Connect with us

Calcio

Chiuso il mercato unionista. A caldo, sensazione di opera incompiuta.

Published

on

Domenica pomeriggio, scherzando in sala stampa, il dg Iovino ha fatto una battuta: <<Io, il patron Camilli e il ds Minguzzi partiamo per Milano con un’auto e torneremo con un pulmino>>. Beh, scherzando, il direttore generale ha detto la verità. Infatti, sono arrivati 5 nuovi giocatori: Abbracciante, Berardi, Elez, Mariotti e Monaco. Tuttavia, nessun colpo clamorso, neppure l’arrivo di un centrale d’esperienza, come richiesto espressamente da Silva. È stato trattato Terlizzi, ma niente da fare. L’unico reparto sicuramente rinforzato è quello dei portieri, con Mangiapelo titolare, in competizione con Berardi, voglioso di giocare. Sulla corsia di destra, tra i difensori in rosa, adesso possono giocare in tre: Formiconi, Ilari e l’esperto Mariotti (un vero e proprio portafortuna, con ben 7 promozioni ottenute in carriera, ndr). Come centrali difensivi, invece, ci sono: Burzigotti, lo stesso Ilari, Bernardini (che va lasciato crescere), Elez (che può giocare anche come mediano), Longo, Monaco e Varricchio, più l’infortunato Biraschi. Di fatto, a meno di sorprese, non risulta che sia stato ceduto nessuno, neppure Giovio (richiesto dal Messina in cambio di De Bode), né Asante. Il peso dell’attacco è tutto sulle spalle di Pichlmann, perché Torromino e Gambino (due attaccanti, ma non due bomber), non sono mai stati dei veri e propri goleador e Giovio, una prima punta di ruolo, a Grosseto ha sempre faticato. Figuriamoci, poi, se il giovane Abbracciante (che nel campionato Primavera 2011-12 segnò un gol al Grifone in un Parma-Grosseto 5 a 0, ndr) può fare fuoco e fiamme fin da subito. Insomma, la sensazione è che il mercato condotto a Milano sia stato diverso da quello che si prefiggevano di portare a termine i dirigenti unionisti. Da Milano doveva uscire una squadra con un giusto mix tra giovani ed esperti, ma in realtà i giovani e i giovanissimi abbondano, mentre ci sono solo tre ultratrentenni: Pichlmann (33 anni), Gambino (31) e Mariotti (30). Che dire, speriamo che Silva sia bravo a trovare il giusto equilibrio e che arrivino un po’ di risultati a dare entusiasmo a una piazza che ne ha bisogno dopo lo spavento passato in estate. Certo, rimane aperto il mercato degli svincolati e magari verrà fatto qualcosa di interessante, ma al momento la situazione ci pare che sia quella che vi abbiamo raccontato.

Ad ogni modo, ecco la rosa del Grosseto alla chiusura delle trattative:

PORTIERI
Mangiapelo e Berardi

DIFENSORI
Bernardini, Biraschi (infortunato), Burzigotti, Cipriani, Elez, Formiconi, Ilari, Longo, Mariotti, Monaco, Varricchio

CENTROCAMPISTI
Albertini, Asante, Boron, Finazzi, Masia, Massimo, Onescu, Verna

ATTACCANTI
Abbracciante, Boccardi, Gambino, Giovio, Pichlmann, Torromino

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

Advertisement
17 Comments

Commenti

17 risposte a “Chiuso il mercato unionista. A caldo, sensazione di opera incompiuta.”

  1. Grifo1912 ha detto:

    Io penso e dico che ora abbiamo 5 centrali (spero nucleari) , ma manchiamo troppo in attacco. Forse ci voleva una punta vera e sicura accanto a Pichlmann. Il mio sogno irrealizzabile uno come Sansovini. Non lui, ma uno tipo lui, svelto e che vedesse bene la porta. S’era a posto. Penso anche alla sciagurata ipotesi di un Pichlmann infortunato, o squalificato o giu di condizione. Spero non sia un’occasione persa. Pero, se Silva non ha richiesto attaccanti evidentemente ritiene di essere coperto bene. Speriamo!

  2. Juan ha detto:

    1-Rosa incompleta ma superiore ad almeno tre squadre (l’obiettivo fino a prova contraria è la salvezza, traguardo nemmeno troppo misero considerato il livello di difficoltà che presenta la “nuova” categoria)

    2-La riforma del campionato ha ridotto di molto il numero delle società.
    Ergo ci sono a spasso molti (ottimi) svincolati che possono fare comodo ad una squadra come il Grosseto!

