Baseball: il Bologna è campione d’Europa

Grazie ad una sofferta vittoria per 2-1, il Bologna conquista anche garadue e si laurea campione d’Europa a spese di un Rimini che paga in maniera pesante la sconfitta per 10-0 in garauno.

Allo stadio Mondiale-dei Pirati della città rivierasca i felsinei si presentano in massa, ben consapevoli di poter assaporare il piacevole sapore della vittoria ed il Nove di Marco Nanni non tradisce le attese.

L’avvio è di marca riminese: il pitcher felsineo D’Angelo non vive una partenza felice e subisce un punto in apertura, mentre il partente pirata Bazardo riesce a controllare le scalpitanti mazze avversarie senza concedere nulla per otto riprese.

La partita arriva sull’1-0 per Rimini all’ottavo: il partente bolognese chiude la sua prestazione lasciando al piatto Babini e subendo la hit di Zileri, viene sostituito con Oberto che mette K Santora e manda in base sia Marione Chiarini che Romero.

Per il Rimini l’occasione di allungare è ghiotta, ma Gomez batte su Vaglio che gira la terza eliminazione in prima e fa tirare un sospiro di sollievo ai bolognesi, i quali si sentono ancora in partita e vanno in attacco con spirito combattivo.

Il lanciatore riminese Bazardo riesce a portare sul conto pieno il fortitudino Infante e cerca di chiudere con la palla veloce, ma il lancio resta alto e Infante lo battezza nella notte romagnola: home run, apri le finestre zia Rosy!

E’ il fuoricampo del pareggio, nasce un’altra partita.

Il manager neroarancio Catanoso chiama dal recinto dei tori Carlos Pezzullo, che mette fuori causa gli ex grossetani Ermini e Vaglio, ma subisce la valida da Reyes. Per Rimini, il momento non è semplice e Liverziani batte una precisa una linea sulla destra, che porta Reyes in terza.

Catanoso non può far altro che tentare la carta della disperazione mandando in collina Corradini:
nel box va Bischeri che batte verso la terza; l’interno riminese Gomez è goffo, inciampa al momento di tirare e tenta una disperata assistenza in seconda, dove Liverziani arriva salvo in scivolata. A casa, intanto, Reyes segna in punto del vantaggio scatenando il tripudio degli uomini in blu.

Al cambio di campo, Nanni manda sul monte Nick Pugliese; il closer ottiene Due out su Buccheri e Bertagnon, per poi concedere un singolo interno a Spinelli.

In prima c’è il punto del potenziale pareggio, Pugliese lo sa. Babini è nel box, batte in campo interno, Pugliese afferra la palla e chiude il match con un’assistenza che sotto alle Due torri ricorderanno molto a lungo: è il terzo alloro continentale in Quattro anni per la squadra diretta da Marco Nanni che adesso può pensare con fiducia agli ormai prossimi playoff di Italian Baseball League.

1 Comment
  1. enrico 6 anni ago
    Reply

    Complimenti a tutti i ragazzi grossetani di nascita o di estrazione sportiva che hanno vinto la Coppa Campioni col Bologna, con l’augurio di vederli giocare e vincere un po’ più vicino, con le maglie del Bsc Grosseto 1952.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news