Connect with us

Calcio

San Donato – Albinia, quello scambio saltato che ha condizionato il campionato delle due squadre

Published

on

Albinia. Non è certo un mistero che nel mercato di riparazione di dicembre il centravanti dell’Albinia, Francesco Nieto, avesse chiesto di essere ceduto allettato dalle sirene di un San Donato che era a lottare per le primissime posizioni.
I rossoblù certamente non erano stati a guardare e per liberare il giocatore avevano chiesto l’attaccante della squadra di Ripaldi, Federico Angelini. Il tecnico De Masi avrebbe a quel punto approvato l’operazione ritrovando un giocatore che conosceva avendolo allenato e che aveva tutta la sua stima.

Il San Donato però non voleva privarsi del suo bomber e anche Nieto poi convinto da una parte della dirigenza rossoblù era rimasto anche perchè non c’erano più i presupposti per portare avanti la trattativa. 

Sicuramente tutto ciò non ha portato beneficio né alla compagine del presidente Teglia né tantomeno quella di Vettori visti i risultati.
Come sappiamo poi nelle domeniche successive De Masi e  l’Albinia si separarono e con Cameli in un primo momento sembrava ritrovato nuovamente il feeling con il gol per Nieto, ma sicuramente le prestazioni del bomber non hanno convinto a pieno.

Uno scambio che visto a posteriori forse poteva essere fatto per accontentare tutti e forse perchè per entrambe le compagini i risultati in campionato potevano essere diversi.

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi