Calcio Prima Categoria

Il punto dopo la 7° giornata in Prima Categoria: domenica favorevole ad Alberese e Argentario

Nella foto Vincenzo Legler, allenatore dell'Argentario

NUOVO CAMBIO IN VETTA, GROSSETANE A CORRENTE ALTERNATA La settima giornata di Prima Categoria ridà il primato al Quercegrossa, che cala il poker in rimonta contro l’Amiata e approfitta del pareggio interno del Gracciano con la Virtus Chianciano: al momento, sembra restringersi a queste due formazioni la lotta per la prima posizione. Il calo improvviso dello Scarlino (due ko consecutivi) affievolisce lo scintillante avvio di stagione dei ragazzi di Romagnoli: di contro, torna prepotentemente alla ribalta l’Alberese che, dopo l’ottobre nero, può guardare con fiducia al prosieguo del campionato con un De Carolis che è un vero e proprio lusso per la categoria. Ottimi segnali arrivano anche dall’Argentario, che ottiene un risultato pesante in quel di Manciano: se i biancoazzurri faranno il salto di qualità anche in trasferta, si potrà guardare a qualcosa di più ambizioso di una semplice salvezza. Masticano amaro, invece, Manciano e Fonteblanda che subiscono la prima sconfitta stagionale, per di più tra le mura amiche: i neroverdi si fanno sorprendere dal Pianella che risolve la pratica con la doppietta dell’ex Torrenieri Mucci. Secondo pareggio consecutivo per il Sant’Andrea, nello scontro salvezza con il Bettolle: un punto importante per Anichini e compagni, maturato in doppia inferiorità numerica. E proprio sulle ultime prestazioni del fantasista si punta a risollevare una classifica ancora ampiamente recuperabile. Nel girone D, primo pareggio per il Massa Valpiana, che acciuffa nei minuti di recupero il 2 a 2 in casa del San Miniato: il team di Cavaglioni continua a veleggiare in zona di tranquillità.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.