L’ Asta pareggia in casa della capolista lasciando l’amaro in bocca ai termali

ROSELLE – ASTA  2-2

ROSELLE: Di Roberto, Cedroni, Colorno, Franchi, Lupi, Boni, Cosimi (Serdino), Saloni, Vento, Faenzi (Kacka), Angelini (Cagneschi). A disposizione: Cipolloni, Tosoni, Picchianti, Romani. All. De Masi
ASTA TAVERNE: Anselmi, Scelzo (Mucci), Imparato, Toniazzi (Toracca), Carli,  Rebatti, Lorenzini (Bandini), Cosimi, Casini, Sprugnoli, Cicino. A disposizione: Soldati, Antichi, Lazzeretti, Martucci. All. Perini.
Arbitro: Sig.Gionfriddo di Pisa Assistenti: Sigg. Biagioni e Gioffredi di Lucca.
Marcatori: 36° Colorno, 40° Angelini, 62° e 94° Casini

Roselle (Gr). Partita scorbutica fra due squadre per motivazioni diverse in cerca di punti. Il risultato di parità premia più l’Asta Taverne che il Roselle che ne esce molto amareggiato per il pari agguantato dalla squadra ospite allo scadere dell’ultino minuto di recupero (4 minuti concessi dall’arbitro). Ad un primo tempo di chiara marca locale, si è contrapposta una ripresa alquanto vivace e densa di capovolgimenti di fronte con un inatteso recupero degli ospiti che ci hanno creduto fino all’ultimo minuto ed hanno avuto ragione allo scadere dei minuti di recupero.Inizia subito l’Asta Taverne con una punizione di Lorenzini parata da Di Roberto e non trattenuta dal portiere con palla in corner. Al 20° palla goal per il Roselle con Angelini che su preciso assist di Faenzi a tu per tu col portiere si faceva ribattere il tiro ravvicinato. Al 25° sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Angelini era un imperioso Franchi di testa da pochi passi a farsi parare da Anselmi l’nsidiosa occasione. Al 28° era l’Asta Taverne a farsi perisolosa con Cicino che, solo davanti a Di Roberto, metteva fuori di poco sul secondo palo. Al 33° solito slalom ubriacante di Cosimi per il Roselle che provava per ben due volte a mettere dentro senza successo, con la palla deviata in angolo. Al 36° era Colorno, ancora per il Roselle che con una scorribanda sulla sinistra a a mettere dentro di prepotenza il goal del vantaggio del Roselle, anche se sulla linea un difensore ospite cerca di evitare la realizzazione appoggiando la palla in rete. Al 40° il Roselle raddoppia su calcio di rigore realizzato da Angelini e concesso dall’arbitro per fallo di mano in area. Nella ripresa al 55° ancora Roselle in avanti con Vento che appoggia su Angelini che batte a rete ma la palla viene ribattura dalla difesa ospite. L’Asta Taverne cerca di recuperare e al 62° accorcia le distanze con Casini che di testa incorna la palla anticipando Di Roberto in uscita. Il Roselle vedeva così riaprirsi la partita per gli ospiti e carcava di mettere al sicuro il risultato con Cosimi lanciato a rete ma l’attaccante viene cinturato platealmente in area di rigore ma l’arbitro non ravvisa gli estremi del penalty. L’arbitro concede quattro minuti di recupero e proprio allo scadere dell’ultimo minuto la doccia fredda per il Roselle, sempre al opera di Casini che mette così fine alla contesa insaccando il goal del definitivo pareggio ancora con un colpo di testa ravvicinato. Amara delusione per il Roselle che spreca una vittoria che poteva essere sua con più accortezza e concretezza. Ora il Roselle è atteso da una insidiosa trasferta a Perignano dove ci vuole tutta la concentrazione che la squadra di De Masi può espimere per confermare ancora di più che queste tre gare che restano da giocare sono molto importanti e vanno affrontate con la giusta consapevolezza da capolista.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news