Grosseto: per il futuro tutto dipenderà dal match contro la Salernitana

Camilli e Cuccureddu a Grosseto

GROSSETO. Una partita che vale una stagione, quella contro la Salernitana. Dopo la notte di riflessione, il presidente Piero Camilli ha congelato ogni idea di rivoluzione, in attesa del big match contro la Salernitana.
I maremmani avranno a loro disposizione un unico risultato: la vittoria. Anche con un pareggio infatti i biancorossi sarebbero tagliati fuori dai giochi e allora nelle ultime partite potrebbe prendere ipotesi di far giocare i molti igovani, chiudendo in pratica con largo anticipo la stagione.

4 Comments
  1. Doc'55 6 anni ago
    Reply

    Piero, rimani un grande! Va bene, del resto giá sappiamo che non ci saranno miracoli, non é la squadra che perde a Sassuolo e poi sbanca S.Giovanni Valdarno, no, questa é una squadretta, senza attributi… Forse é meglio ricominciare, coi giovani, con l’entusiasmo, col tuo piglio di 15 anni fa, eravamo ad un passo dal Paradiso, poi… Grazie, comunque, non verró a vedere la Viterbese, rimarró nel sogno che ë stato, mi piace il bianco-rosso, ma grazie davvero. Con affetto, Gigi

  2. argentario82 6 anni ago
    Reply

    Sono d’accordo con Doc55, il Presidente ha fatto grando cose. Dispiace però veramente che quest’anno, almeno due volte, non abbia avuto la pazienza di attendere prima di prendere decisioni affrettate. Ricpaitolando, cuoghi dpo 5 pappine a pontedera sistema la squadra con 5-3-1-1 che poi diventa 5-3-2, cambia talvolta in corsa, ma fa comuqnue 14 punti in 11 partite, perde solo 3 volte, non subisce mai più di un gol a partita, si deve accontentare di scappini (o montalto), vince comunque forse con fortuna ma con grande grinta col perugia, vince a salerno, fa pari con benevento (grazie arbitro per l’espulsione a giovio) e col frosinone (i ciocari la vedono nera) e domina a pisa, dove con gli atatcanti di oggi vincerebbe 3-0 — vince anche 2 match in coppa italia, poi però pareggia (in 9) con la paganese, come se le sciocchezze dei giocatori e degli arbitri fossero colpa sua, e vien esnoerato – il cuccu, bontà sua, rischia un po’ di più, la difesa balla , ma comunque fa 11 punti in 8 partite, vince bene due volte in coppa, soprattutto capsice che con ferretti e marotta le due punte sono obbligatorie, ma incappa nella partita di perugia, dove grazie all’arbitro che va anche su striscia la notizia, che si inventa l’espulsione di legittimo, perde e viene esonerato – arriva acori, che evidentemente è legato ai suoi schemi, che rpeferisce giocare con due ali spostando ferreti a 40 metri dalla porta, o in panca, e rimedia inun mese 4 sconfitte su 6 parite, ciò che gli altri hanno fatto in due o tre mesi…vermanete non riconosco camilli..

  3. argentario82 6 anni ago
    Reply

    e dispiace non aver visto Cuoghi con Ferretti, Perini, Marotta e Pagano..comunque anche il Cuccu meritava altre chance anche se la squadra, lo si capiva decisamente dalla tribuna, era diventata molto più lunga, meno combattiva, e perdeva già molti contrasti …Acori è stato senz’altro un buon tecnico, ma io reputo forti quelli che non si ancorano ad un sistema solo di gioco, ma si adattano al materiale a disposizione,,,noi abbiamo ferretti e marotta (ed anche giovio e gioè), che sono tipo riva e boninsegna per la C, nessuno dei due è un tornante o mezzapunta, sono due punte e devono giocare vicine, poi il resto chi gioca gioca..insistere col 4-3-3 o 4-2-3-1 significa tagliarsi i co…comunque, ripeto, peccato, grande occasione sprecata quest’anno, con cuoghi il pubblico si era avvicinato alla squadra, e poi bastava andare al palazzoli per capire con quale grinta allenasse

  4. Rossi Luca 6 anni ago
    Reply

    Anche a Vitebo dovrai fare la rivoluzione, anche oggi 3 pere!!!!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW