Nieto: “Vogliamo lottare per le posizioni medio-alte della classifica”

Nella foto Nieto al tiro

Albinia. Francesco Nieto, dopo un anno passato alla corte del presidente Ceri, è tornato nelle file dell’Albinia.
Il bomber di Porto Ercole torna in rossoblù dopo una stagione stupenda in Eccellenza, dove ha messo a segno 25 reti in campionato.
Quest’anno il ritorno, previsto da qualcuno ma non sicuro, nella squadra del sodalizio presieduto da Cristiano Vettori, che quindi ha sorpreso solo in parte l’ambiente calcistico maremmano.

<<È stata una scelta personale, ponderata, giunta soprattutto per motivi di lavoro. L’impegno in Eccellenza con l’Us Grosseto (ex Roselle) mi sembrava molto complicato ed allora ho preso la decisione di tornare in questa squadra  a cui mi sento molto legato>>.

Quest’anno il campionato sembra essere particolarmente difficile, perché le squadre partecipanti si sono rafforzate molto.
<<Sì sarà un torneo lungo nel quale affronteremo formazioni di alto livello. Comunque, anche la nostra compagine è di ottimo livello>>.

Qual è il tuo obiettivo e quello della squadra?
<<Il mio è quello di cercare di dare il massimo e aiutare quanto posso la squadra del nostro tecnico Michele Cinelli. L’obiettivo del gruppo è quello di disputare un buon campionato e lottare per le posizioni medio alte della classifica, senza ripetere le sofferenze della scorsa stagione. Dicono che siamo tra i favoriti, ma noi cercheremo solo di seguire la nostra strada e dare il massimo durante tutto l’arco della stagione>>.

È stato l’anno dei ritorni…
<<Sì, sono molti i giocatori tornati in rossoblù. Ci conosciamo bene e questo è sicuramente un fattore molto positivo che può aiutarci molto>>.

Sembra quindi che la stagione della società albiniese sia partita nel modo migliore possibile, con ambizioni non celate, ma sempre mantenendo i piedi per terra, esattamente come il modo di porsi e di pensare di un attaccante del livello di Nieto.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news