Connect with us

Calcio

Acque agitate in casa Ascoli. Scritte ironiche a mister Petrone e comunicato della squadra

Published

on

Ascoli Piceno. Ai tifosi ascolani, sempre vicini al Picchio (nel bene e nel male), non va proprio giù: la loro squadra, fino a poco tempo fa destinata a vincere il campionato per distacco, ora è seconda, a ben 5 punti dal Teramo, sorprendente battistrada. C’è da capirli. Un anno fa, sull’orlo del fallimento, non sono retrocessi solo perché l’ultimo campionato di Prima Divisione non prevedeva retrocessioni, altrimenti si sarebbero dovuti giocare la permanenza in categoria attraverso i play-out. Tuttavia, durante la predetta stagione c’è stato il salvataggio del club da parte di Francesco Bellini, ricco italo-canadese (in realtà, italianissimo, visto che è nato e cresciuto proprio ad Ascoli), il quale ha portato entusiasmo e progetti in una piazza di grandi tradizioni calcistiche, ma già rassegnata al fallimento. Con Bellini è subito cambiato tutto, ovviamente in meglio. Ristrutturazione societaria e grandi ambizioni, prima fra tutte il ritorno in B fin dal presente campionato di Lega Pro. Per farlo, il presidente ascolano ha voluto alla guida della squadra l’emergente Petrone, mister che ha fatto grandi cose a Bassano. Arrivati, poi, tanti giocatori importanti: Berrettoni, Altinier, Lanni, Mengoni, Perez, Grassi (a gennaio), Mori, Pelagatti, Carpani, ecc. Insomma, in casa bianconera non si è badato a spese, proprio nella speranza di avere meno concorrenza possibile da parte di club come Pisa, Spal e Reggiana, quelli che, ad inizio stagione, sembravano rappresentare i possibili avversari in chiave promozione. Tutto sommato, il piano di vittoria del Picchio ha funzionato alla grande, almeno fino a qualche settimana fa, quando il rendimento dei bianconeri marchigiani è crollato. Infatti, negli ultimi 5 turni di campionato l’Ascoli ha collezionato 4 pareggi e 1 sconfitta, proprio mentre il Teramo ha ottenuto 4 vittorie e 1 pareggio, effettuando il sorpasso in testa alla classifica. Per questo, la tifoseria ascolana, preoccupata di perdere il treno per la B, è entrata a gamba tesa verso la squadra e sono state lanciate anche monetine all’indirizzo dei giocatori dopo la sconfitta di Forlì. Il club, tramite il dg Lovato, ha stigmatizzato l’accaduto e ha cercato di ricompattare l’ambiente e la partita con il Pro Piacenza avrebbe potuto rappresentare un nuovo inizio, ma così non è stato, perché il Picchio ha steccato il match interno, pareggiando 1 a 1 contro i piacentini, passati addirittura in vantaggio col grossetano Matteassi, capitano dei rossoneri emiliani. Dunque, in questi giorni l’ambiente ascolano ha continuato ad essere caldo e, come riportato dai colleghi del Corriereadriatico.it, sono comparse scritte (per fortuna) ironiche sotto casa dell’allenatore bianconero, come quella che recita: <<Grazie, Petrone>>. Tuttavia, i giocatori ascolani, consci del momento particolare che stanno vivendo, anche per scusarsi nei confronti dei propri tifosi, hanno voluto rilasciare un comunicato ufficiale che vi riportiamo integralmente.

<<Siamo consapevoli del fatto che le prestazioni che abbiamo fornito ultimamente hanno tolto l’entusiasmo a molte persone, forse troppe parole e pochi fatti hanno sfiduciato la gente; ma oggi più che mai ci mettiamo la faccia per dire che ci crediamo e che l’obiettivo di tutti noi, dal primo all’ultimo, a partire dal Presidente Bellini, dalla Società fino allo staff tecnico e a noi calciatori, è di arrivare alla gara col Teramo per giocarci la Serie B diretta. Anche se molti, noi compresi, avremmo voluto un finale di campionato più sereno, garantiamo che un finale al cardiopalma non ci fa paura. Ora parleremo con i fatti, non molleremo mai e daremo tutto fino all’ultimo minuto. Sappiamo che mancano cinque battaglie e c’è bisogno di guerrieri, di gente che lotta col coltello fra i denti su ogni pallone. Tutti noi ci crediamo. Pensiamo che un’assunzione di responsabilità sia la promessa più importante che possiamo fare>>.

Si tratta di un’assunzione di responsabilità piuttosto rara nel mondo professionistico, pertanto degna di nota. A questo comunicato, poi, è seguita l’esortazione di Bellini alla squadra: <<Siete artefici del vostro destino>> (fonte Corriereadriatico.it). Insomma, attenzione, perché l’Ascoli che verrà a giocare sabato 11 aprile allo Zecchini sarà forse ancora in crisi e privo di qualche elemento importante, ma tremendamente voglioso di riscatto, visto che perdere in Maremma significherebbe mettere a rischio anche il secondo posto e, forse, addirittura il terzo, considerato che Reggiana (con una partita da recuperare) e L’Aquila sono lì in agguato. Purtroppo, però, è difficile dire anche quale Grosseto accoglierà i bianconeri, poiché se ci dovessimo basare sulla pessima prestazione di Santarcangelo ci sarebbe da essere molto preoccupati. Insomma, da domani, Pasquetta, inizierà una settimana di passione su entrambe le sponde, che si concluderà solo col match di sabato prossimo, una partita che avrà valori diametralmente opposti, ma ugualmente importanti.

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

Advertisement
8 Comments
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

8 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Auguri ragazzi ….se volete vi faccio parlare con un “vecchio” esponente di settembre nero, gruppo ultras storico di Ascoli…

Ti scrivo su whattsapp di Grosseto Sport…. FB ce l ho aziendale…

Ok….
Una curiosità ….sabato prossimo si giocherà
x la Lega Pro Grosseto-Ascoli;
x il campionato Berretti Ascoli-Grosseto.

un esponente di settembre nero? di sicuro viene a pranzo al korakane’

Speriamo che le acque dell’Ascoli siano ancora più agitate dopo la partita di sabato con il Grosseto…

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

8
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x