Connect with us

Calcio

Dopo l’affondo di Simone Ceri, il Comune di Grosseto non controbatte e attende l’incontro di giugno

Published

on

Grosseto. Ha scelto la strada del non controbattere il Comune di Grosseto dopo le dichiarazioni rilasciate da Simone Ceri ai nostri microfoni.
Sia il sindaco Vivarelli Colonna sia l’assessore allo sport, Fabrizio Rossi, hanno deciso di non rispondere e attendere l’incontro già fissato da tempo per il mese di giungo con la società biancorossa e con Mario Ceri. Non è certo però un mistero che i contatti sono frequenti se non quotidiani.

Certo che le frizioni ci sono è evidente e le parole non sono state gradite dal primo cittadino che ha un certo stato di fastidio, ma le parti stanno lavorando per trovare il giusto punto di equilibrio e non certamente di rottura.

Ricordiamo che il Grosseto vorrebbe riconosciuto lo stesso importo in conto spese sostenute che viene dato da altri sport (vedi atletica), ma pare che l’amministrazione comunale non la pensi in maniera eguale e vorrebbe aiutare la società magari reperendo qualche sponsor importante. Uno di questi e anche importante è saltato nel mese di febbraio e avrebbe rappresentato una buona risorsa per le casse unioniste.

Insomma sicuramente sarà questo uno dei tormentoni che ci accompagnerà per i prossimi mesi, anche se adesso c’è da festeggiare un campionato, un gruppo ed un tecnico che hanno fatto benissimo e che domenica avranno il loro giusto plauso al “Carlo Zecchini” quando i biancorossi sfideranno il San Marco Avenza.

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Advertisement
4 Comments

Commenti

4 risposte a “Dopo l’affondo di Simone Ceri, il Comune di Grosseto non controbatte e attende l’incontro di giugno”

  1. Dario ha detto:

    Nell’atletica c’e chi conta ai piani alti…nel calcio no…tutto qua…

  2. Sesto ha detto:

    Ripeto un concetto già espresso: sarebbe sbagliato ed assurdo se nella considerazione dell’ Amministrazione Comunale il calcio venisse posposto a sport meno importanti, meno seguiti e meno praticati, tuttavia non è pensabile che il supporto eventualmente fornito dal Comune rappresenti un sostegno economico fondamentale per portare avanti e (possibilmente) far crescere il Grifone.

    • Lupo1912 ha detto:

      Leggo nell’articolo che il Comune ha deciso di non replicare all’esternazione di Simone Ceri, secondo me poco male, l’importante è che RISPONDA CON I FATTI.
      Resto comunque fiducioso che il Comune trasformi i buoni propositi in risultati concreti.

  3. Giorgio Mangiapane ha detto:

    Ritengo che la favolosa impresa del Grosseto guidato dalla famiglia Ceri, che ha riportato i biancorossi nel calcio professionistico, produrrà interessamenti e avvicinamenti da parte di imprenditori non solo locali, ma anche al di fuori della ns provincia…perchè la nostra provincia può far gola non soltanto a livello calcistico!!!!!da tifoso di lunga milizia SONO FIDUCIOSO!!! Al bando, personalmente, polemiche in questo momento controproducenti…meglio e spero si lavori a fari spenti..sotto traccia!!! Intanto godiamoci questa vittoria!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook Comments

 

 

Advertisement

Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi