Calcio Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Gagliardo Grosseto batte il Castelfiorentino 2-1

Zagaglioni al tiro davanti a Lisi

Grosseto. Un Grosseto che ha tenuto il campo anche se il risultato appare alquanto avaro nei confronti dei biancorossi in una partita dominata ma che a tratti ha dato qualche sofferenza tenuto conto che il Castelfiorentino non era venuto in maremma a fare una passeggiata. La squadra di Mister GIGLIOLI non aveva mai perso in trasferta e contro il Grosseto ha subito la prima sconfitta fuori casa. I ragazzi di Mister MIANO hanno dato dimostrazione, se ce n’era bisogno, di essere una squadra di rango per questa categoria, se si tiene anche conto delle importanti assenze di ANDREOTTI, RAITO e CRETELLA. Nei primi minuti di gioco i biancorossi hanno dato l’impressione di fare boccone pieno degli avversari andando in vantaggio al 15 con ZAGAGLIONI ma gli ospiti non stanno a guardare e reagiscono con veemenza pareggiando con un imparabile tiro angolato di sinistro a fil di palo di FOSSATI che approfittava di un errore difensivo dei biancorossi. Ma una magistrale incornata di GORELLI che sfruttava un calcio d’angolo metteva in chiaro che il Grosseto voleva fare sua questa difficile partita per tenere sempre la testa della classifica. Il Direttore di gara graziava molto vistosamente TRAPASSI e sorvolava su un secondo giallo allo stesso giocatore, già ammonito in precedenza con conseguenti proteste. Un CAMILLI veramente scatenato, insieme a PIRONE, ZAGAGLIONI, PIERANGIOLI e FRATINI non hanno fatto rimpiangere gli assenti con una prestazione veramente encomiabile. Per la cronaca il Grosseto poteva arrotondare ancor di piu il bottino ma sia la troppa foga e la bravura del portiere ospite LISI non hanno permesso di concretizzare almeno quattro limpide palle goal. Mister MIANO, capo pattuglia di questa squadra ancora imbattuta e capoclassifica, ha elogiato i suoi anche se in questa gara avrebbero meritato di più per quanto hanno costruito. Mister GIGLIOLI dal canto suo ha evidenziato che il Grosseto ha meritato la vittoria e poteva anche arrotondare il bottino, anche se il Castelfiorentino ha commesso alcuni errori. Il Presidente e Patron Mario CERI ha evidenziato che il Grosseto opera su due fronti: Campionato e Coppa Italia ma si deve cercare di chiudere prima le partite per evitare affanni e ritorni di fiamma degli avversari. Mario CERI si è lamentato per la mancata seconda ammonizione a FOSSATI del Castelnuovo che avrebbe lasciato la squadra ospite in inferiorità numerica. La stessa valutazione del Presidente è stata espressa dal D.S. Egidio BICCHIERAI che ha tenuto a precisrare di avere giocato per alcuni anni nel Castelfiorentino. Ancora una nota stonata l’assenza di sportivi allo stadio in una città di ottantamila abitanti che non riesce ad appassionare al calcio della propria città neanche un migliaio di persone, tenendo presente che la squadra è prima in classifica e unica imbattuta nel girone. Ora il Grosseto è atteso dal turno di Coppa Italia contro il Montecatini, Mercoledi 7 Novembre alle ore 18 allo Stadio Zecchini, nella speranza di una partecipazione più numerosa.

Pino Pisicchio

Giornalista pubblicista dal 1995. Segue il calcio dilettantistico maremmano dal 1986, già addetto stampa della ex Polisportiva Alberese.
Ha collaborato con Il Tirreno, La Nazione, Il Corriere di Maremma, Radio Grifo, Teletirreno, Telemaremma e Tv9.

1 Comment

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Dissolti nel nulla..sono settimane ormai che non si vedono più e sinceramente inizio ad essere preoccupato..eppure erano ovunque..
    Dalla domenica sera sgomitavano per lasciare commenti, dispensare consigli che arrivavano al destinatario più come palate di me**a che come amichevoli suggerimenti.
    La certezza è che torneranno e non per dirvi che siete stati bravi.
    Perché tutto è scontato, tutto è dovuto a queste persone che quasi sicuramente nn hanno la minima idea di cosa sia il calcio vissuto dall’interno, che non hanno mai messo piede in uno spogliatoio se non quello del Camp Nou quando sono andati in vacanza a Barcellona.
    Al primo passo falso torneranno armati di pale e letame.

    Ma NOI, noi siamo più forti di quelle parole. Le parole che fortunatamente possono essere spazzate via dai fatti.

    Serve lucidità per tenere a fuoco l’obbiettivo…cuore, sangue agl’occhi e bava alla bocca per raggiungerlo.

    Forza ragazzi, avanti così.