Presentazione e pronostici dell’ultima giornata in Prima Categoria: la domenica decisiva.

GROSSETO  Ci siamo. Incognita spareggi a parte (e le possibilità non sono poche), domenica 5 maggio sarà l’ultima domenica di stagione regolare del campionato di Prima Categoria più incerto ed equilibrato almeno dell’ultima decade. Ancora una serie infinita di possibili incastri sia in testa che in coda, una matassa da sbrogliare con gare 90 minuti che valgono letteralmente una stagione. Semplice partire da Argentario-Sant’Andrea, gara già messa nel mirino un paio di mesi fa quando le due squadre stavano scalando posizioni su posizioni fino ad arrivare a giocarsi il titolo nello scontro diretto. Il pareggio della squadra di Legler con il Pianella non ha permesso alle due squadre di arrivare appaiate con il quadro che è presto delineato: il Sant’Andrea è padrone del proprio destino, perché vincendo non dovrebbe aspettare i risultati sugli altri campi, ma farlo proprio al Maracanà, imbattuto in questa stagione, sarebbe a tutti gli effetti un’impresa. I santostefanesi per cercare di mettere la testa avanti dovrebbero necessariamente vincere e attendere i risultati da altri due campi che saranno sicuramente “caldi” ovvero Quercegrossa e Manciano. Il team di Marchi, persa la possibilità di battagliare per il primo posto, ospita il Gracciano che può ancora sperare in uno spareggio: una gara che darà una bella svolta alla griglia playoff, mentre il San Quirico sarà atteso da un Manciano che non può fare grossi calcoli per stare tranquillo. I giallorossi stanno alla finestra come il Gracciano, i ragazzi di Renaioli devono evitare di scivolare per la prima volta in zona playout in una gara in cui il pareggio serve a poco e niente per entrambe. La lotta per la salvezza ruota intorno a Scarlino-Fonteblanda, con i locali che vogliono alimentare la piccola fiammella di salvezza diretta o comunque sistemarsi in una posizione di vantaggio nella griglia, mentre i neroverdi, dopo i tre punti firmati da un eurogoal di Picchianti domenica, hanno guadagnato posizioni e fiducia. Virtus Chianciano e Pianella proveranno a far valere le maggiori motivazioni contro le già salve Torrita e Torrenieri, mentre l’Alberese proverà l’ultimo tentativo di evitare l’ultima piazza nella trasferta di San Casciano dei Bagni, magari sperando di ottenere buone nuove dalla gara tra Amiata e Bettolle. Nel girone D, congedo pisano per il Massa Valpiana, di scena sul campo della Volterrana.

Il programma: Amiata-Bettolle (arbitro Monti di Firenze), Argentario-Sant’Andrea (Barbetti di Arezzo), Fonte Belverde-Alberese (Pellegrini di Pisa), Manciano-San Quirico (Rosini di Livorno), Quercegrossa-Gracciano (Nannelli del Valdarno), Scarlino Calcio-Fonteblanda (Maccanti di Pisa), Torrenieri-Pianella (Guiducci di Empoli), Torrita-Virtus Chianciano (Nencioli di Prato). Girone D: Volterrana-Massa Valpiana (Passaglia di Lucca).

GIRONE F

 

AMIATA – BETTOLLE    X2

 

ARGENTARIO – SANT’ANDREA  1X2

 

FONTE BELVERDE – ALBERESE  X2

 

MANCIANO – SAN QUIRICO  1/2

 

QUERCEGROSSA – GRACCIANO  X2

 

SCARLINO CALCIO – FONTEBLANDA  1X2

 

TORRENIERI – PIANELLA  X2

 

TORRITA – VIRTUS CHIANCIANO  X2

 

GIRONE D

 

VOLTERRANA – MASSA VALPIANA  X

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news