L’Olbia supera in rimonta il Gavorrano: 2-1

fasi finali di Gavorrano-Olbia

GAVORRANO (3-4-2-1): Salvalaggio, Matteo, Salvadori (29’ st Mugelli), Bruni (1’ st Tissone); Malotti (15’ st Gemignani), Cretella, Conti, Ropolo; Lombardi, Mosti (21’ st Brega); Moscati (Marianeschi). A disposizione: Mazzini, Zaccaria, Marianeschi, Brega, Borghini, Ferrante, Bianchi, Tissone, Mugelli, Papini, Gemignani.All. Bonuccelli

OLBIA (4-3-1-2): Aresti; Pisano, Dametto, Iotti, Cotali; Muroni, Geroni, Feola; Piredda (32’ st Murgia); Ogunseye (21’ st Arras), Ragatzu.A disposizione: Idrissi, Van der Want, Pinna, Manca,, Da Cunha, Vispo, Senesi, Arras, Leverbe. All Mereu.

Arbitro: Zufferli di Udine (Buonocore, Cavallina).

Reti: 12’ Moscati, 39’ Geroni, 43’ Pisano.

Ammoniti: Conti

Note: spettatori 215 (abbonati 37) per un incasso totale di 1689,97 euro.

GROSSETO – Si illude il Gavorrano, ma il coriaceo Olbia fa la big e centra la vittoria in rimonta. I sardi vincono con merito allo Zecchini e lasciano a zero la squadra di Bonuccelli, apparsa ancora indietro rispetto agli avversari.

Partenza buona dei minerari: al 9’ cross di Ropolo dalla sinistra, al centro dell’area svirgola la girata a rete Lombardi (impalpabile la sua prestazione) e l’azione sfuma. Al 12’, invece, arriva il vantaggio del Gavorrano con l’apertura di Cretella che trova lo stop difettoso di Ropolo, l’esterno nel tentativo di servire nuovamente al centro colpisce la base del palo alla sinistra del portiere, irrompe Moscati sotto misura che scaraventa in fondo al sacco.

Vicinissimo al pari l’Olbia al 32’: non scatta la trappola del fuorigioco minerario e la verticalizzazione per Ragatzu mette l’attaccante sardo a tu per tu col portiere, Salvalaggio si supera e protegge il palo destro chiudendo lo specchio e concedendo solo l’angolo.

Geroni, però, coglie di sorpresa l’estremo maremmano al 39’ pareggiando con un calcio di punizione dai 30 metri non irresistibile che si infila a fil di palo. L’Olbia completa la rimonta al 43’, da calcio d’angolo, la difesa è battuta in mischia dalla zampata di Pisano. Reazione d’impeto del Gavorrano, 44′ Ropolo da due passi calcia di potenza e trova la respinta di corpo di Aresti che salva il risultato.

La formazione di Bonuccelli nella ripresa è più intraprendente, ma non va oltre il tiro di Mosti che trova Moscati sulla traiettoria, palla che schizza oltre la traversa, poi tocca alla girandola dei cambi. L’Olbia sa gestire palla e i lanci lunghi non bastano per creare pericoli. I minerari improduttivi si arrendono dopo tre minuti di recupero. Dopo appena due giornate, la serie C per il Gavorrano è già tutta in salita.

Paradossale o meno, ci sono state segnalate code alla biglietteria con lunghe procedure per acquistare i biglietti: alcuni spettatori hanno atteso molti minuti e potuto assistere solo al secondo tempo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news