Fc Grosseto, club ricco e ambizioso. Basta illazioni!

Il principe Alwaleed (a sinistra) con Pincione

Grosseto Qualcuno in città ha la memoria corta. Non noi però, che eravamo presenti il 4 settembre 2015 nella Sala del Consiglio del Comune di Grosseto, unica testata invitata insieme a La Nazione. Una data importante, perché è venuto in visita il principe Khaled bin Alwaleed Alsaud, membro della famiglia reale saudita, amico personale del presidente Pincione. In tale occasione, il principe è stato chiarissimo e ha detto di essere <<Very excited>>, molto eccitato di far parte del progetto riguardante l’Fc Grosseto, augurandosi che tale investimento produca risultati positivi in pochi anni. Chi pensa che stiamo scherzando è pregato di riguardare l’articolo e il video di quel giorno e capirà che è tutto vero.

https://www.grossetosport.com/2015/09/05/gs-video-al-waleed-a-grosseto-il-principe-eccitato-per-questa-avventura-investimento-per-un-grosseto-forte/

Un uomo così potente e ricco non è venuto a Grosseto tanto per passare l’aria. In alternativa, guardatevi tutti il seguente filmato (His Royal Highness Prince Khaled bin Alwaleed Alsaud), diciamo da 1′ e 49” a 8′ e 10” e capirete meglio di chi e cosa stiamo parlando.

https://youtu.be/bW0twiMNT2M

Dunque, una cosa deve essere chiara: il Football Club Grosseto magari non vincerà il campionato, ma è una società decisamente ricca e ambiziosa. Le potenzialità economiche di chi è dentro la Grosseto Group, proprietaria al 100% del club biancorosso, sono sconfinate. Quindi, inutile che qualcuno, col chiaro intento di destabilizzare l’ambiente del Football Club Grosseto, vada dicendo che Pincione e soci non hanno un euro, che non pagano, che bluffano, che andranno via se il Grifone non vincerà il campionato, eccetera, eccetera, perché non è così. La società biancorossa ci ha confermato di pagare regolarmente gli stipendi, anzi in anticipo (il 15 di ogni mese), di saldare a sessanta giorni le fatture commerciali e di essere fermamente intenzionata a vincere il campionato per tornare così in Lega Pro e iniziare la scalata al calcio che conta. Qui a bluffare sono altri: persone che non amano fino in fondo i colori biancorossi, soggetti rimasti legati a un passato che non c’è più, pseudo-tifosi che prospettano un futuro che non ci sarà. Il presente, piaccia o non piaccia, si chiama Football Club Grosseto e, vedrete, si chiamerà così anche il futuro del calcio biancorosso, a patto, però, che come piazza non vengano ripetuti gli errori del passato.

16 Comments
  1. Mazzolatore 4 anni ago
    Reply

    Bravo Yuri, concordo in pieno, via i corvi dallo stadio!

    • attilio regolo 4 anni ago
      Reply

      Concordo in pieno Mazzolatore! E chissa’ perche’ i corvi rispuntano e svolazzano sempre alla vigilia di partite importanti per il futuro dell’FC Grosseto. E’ evidente che sono telepilotati da lontano per disorientare la tifoseria locale da parte di chi vede come il diavolo vede l’Acqua Santa la sola possibilita’ che una societa’ calcistica che aveva oltre 100 anni di storia possa riprendersi alla grande dopo un volontario e cinico tentativo di annientamento.

      • attilio regolo 4 anni ago
        Reply

        E comunque, bando ai cattivi pensieri! Questa deve essere una giornata di battaglia e di vittoria! Mia cara Rieti, massimo rispetto per te, ma se tu sei definita come l'”Ombelico d’Italia” noi siamo il Grosseto, il cuore pulsante della Maremma Tirrenica e non puoi avere scampo!

  2. Fabio 4 anni ago
    Reply

    Bravo Yuri, purtroppo Grosseto è così per tutte le cose, sappiamo criticare, ma non “costruire”. In special modo Vs qualcuno che viene di fuori. Lamentarsi è il migliore sport cittadino.
    Spero solo che il Presidente non si curi di questo e tiri dritto!

    FORZA GRIFONE E FORZA PRESIDENTE!

    • Yuri Galgani 4 anni ago
      Reply

      La mia idea è che se tireremo troppo la corda, poi questa si romperà per sempre.
      Non so se sono stato chiaro…

  3. torrisi 4 anni ago
    Reply

    che sia ricca, forte e ambiziosa mi interessa il giusto, se non vince il campionato! Comunque Pincione ha sempre detto questo da inizio stagione!

  4. Giulio 4 anni ago
    Reply

    Rimborsi sempre pagati senza un giorno di ritardo.A Cesare ciò che è di Cesare.

    • Yuri Galgani 4 anni ago
      Reply

      Sei un grandissimo! 😉

  5. Marcovaldo 4 anni ago
    Reply

    Mi fa molto piacere leggere la vostra netta presa di posizione. Non se ne può più veramente di questi corvi.

