Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Schoon Molinari rimane al Grosseto

Il presidente unionista Simone Ceri e Schoon Molinari, detto il Cobra, si abbracciano dopo il gol vittoria del gioiellino biancorosso

Grosseto. Schoon Molinari rimane al Grosseto. Così durante la trasmissione “Il lunedì del Grifone” scrive il padre del giocatore che mette fine ad una serie di voci che volevano l’attaccante biancorosso lontano dalla squadra della sua città.

Fabio Lombardi

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Io credo che per i moduli attuati fin qui da Mister Miano, l’unico che non aveva una collocazione ben precisa era proprio Pirone, sprecato da esterno in un attacco a 3 e poco di movimento in un attacco a 2 ,dove il mister lo vede dietro a Molinari.
    È vero che l’anno scorso giocava in coppia con Andreotti ma la Cuoio faceva un gioco completamente diverso da quello del Grosseto, dove si predilige giocatori di movimento attorno alla Punta.
    Cmq sia grazie per quello che ha dato fin qui, per la grinta messa in campo e un in bocca al lupo per la sua carriera.
    Yury cosa ne pensi?

    • Dico quello che ho espresso ieri sera in trasmissione.
      Pirone è un signor giocatore ed è stato voluto fortemente dal Grosseto.
      Allo stesso modo, è stata la società a decidere di non proseguire il rapporto, chiaramente perché non soddisfatta in toto dal rendimento del giocatore.
      Il tipo di gioco effettuato da Miano e anche l’impiego del giocatore fuori dal suo ruolo (che comunque ha sempre agito con grande impegno) hanno portato a questa decisione.
      Dispiace per il ragazzo, che ha saputo solo dopo gli allenamenti di ieri (con una telefonata) la decisione presa dal club, ma la società unionista ha tutto il diritto di fare le scelte che vuole.
      Tra l’altro, se il Grosseto ha fatto questa scelta, significa che ha ponderato proprio tutto.
      I giocatori passano, il Grifone resta. 😉

      • D’accordo, è pacifico che la dirigenza é libera di fare quello che ritiene più opportuno, ma privarsi di un elemento comunque quotatissimo per la categoria, quando non siamo ancora a metà campionato, appare una scelta incomprensibile, specie se non sarà rimpiazzato da un giocatore almeno altrettanto valido. Oltretutto l’allontanamento di Pirone giunge in un momento in cui, malgrado il primato solitario, la squadra non sembra attraversare una fase particolarmente proficua sul piano del gioco e dei risultati (4 punti in 3 partite).

  • Visto che il nostro mercato era stato improntato a togliere i migliori giocatori alle inseguitrici..vedi Camilli a San GImignano e Andreotti e Pirone alla CUoio……ora mi aspetto che andiamo a prendere Sciapi dal Fucecchio….😀😀😀