  3. para ha detto:

    Un sacco di difensori senza esperienza puoi bravi giocatori come dombrovoschi ex Grosseto e Messina sono senza squadra bravi

    • Orgoglio maremmano ha detto:

      E’ come aver comprato tanti biglietti della lotteria. Se hai fortuna vinci altrimenti sono guai. Come al solito si è’ lavorato più’ sulla quantità ‘ che sulla qualità’. Gli ultimi acquisti hanno complicato la vita al mister in questo senso. Mi auguro, ma non ne sono sicuro, che in caso di risultati negativi qualora, speriamo di no, arrivino, si dia la colpa al mister. In questa situazione dobbiamo TUTTI avere pazienza e TTFARE per il Grosseto,

      • Yuri Galgani ha detto:

        Considerazione condivisibile. Oltretutto, da un primo calcolo, rose più giovani di quella unionista le hanno soltanto Gubbio, Pontedera e Pistoiese. Come il Grosseto, invece, la Lucchese.

  4. piede ha detto:

    Se gli svincolati sono nel triangolo delle Bermude cioè Pescara Lanciano Aquila, allora arriveranno, altrimenti il radar del DS, più di la non arriva!! Sarà il Gran Sasso che gli complica la ricerca….

  5. Beppe ha detto:

    Io mi domando il perchè di un mercato che prometteva bene ma ha solo illuso.Sono finiti i tempi in cui all’ultimo tuffo prendevi Bellè,Pinna,Sforzini,e tanti altri perchè” volevi arrivare” oggi invece solo illusione dei nostalgici,anche fra i media,ma mercato conforme agli ultimi anni,con i risultati sotto gli occhi di tutti.

  6. Flok ha detto:

    Magari a gennaio siamo punto e a capo; stravolge tutto…….
    Nel mezzo con un cambio di allenatore !
    Perché no?!

  7. va lerio ha detto:

    Tutta lolla

  8. aids ha detto:

    Tutto vero che racconta para, spero che si svegliano i nostri dirigenti

  9. enrico ha detto:

    Altra solenne maestosa regale presa per i fondelli !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    E poi ci si domanda perché la gente non viene allo stadio. Le persone che amano il calcio vogliono vedere calcio, non magliette e bandiere. Gli altri facciano quello che vogliono.

    Camilli per 5-6 anni ci fatto vedere del bel calcio, poi solo fuffa e lolla e prese per i fondelli.

    • andrea ha detto:

      Non condivido la tua analisi, aspettiamo a dire che è una squadr fatte x prenderci x i fondelli…altro conto è dire essere un po delusi x la chiusura del mercato senza almeno un nome di rilievo…ma ho letto che anche i tifosi del Pisa erano un po delusi x aver chiuso il mercato senza acquisto eclatanti l’ultimo giorno, anche dopo il popo di mercato che hanno fatto!!

  10. Billy ha detto:

    Scusate redazione, ma Mariotti di promozioni ne ha avute 7, non 5!!!

    • Yuri Galgani ha detto:

      Grazie infinite per la segnalazione!
      Ho letto alcuni articoli che riguardavano Mariotti e lì si parlava di 5 promozioni, non di 7.
      Personalmente, mi ricordavo bene delle due consecutive sia a Massa (con Indiani) che a Lucca (con Favarin), oltreché quella ai play-off con la Carrarese.
      In ogni caso, se proprio vogliamo essere precisi, è più giusto parlare di 6 promozioni, perché quella con l’Alessandria è in realtà un’ammissione al campionato di Lega Pro Unica, essendo arrivata la società grigia 3^ in Seconda Divisione. Non a caso, il Tuttocuio ha vinto la finale play-out (non play-off) per essere ammesso alla nuova Lega Pro Unica.
      Comunque, già che ci siamo, ecco l’elenco delle promozioni di Mariotti:
      1^ 2003-04 Massese, 1° in Serie D e scudetto della categoria
      2^ 2004-05 Massese, 1° in C2
      3^ 2008-09 Lucchese, 1° in Serie D
      4^ 2009-10 Lucchese, 1° in C2
      5^ gen/giu 2011 Carrarese, 2° in Seconda Divisione. Promosso in Prima Divisione vicendo i play-off
      6^ 2011-12 Catanzaro, 2° in Seconda Divisione. Promosso in Prima Divisione in seguito alla prima riforma di Lega Pro.
      ——————————————————–
      7^(?) 2013-14 Alessandria, 3°. Squadra ammessa alla nuova Lega Pro Unica in seguito alla riforma dei campionati di Lega Pro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook Comments

 

 

Advertisement

Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi