Coppa Bruno Passalacqua, 2° quarto di finale: la Nuova fa, disfa e poi passa ai rigori, Atletico Grosseto out

Atletico Grosseto – Nuova Grosseto: 4-5 d.c.r. (34’pt e 1’st Maiorano; 44′ Ferrini; 49’st Franci)

Atletico Grosseto: Michele Bromo, Diocou (dal 9’st Fuschi), Franci, Betti, Giorgi, Tronchi (C), Barzagli (dall’11st Keita), Kellner (dal 17’stt Vitali), Mirko Bromo (dal 1’st Ferrini), Fommei (dal 1’st Yildiran), Tozzi. A disposizione: Allegro, Cava. All: Riitano. 

Nuova Grosseto: Temperani, Baldanzi (dal 43’st Quadalti), Amorfini (C), Pallucca (dal 29’st Topada), Magini, Ferraro, Angelino, Biancalani, Maiorano (dal 35’st Aprilini), Bojinov, Martini (dal 14’st Brasini). A disposizione: Trombetta, Demi, Vecchi, Camerlengo, Calzolani. All: Leone. 

Recupero 90 minuti: 0′ – 5′ + 1′ Recupero 30 minuti supplementari: 0′ – 2′ 
Ammoniti: Tronchi e Ferrini (A) Angoli: 6-8
Sequenza rigori: 
Betti fuori (A); Magini traversa (N); Tozzi gol (A); Angelino gol (N); Fuschi parato (A); Bojinov gol (N); Yildiran gol (A); Ferraro gol (N); Ferrini parato (A). 

Grosseto. Si è consumato, si è concluso anche il secondo quarto di finale della 44^ Coppa Bruno Passalacqua ed è stata una della partite più belle delle recenti edizioni del torneo. La Nuova ha avuto la meglio dell’Atletico Grosseto solo ai calci di rigore dove la dea bendata ha premiato la formazione di mister Leone dopo che per tutto l’arco della gara le aveva voltato le spalle in molte circostanze. 
Parte bene la Nuova Grosseto di mister Leone che spinge subito forte sull’acceleratore e al 6′ va alla conclusione con Martini con il numero 11 che si era destreggiato molto bene in area ma il suo destro è stato respinto in angolo da Michele Bromo attento e reattivo fin da subito. La prima occasione per l’Atletico giunge al 15′ quando Barzagli ben imbeccato da Kellner prova il destro ad incrociare con Temperani che respinge e per poco la Nuova non si fa gol da sola quando sulla ribattuta del portiere con un difensore la sfera stava per depositarsi in rete. Sul calcio d’angolo susseguente, Diocou gioca corto per Mirko Bromo il quale gli restituisce la sfera, Diocou prova il tiro ma viene rimpallato, la sfera giunge sui perdi di Bromo che prova il sinistro verso la porta e trova sulla linea dello specchio difeso da Temperani Kellner che tutto solo da pochi passi manda clamorosamente alto sopra la traversa. E’ il miglior momento dell’Atletico che dopo un avvio così così si rende pericoloso nuovamente con Barzagli che conclude di poco alto dopo un’ottima girata al limite dell’area. Dopo questa azione si entra in una fase di stallo con le due formazioni che dopo le folate iniziali si rinchiudono e aspettano la mossa degli avversari. La mossa vincente la effettua la Nuova quando lancia bene Amorfini sulla destra, il capitano controlla splendidamente in corsa ed entra in area arrivando sul fondo e mettendo a rimorchio il pallone per Maiorano il quale con un destro secco e preciso brucia Michele Bromo sul primo palo. Al 43′ è lo stesso Maiorano ad andare vicino al raddoppio quando lascia partire un destro forte e preciso dai 28 metri ma il suo tentativo si infrange sulla traversa. La fortuna sembra non essere dalla parte della Nuova che due minuti dopo coglie anche un palo sul sviluppi di un calcio di punizione ben calciato da Angelino ma il tiro numero 7 viene deviato da un uomo in barriera e sbatte sul palo. Si chiude 1-0 in favore dei rossoblù dunque il primo tempo dove le due squadre si sono affrontate a viso aperto. 
La ripresa inizia con lo stesso copione della prima frazione con la Nuova che dopo appena 50 secondi trova il gol del raddoppio: Martini di testa serve in area Maiorano il quale, scattato sul filo del fuorigioco, calcia con il destro, Bromo respinge il pallone che però si impenna e dopo un rimbalzo si deposita in rete facendo esplodere di gioia Maiorano e compagni e rompendo la suspence dell’attesa della ricaduta del pallone. D’ora in poi è un dominio rossoblù con i giocatori in maglia granata che sembrano aver accusato eccome il colpo del 2-0 e che non riescono a creare troppi grattacapi a Temperani. Al 5′ ci prova Bojinov che al termine di un bel dribbling sulla sinistra a convergere verso l’interno prova il tiro a giro con il destro ma la sua conclusione si stampa nuovamente sulla traversa. Al 21′ non è proprio serata per il numero 10 rossoblù quando da una punizione ben calciata il pallone rimbalza nuovamente sulla traversa per poi tornare in campo (3ª traversa e 4° legno in totale in 60 minuti di gioco). Sembra non avere le forze di reagire l’Atletico con mister Riitano che rivoluziona completamente la squadra effettuando tutte e 5 le sostituzioni prima dei 20 minuti di gioco della ripresa. Sembra però potersi chiudere sul 2-0 in favore della Nuova questa gara perché Temperani, estremo difensore della Nuova, in questi secondi 45 minuti non ha assolutamente compiuto nessun intervento decisivo. Al 40′ però, a pochi istanti da termine, Keita va via bene in area di rigore e viene steso da Baldanzi, dal dischetto si presenta Betti che è pronto a riaccendere il finale per i suoi ma il numero 4 granata sbaglia clamorosamente spedendo al lato il pallone vanificando il tutto e gettando alle ortiche una possibile rimonta. Qualunque squadra avrebbe definitivamente gettato la spugna, ma non l’Atletico Grosseto che ha la forza di rialzarsi al 44′ quando da una rimessa laterale scagliata in area di rigore da Tronchi, Ferrini controlla bene e da posizione defilata ed impossibile lascia partire una bordata di destro che fredda Temperani sul primo palo. 1-2 a 1 minuto al termine con l’arbitro che concede 5 minuti di extra time. Ci crede ora l’Atletico Grosseto che spinge e porta tutti gli effettivi nella metà campo avversaria e al 48′ giunge al clamoroso pareggio: rimessa laterale di Tronchi dalla sinistra direttamente in area di rigore, la difesa della Nuova allontana il pallone al limite dell’area dove arriva Franci che si coordina perfettamente e con un destro al volo magnifico scaglia il pallone in fondo al sacco. E’ 2-2 al 94′ di gioco con la Nuova Grosseto che ha subito due reti in 5 minuti nel finale dopo una partita, almeno nel secondo tempo, dominata. Questo risultato vuol dire supplementari dove le sorprese, non sono affatto mancante.
I supplementari si aprono subito con un paio di occasioni per la Nuova Grosseto entrambe con Aprilini: prima il numero 17 coglie la traversa da distanza ravvicinata ma è tutto fermo per posizione irregolare; poi Aprilini troverebbe il gol ben imbeccato in area ma nuovamente, il numero 17 è pescato in off-side. Succede poco nel primo tempo supplementare con le emozioni che tornano presenti nei secondi 15 minuti quando dopo appena 1 minuto la Nuova Grosseto si conquista un calcio di rigore dopo che Vitali ha sgambettato Aprilini sulla sinistra, dal dischetto va Amorfini ma il numero 3 della Nuova si fa ipnotizzare da Michele Bromo che si tuffa sulla sua sinistra e mette in angolo il pallone salvando il risultato e dando la possibilità ai suoi compagni di giocarsela ai rigori. La lotteria di rigori però premia la Nuova Grosseto che la spunta per 2-3, fatali gli errori di Betti (rigore identico a quello dei 90 minuti), Fuschi e Ferrini con questi ultimi due che hanno trovato sulla loro strada un super Temperani che ha respinto entrambe le conclusioni regalando con un tiro di anticipo la semifinale ai suoi compagni. Viene eliminato l’Atletico Grosseto che comunque ha disputato un signor torneo sorprendendo tutti, me compreso. Nuova Grosseto che dunque vola in semifinale dove la attende il Gavorrano di mister Cacitti sabato 9 Giugno alle ore 21:15. 

Appuntamento a domani sera con Grosseto – Braccagni per il terzo quarto di finale del torneo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news