Il punto dopo la 23° giornata in Prima Categoria: pochi gol, orgoglio Alberese

Nella foto Minteh dell'Alberese (dal sito Nuovagrosseto.it). Suo il gol decisivo nella trasferta di Bettolle

GOL CON IL CONTAGOCCE, MA CAMPIONATO PIU’ CHE MAI APERTO Nella giornata in cui si è segnato finora di meno nel girone F di Prima Categoria (dieci gol in totale, con nessuna squadra che ha segnato due o più gol), il messaggio è sempre lo stesso: tutti i verdetti saranno da definire fino alle ultime battute di stagione. “Colpa” del Gracciano, che anche in questo turno, ha fallito un’ottima occasione per allungare: non è la prima volta che il team di Calà Campana stecca tra le mura amiche (era già successo a cavallo della fine dell’andata e inizio ritorno), e così le inseguitrici, invece di parare il colpo, rosicchiano addirittura punti importanti riportandosi a contatto. Al secondo posto c’è ora la Fonte Belverde, che di misura piega il Torrita, ma anche Sant’Andrea e Argentario, con due pareggi su campi difficili, limano un punto dalla vetta. Il team di Legler scivola sì momentaneamente fuori dalla zona playoff, ma uscire indenni da Quercegrossa (con un gol nel finale ancora di Cedroni, che si dimostra ancora una volta letale in “zona Cesarini”) conferma la solidità e lo spirito di reazione della squadra con meno ko in stagione. Per i biancocelesti di Tommasi, con diverse assenze tra infortuni e squalifiche, un punto tutto sommato da accettare in casa del Fonteblanda, con Giallini che sta cercando di sopperire al meglio all’emergenza nel reparto offensivo. Pareggio anche per il Manciano contro una big come il Torrenieri, che chiude una settimana super positiva, ma anche molto dispendiosa per i biancorossi: il mese di marzo dovrà servire per portarsi in acque sicure e preparare al meglio il grande appuntamento del 10 aprile. Un punto anche per lo Scarlino, con Cinelli che allunga la sua striscia positiva contro la diretta concorrente Amiata, ma la copertina di giornata la merita l’Alberese, che sbanca Bettolle con un ruggito da squadra che non vuole mollare un centimetro nella lotta salvezza. I bianconeri, che ottengono la seconda vittoria della gestione Cardarelli, scalano una posizione e scavano un solco significativo con l’ultima piazza. Infine, volgendo l’occhio al girone D, Massa Valpiana corsaro a Buti, con i tre punti timbrati nel finale da Martelloni. Una vittoria che sancisce praticamente la permanenza in categoria (quattordici punti di margine sul quint’ultimo posto con sette giornate da disputare), un risultato importante per le tempistiche con cui è maturato. I ragazzi di Cavaglioni posso così proseguire senza ansie e senza affanni il resto dell’annata, magari provando a dare anche l’ultimo assalto a traguardi prestigiosi.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news