Da Pozzo a Gs: “Aspettavo il Grosseto. Siamo una squadra giovane, ma cercheremo di fare più punti possibili”

Grosseto Abbiamo raggiunto uno dei nuovi acquisti biancorossi, Leonardo Da Pozzo, classe 1998, svincolatosi la settimana scorsa dalla San Marco Avenza, forte e duttile centrocampista dai piedi raffinati e dal gran movimento. Uno che ha voluto fortemente vestire la maglia unionista.

Allora, Leonardo, da ieri sei ufficialmente biancorosso. Che sensazioni stai provando?
<<Sono contento, mi pare ovvio. Era quello che stavo aspettando da tempo>>.

Dopo esserti svincolato dalla San Marco Avenza hai temuto che la tanto attesa telefonata del Grosseto potesse non arrivare più?
<<Eh, sì, meno male che il mio passaggio in biancorosso si è concretizzato, ma la paura è stata tanta. D’altronde, avevo fatto la bocca a diventare un giocatore del Grosseto, ma i giorni passavano e non sentivo nessuno. Alla fine, però, c’è stata la chiamata del club maremmano e da lì è stato tutto velocissimo>>.

Cosa ti ha convinto a venire a Grosseto?
<<Grosseto è Grosseto, è una piazza che a questi livelli non si può rifiutare. Sicuramente mi ha aiutato la San Marco che mi ha svincolato, anzi, approfitto dell’intervista per ringraziare Turi. Pensa, quando mi è arrivata la prima chiamata da Grosseto, Turi era sempre mister della San Marco, ma mi ha detto subito: <<Vai!>>. Credimi, il mister è una gran bella persona>>.

Chi conosci tra i tuoi nuovi compagni?
<<Conosco bene Giani, perché abbiamo passato insieme cinque anni con la maglia dell’Empoli. Per il resto, con tanti ho giocato contro, ma non li conosco personalmente>>.

Chi è Da Pozzo a livello calcistico e nella vita di tutti i giorni?
<<Come giocatore sono dotato tecnicamente e posso contare su una buona corsa. Sono anche animato dalla voglia di arrivare. Ho giocato dai sei ai nove anni nella Sarzanese, poi sono passato all’Empoli fino a sedici anni, dopodiché sono andato alla San Marco, club col quale ho chiuso la recente stagione di Eccellenza. Come ruoli sono un centrocampista. Posso giocare davanti alla difesa o come “braccetto” di centrocampo. Nella vita di tutti i giorni, invece, mi reputo una persona comune. Amo stare in compagnia e fare nuove amicizie. Amo anche uscire con i compagni quando si può mangiare fuori e fare le cene di squadra>>.

Che campionato ti aspetti possa disputare il Grosseto?
<<Dal Grosseto mi aspetto un campionato all’altezza del suo blasone. Siamo una squadra abbastanza giovane, ma con tanta voglia di fare. Insomma, cercheremo di fare più punti possibili>>.

Vuoi salutare i tuoi nuovi tifosi?
<<Certo! Mando loro un grande saluto. Credimi, non vedo l’ora che inizi la stagione per esultare tutti insieme. Forza Grifone!>>.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news