Calcio Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Il Grosseto esce dalla Coppa – Simone Ceri attende risposte dal sindaco

Paganico. I biancorossi di mister MIANO escono dalla Coppa Italia nella gara di semifinale contro il Montignoso sul campo di Paganico, grazie ad un gol messo a segno all’11° da LAZZARINI con un tiro angolato dai 25 metri all’incrocio dei pali e sul quale NUNZIATINI nulla ha potuto. Nei restanti 80 minuti il Grosseto non è riuscito nemmeno a bilanciare il risultato per potersi poi giocare i supplementari alla pari. Il Grosseto aveva dalla sua solo un risultato, cioè la vittoria, ma ha giocato per tutto il primo tempo e per oltre metà della ripresa con una sola punta centrale, ANDREOTTI, ben controllato e murato dal suo rispettivo marcatore. Nel finale il Grosseto ha avuto la ghiotta occasione per impattare il risultato ma prima ANDREOTTI e poi MOLINARI da pochi passi a porta sguarnita non sono riusciti a dare la zampata di rito per pareggiare la gara e giocarsela tutta nei supplementari. Mister GASSANI, allenatore del Montignoso ha elogiato i suoi ragazzi per la bella prestazione in una gara preparata a dovere ,consapevoli di avere davanti una grande squadra di rango capolista nel campionato. Mister  MIANO molto amareggiato per essere uscito dalla Coppa e di non avere nulla da rimproverare ai suoi ragazzi che non ce l’hanno fatta. Unico appunto per MIANO di essere stati poco attivi dentro l’area e nelle conclusioni. Pubblico molto deluso da questo risultato e dalla prestazione della squadra che ai più non è piaciuta sia per l’approccio alla gara che per la prestazione in generale. Alcuni sportivi in tribuna hanno dato sfogo alla delusione sostenendo che alla fin fine l’unico sinora a conquistare un trofeo è stato Gigi CONSONNI nello scorso campionato conquistando la Coppa Italia regionale a Firenze. Abbiamo cercato di estrapolare un commento sulla gara da Simone CERI che si è limitato a dire che è stata a suo parere la più brutta gara disputata dal Grosseto ma ha tenuto anche e ribadire, che sta sempre aspettando la risposta del sindaco VIVARELLI COLONNA o quanto meno la convocazione richiesta. Questo lo sfogo a latere della gara di Simone CERI che ha lasciato il campo di Paganico al triplice fischio della partita. Nel frattempo i biancorossi hanno disputato la seconda gara fuori da Grosseto e quindi in “trasferta” con ulteriori sacrifici per la Società e per i tifosi.

Pino Pisicchio

Giornalista pubblicista dal 1995. Segue il calcio dilettantistico maremmano dal 1986, già addetto stampa della ex Polisportiva Alberese.
Ha collaborato con Il Tirreno, La Nazione, Il Corriere di Maremma, Radio Grifo, Teletirreno, Telemaremma e Tv9.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Una prestazione horror, sconcertante e inquietante, che costringe già a fare i conti con un obiettivo stagionale fallito e non mi riferisco alla Coppa in sé (che rappresenta ben poco) ma alla possibilità di salire in D a prescindere dall’esito del campionato, che, mettiamocelo bene in testa, non è affatto scontato, specie alla luce di questa fase involutiva di gioco e risultati: due sconfitte su quattro gare non rappresentano forse una crisi, ma destano perplessità e preoccupazioni a iosa.
    Detto ciò, forse mi sono perso qualcosa o non sono stato attento…ma cosa c’entra il sindaco? Se si tratta di una risposta alla lettera aperta di alcuni giorni fa, okay, ma altrimenti cosa dovrebbe/potrebbe fare?

  • Speriamo che non sia una involuzione di risultati dal momento che il gioco non ha mai esaltato. Ma quei tifosi abbonati che due anni fa non hanno potuto vedere le partite per uno stadio chiuso?

  • Eccolo il gufo Max….nn ti si vedeva da tanto tempo….e alla sconfitta eccolo fuori…ridicolo..!!
    Ma poi la coppa non interessa va a nessuno e ora che siamo fuori è una.figura.di merda??? Ma dai…..

  • Carrarese 27
    Arezzo 25
    Pontedera 20
    Pisa 19
    Fiorentina,Lucchese,ROBUR 18
    Empoli 13
    Pistoiese 11
    Livorno 6

  • Premesso che uscire dalla coppa perché sconfitti dal Montignoso, che la maggior parte di noi non sa bene nemmeno dove sia, rappresenta una figura di m****, visto che te sei il Grosseto. Detto questo, caro Sesto fossi in te non mi preoccuperei del gioco o dei risultati del campo, ma dei segnali che provengono dalla società. Se tanto mi da tanto a giugno risaremo alle solite.

  • Io credo che stiamo facendo un gran campionato e che qualche passo falso ci possa stare…. oggi è stato uno dei pochi episodi negativi dall’inizio del campionato.
    Quella che sinceramente non capisco è la società, infatti che senso ha questo attacco al sindaco… mi sembra che il primo cittadino abbia fatto anche troppo per il Grosseto calcio, a discapito degli altri sport cittadini.
    Se la società non ha le risorse non può certo pensare che il Comune la aiuti con soldi pubblici… inoltre se fosse vero (come si vocifera) che il Comune si è fatto da “garante” nel mutuo stipulato per la costruzione del centro sportivo di Roselle, riterrei quanto sopra un “gran favore” alla società e un modo discutibile di amministrare i nostri soldi.
    Ma non era meglio per tutti proseguire con il progetto Roselle ?

    • I passi falsi sarebbero ordinaria amministrazione in serie B o C, a questi livelli invece sono assai difficili digerire, specie quando sembrano indicare un’ evidente involuzione sia nel gioco che nei risultati, cosa che può costare in men che si dica la testa della classifica con tutte le conseguenze. Detto ciò, quello che proprio non va – e di cui non si sentiva la mancanza – sono i dissidi tra società e Comune, che sembrano una costante per il calcio grossetano. Io francamente ho difficoltà a capire quale sia il nocciolo della questione: che sia auspicabile uno spirito collaborativo e costruttivo da parte delle istituzioni è fuori discussione, ma da che mondo è mondo nel calcio i risultati (a qualunque livello) si raggiungono grazie a privati che si mettono in gioco con soldi ed energie…e allora?