Jolly Roger ne vince una ad Anzio, Biscontri torna con due valide

di Gabriele Palmieri

Si dividono la posta Anzio e Pellegrini Group Jolly Roger nel primo weekend di campionato in serie A. Per gli uomini di Rullo, che hanno vinto agevolmente garadue con il punteggio di 14-1, il bottino poteva essere più pingue se non ci fosse stato un momento di appannamento nel finale del match che ha dato il via alla nuova stagione.

In garauno a metà del settimo inning i pirati maremmani erano infatti avanti per 2-1, ma nel corso del settimo attacco i padroni di casa hanno realizzato sei punti ribaltando il punteggio. Inutile, a quel punto, il tentativo di rimonta castiglionese che ha prodotto tre punti al cambio di campo: a vincere è stato l’Anzio con il finale di 8-5.

Garadue è stata una autentica passeggiata per il Pellegrini Group, tuttavia l’inizio del match non è stato particolarmente brillante per i pirati che si sono trovati sotto nel punteggio per 1-0 ed hanno realizzato il punto dell’uno a uno soltanto al terzo inning.

Da quel momento la partita è cambiata in maniera radicale con il Jolly Roger che è passato a condurre 4-1 al quarto ed ha allungato al quinto realizzando altri quattro punti. Messo ormai al sicuro il risultato i castiglionesi hanno giocato in scioltezza vincendo in sette riprese nettamente per 16-1.

Molti i momenti intensi per i pirati nel primo weekend stagionale: dall’atteso rientro in campo in un match ufficiale di Niccolò Biscontri condito da due hit, alla prima valida del giovane Mirko Ferri passando per il primo doppio messo a segno in serie A da Emiliano Aprili.

La voglia di rivincita di Biscontri dopo tante difficoltà, la carriera agli albori del promettente Ferri, quella iniziata dal basso e proseguita fino alla serie A di Emiliano Aprili. Storie diverse tra loro, ma che fotografano la passione smisurata per questo sport dei pirati castiglionesi che portano in alto il vessillo del batti e corri maremmano.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news