  6. Michele 4 anni ago
    Reply

    Sono un po’ basito leggendo persone che ricordo nitidamente criticare aspramente la precedente gestione, arrivando anche talora agli insulti personali verso il vecchio proprietario, inalberarsi e protestare perchè qualcuno “osa” muovere qualche appunto a quella attuale. Personalmente apprezzo la società di oggi come ho apprezzato quella di ieri, perchè ho sempre tifato il Grifone, non il/i proprietari. Se poi, dopo aver proclamato e ribadito infinite volte che questo campionato DEVE essere vinto, questa vittoria non arriva, qualche mugugno è non solo inevitabile, ma del tutto opportuno.

    • Yuri Galgani 4 anni ago
      Reply

      Critiche costruttive e certi tipi di mugugni sempre doverosi.
      Non penso che Pincione e il suo entourage si offendano perché uno muove loro delle critiche motivate e giustificate.
      La situazione che abbiamo raccontato noi di Gs, invece, vuole evidenziare altro, come lo stillicidio di notizie sempre e solo negative legate al Grosseto e a questa proprietà.
      Da fuori qualcuno può non percepire la portata della cosa, ma ti garantisco che ricevo personalmente quattro o cinque telefonate ogni giorno sul suddetto argomento. Sempre la solita solfa: “Sai, questi non pagano i giocatori! Non hanno un euro. Vedrai che a settembre (diventato ottobre, poi novembre, dopo ancora dicembre, poi gennaio per arrivare a oggi, ndr) questi lasciano…”.
      A chi giova tutto ciò?
      Personalmente, vorrei poter parlare solo dell’aspetto sportivo.
      Se un fornitore viene pagato subito, a sessanta giorni o quando è a me non interessa.
      Questi sono aspetti gestionali che dovrebbero riguardare solo il club biancorosso.
      Al contrario, sono diventati persino più importanti dell’aspetto tecnico-tattico e del risultato in campo.

      • Michele 4 anni ago
        Reply

        Ah, di ciò non avevo idea. Lo trovo fuori dal mondo, anche perché nessuno, credo, può fare i conti in tasca a Pincione e ai suoi soci.
        Ho creduto che tu ti riferissi a qualche critica che ho letto, e per la verità ho proposto ancg’io, relativa all’andirivieni di dirigenti, al mercato invernale, ai rapporti tra presidente e allenatore, alla effettiva adeguatezza di quest’ultimo.
        Sul resto non ho mai messo bocca, sono anzi convinto che la Grosseto Group, se volesse, potrebbe comprare tutta quanta la città… problemi di soldi non ce ne sono, semmai mi preoccupa se, e soprattutto come, vorranno andare avanti se quest’annata non andrà come tante volte hanno detto che deve andare. Ciao.

  7. ser 4 anni ago
    Reply

    Anche io sono convinto che a forza di mettere in giro queste voci si finisca con lo sdegnare chi si è impegnato a salvarci. Certo che sarò ultrafelice se vinceremo il Campionato ma non mi dimentico che ad Agosto non esistevamo più e quindi il solo fatto che a Grosseto ci sia ancora il calcio è già una vittoria. Forse qualcuno invece era contento se morivamo così da dare ragione a chi ben sappiamo?

  8. MaremmanoDoc 4 anni ago
    Reply

    Grande Yuri…bella presa di posizione….che dovrebbero avere tutti quelli che seguono il Grosseto.
    Altrimenti tutte le volte si fa i “soliti” grossetani (scritto apposta con la g minuscola).
    Con lo scetticismo, le critiche, le chiacchiere e pessimismo si va da poche parti.
    Questi video dovrebbero farvi capire che cosa abbiamo fra le mani.
    Ma forse Piero c’aveva visto giusto qui a Grosseto.
    C’è una mandria di pecoroni pronti a stare nel proprio pratino recintato.
    Beh, allora cari pecoroni andate da “babbo”, che qui ci s’ha voglia di sogna!.
    Visto che sognare non costa nulla…
    Forza Grifone! alla faccia di tutti i gufi…e capre!

    • Yuri Galgani 4 anni ago
      Reply

      Maremmano,
      credimi, qui non è una questione di “nostalgici” o meno, sembra più una buona dose di autolesionismo.
      Sono certo che se uno è un tifoso del Grifone lo sia a prescindere dalla proprietà e su tanti sostenitori biancorossi che conosco metterei la mano sul fuoco per quello che riguarda il loro senso di appartenenza.
      Se hai notato, ho concluso parlando di “piazza” in senso generale, perché le illazioni e il chiacchiericcio secondo me provengono da fuori, ma poi hanno trovato terreno fertile in città, magari grazie anche a certi risultati sul campo o a determinate situazioni fuori dal rettangolo verde.

  9. Grifo65 4 anni ago
    Reply

    Bravo Yuri! Il problema è che anche oggi abbiamo perso! Inutile ripetere come un disco rotto che il presidente vuole vincere questo campionato! Così non è! E non diciamo che siamo partiti in ritardo perchè il Rieti è partito peggio di noi! O no? Proprio perchè c’è tanta disponibilità economica andava fatta per questo campionato una squadra ammazza campionato. Proprio per tornare da subito nel calcio che conta è per dare una gioia a questi tifosi che sono anni che mangiano fango!
    Aggiungo che era doppiamente importante anche per la presenza dell’ex presidente biancorosso!!!!
    Sono amareggiato! Lo posso dire? I soldi servono per spenderli! Inutile averli e vedere gli altri che trionfano!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news