sull’azione, Santolupo è stato eliminato in seconda base. Sgnaolin è andato in prima gratis, poi Bischeri ha battuto una volata di sacrificio e Giovannini ha incocciato una valida interna. Al termine di questo attacco, sul campo di battaglia si sono contati ben Sei punti conquistati dai biancorossi.

Di fatto la partita non ha avuto più storia, anche se al cambio di campo il Viterbo ha siglato un punto: al terzo inning l’Enegan Grosseto ha portato altre Due gocce nel proprio mare facendo lievitare il punteggio ad 8-1; al quinto inning Ermini si è sacrificato con una volata portando a casa Andrea De Santis e la base gratuita concessa a Bischeri è valsa il 10-1.

A questo punto, si è trattato soltanto di attendere il colpo di grazia che è arrivato una ripresa più tardi con i Quattro punti che hanno fissato il punteggio sul 14-2. Dopo tempo immemore, a Grosseto si è riassaporato il dolce gusto della doppietta davanti ad una buona cornice di pubblico che ha applaudito la squadra ed ha incoraggiato tutti i giocatori, senza distinzione alcuna tra veterani e giovani speranze all’esordio.

Una vittoria ed una sconfitta, invece, per il Jolly Roger impegnato a Sesto Fiorentino contro il Padule. In garauno i ragazzi di Paolo Rullo non sono partiti bene ed hanno subito Tre punti al primo inning grazie ad una serie di imprecisioni difensive che sono state pagate a caro prezzo. Dopo aver accorciato al terzo grazie al singolo di Del Mecio che ha spinto a casa Riccucci, al cambio di campo la situazione si è fatta nuovamente fosca per Funzione e soci: Gozzini ha battuto valido ed è stato spinto a casa dal doppio di “Bimbo” Bindi, a sua volta poi a punto grazie ad un lancio pazzo. Anche Luminio ha poi completato il giro delle basi, grazie alla valida dell’esperto Simone Neri.

Al quarto inning Mega ha preso il posto di Dario Funzione sul monte castiglionese, ma i fiorentini hanno messo a segno un ulteriore punto prima di siglarne ben Sei traquinto e sesto attacco. La partita, ormai indirizzata su binari poco piacevoli per i maremmani, si è conclusa al settimo inning con il successo del Padule per 13-2.

In garadue è giunto il pronto riscatto castiglionese con una bella vittoria (4-3) al decimo inning. Nel corso del primo attacco i ragazzi di Rullo hanno realizzato Tre punti, ma i padroni di casa hanno reagito accorciando subito 3-1. L’attacco del Jolly Roger non ha saputo più produrre punti e la squadra allenata da Alessandro Bianchi ne ha approfittato per portarsi sul 3-2 al quarto e pareggiare all’ottavo inning. A sbloccare l’impasse è bastato un solo extrainning: al decimo, infatti, il Jolly Roger è riuscito a trovare il break decisivo conquistando il meritato successo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news