Manciano: dopo la retrocessione si punta molto al settore giovanile e sui ragazzi del posto e Tommasi…

Nella foto Luciano Tommasi, tecnico del Sant'Andrea

Manciano. Il Manciano non ce l’ha fatta ed è retrocesso in Prima categoria. La sconfitta per 5-0 subita sul campo della capolista Fucecchio era messa in preventivo anche se i biancorossi hanno cercato di resistere alla forza della squadra avversaria che grazie a questi tre punti ha ottenuto la matematica certezza di salire in Eccellenza. La squadra affidata nelle ultime giornate a Luciano Tommasi ha provato a cercare di disputare almeno i play out, ma non c’è stato nulla da fare. Una stagione negativa e sfortunata, quella dei biancorossi, scesi spesso in campo in formazione altamente rimaneggiata fra assenze e squalifiche. Inoltre non è un caso che i maremmani non abbiano mai vinto in casa (le tre vittorie state ottenute tutte in trasferta).

amm_zt = 0; amm_ad_siteid = 12276; amm_ad_zone = 179913; amm_ad_width = 728; amm_ad_height = 90;

Adesso si deve cominciare anche a programmare il futuro per la prossima stagione. La dirigenza dovrà capire quale percorso intraprendere, anche se è chiaro che gli sforzi che sono stati fatti per la scuola calcio ed il settore giovanile sugellati anche con l’accordo con il Torino Academy dimostrano come i biancorossi vogliono puntare decisamente sui propri giocatori e tornare a crearsi i propri ragazzi in “casa”.

L’ipotesi più accreditata quindi potrebbe essere quella di disputare un tranquillo campionato di Prima Categoria con l’impiego minimo di giocatori proveniente da fuori e con una sapiente e saggio tecnico, quale è Tommasi, a far crescere tutti gli elementi della rosa.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news