Gs Tv – Orlandi “Concentriamoci sul secondo posto. Viterbese aiutata dagli episodi favorevoli”

Grosseto Vi proponiamo la video-intervista rilasciata da mister Orlandi a Gs Tv alla vigilia di Grosseto-Albalonga.

 

(conferenza stampa a cura di F. Lubrani)

Tempo di campionato, finte le lunghe settimane di pausa il Grosseto ritorna alla prova dei fatti, superare la brutta figura di Ostia affrontando il finale di stagione con uno scopo ben chiaro in mente:
<<Ripartire con l’obiettivo del secondo posto – afferma Nevio Orlandi alla vigila della sfida con l’Albalonga – dopo il recupero disputato mercoledì, a sei giornate dalla fine, si apre questo obiettivo”.

Il Rieti non è molto lontano e per il Grosseto la vetta è oramai troppo lontana con la Viterbese virtualmente già campione:
<<Dal mio punto di vista sicuramente ci sono stati tanti episodi favorevoli che hanno in qualche modo facilitato il cammino della Viterbese – commenta Orlandi – come possiamo parlare di episodi che hanno favorito la loro scalata, per quanto riguarda la mia esperienza a Grosseto, posso dire che a arbitraggi siamo incappati in episodi che alla lunga hanno determinato risultati e rendimento in campionato>>.

A scanso di alibi l’autocritica per l’ultima chance spreca non manca:
<<Ad Ostia il problema principale è stato l’atteggiamento non consono all’impegno di campionato, sicuramente la nostra è stata una prestazione sicuramente negativa>>.

Provvedimenti disciplinari e intervento dei tifosi, il mister la vede così:
<<Giustamente i tifosi sono molto passionali e deve essere così nei confronti di una società che sta facendo grossi sforzi, hanno trasmesso a loro modo la voglia di stare vicini alla squadra, nulla di più>>.

Per affrontare l’Albalonga l’allenatore biancorosso non potrà contare su Schettino e Torri, né su Palumbo che non sarà convocato e altrettanto difficilmente si vedrà in campo Zotti:
<<Su Palumbo c’è un provvedimento della società quindi è fuori dal gruppo – precisa Orlandi che anticipa qualcosa sulla formazione – Sto pensando all’impiego a centrocampo di Lauria e Nichele anche in considerazione dello schieramento avversario. Maciucca è in ripresa sta lavorando da tre settimane ed è a disposizione>>.

L’avversario di domenica (ore 15) tecnicamente è più forte dell’Ostiamare, servirà una prestazione decisamente più convincere da parte del Grifone:
<<L’Albalonga è squadra rognosa perché ha saputo cambiare di volta in volta la sua disposizione in campo a seconda dell’avversario, è abbastanza camaleontica come attitudine, ha elementi validi con esperienza e quindi stare accorti e non concedere situazioni favorevoli all’avversario>>.

22 Comments
  1. Fabrizio Fabbrini 3 anni ago
    Reply

    Non ci sono dubbi: il Grosseto si è fatto male con le sue stesse mani…….tutto il resto sono chiacchiere. … ….

  2. John 3 anni ago
    Reply

    Pensate ai vostri errori ,attaccarsi sempre alle solite scuse è segno di debolezza ,vi farebbe più onore riconoscere i meriti altrui

    • Focus 3 anni ago
      Reply

      Beh diciamo allora che voi castrensi, che usate per normativa il campo di calcio di Viterbo, nello scontro piu importante del campionato, quello che ha segnato la svolta determinante, siete stati aiutati vergognosamente da due cosine piccole piccole.
      Un rigore gigantesco non assegnato al Grosseto da un arbitro incapace (o peggio?)
      Un campo ridotto ad un acquitrino, dove forse nemmeno si doveva giocare, che ha pesantemente limitato la squadra piu leggera e piu tecnica, palesemente quella maremmana, povera di marrubbi rompigambe come invece è la vostra.
      Per il resto, complimenti sinceri ad una squadra costata esattamente il doppio se non il triplo della nostra.
      Che doveva fare se non vincere?

      • marchino 3 anni ago
        Reply

        focus sei l’unico (insieme al mister) che ha parlato fuori dal coro, pensiamo a noi invece che agli altri! castrense, omone, sì sì, continuiamo così vai!

  3. sportivO 3 anni ago
    Reply

    Spesso il silenzio è oro. Mister, imprechi contro i nostri giocatori, non pensi agli altri, i problemi li abbiamo in casa nostra e sembra che lei non riesca a risolverli.

  4. solo viterbese 3 anni ago
    Reply

    Quanto state a rosicà!!! Penso che in serie D ci starete per parecchio…saluti dalla capolista!!!!

    • trenino 3 anni ago
      Reply

      Comunque per concentrarci sul secondo posto non c’era bisogno di cambiare allenatore. Con quello che avevamo giocavamo meglio eravamo già secondi e senza fiato sul collo e forse si stava anche a ridosso della prima. Avevamo criticità in difesa come ora ma si poteva tranquillamente giocarcela. Con Gustinetti si presero mi pare 55 reti ma si centrarono i playoff e poi sapete come è andata. Pazienza con una squadra fatta il 5 agosto si andava alla grande!!!

    • Portavecchia 3 anni ago
      Reply

      Solo castrense pensa x te e per il tuo campo di patate.Noi il prox anno si gioca in lega pro stai sereno.Te se il pecora non mette a norma il campo fai il derby con il Flaminia più consono ai tuoi trascorsi

    • abe 3 anni ago
      Reply

      Toh, ora si fanno vivi pure questi della Castrense, che il vero calcio lo hanno sempre osservato da lontano.
      Comunque, complimenti per il campionato vinto… ma la vostra tifoseria resta una tifoseria da serie D.
      Nella gara di Viterbo, ero imbarazzato per voi… Primi in classifica, scontro al vertice… e avete giocato fuori casa.
      Il bello è che ci sono pure venuti da Latina a vedervi fare certe figure sugli spalti.
      Come ho detto… imbarazzanti!
      Buona lega pro comunque, magari ci si rivede prima di quanto pensate.

      • John 3 anni ago
        Reply

        Forse lo era per voi la partita dell’anno,per noi no,infatti mercoledì,giorno lavorativo, ore 15:00 derby con il Rieti 2500 presenze.Per quel che riguarda il calcio vero ci siamo accontentati di 15 anni consecutivi tra C1 e C2, dove abbiamo incontrato squadre veramente blasonate non certo chi si considera la Juve della D,sic…un po’ di modestia non vi farebbe male e ricorda che se non fosse stato per l’omone,come lo chiamate voi,avreste sempre vivacchiato tra D ed Eccellenza.Comunque anche noi siamo dovuti ripartire da zero per colpa di strani personaggi Gaucci docet,ma non abbiamo mai fatto tutto sto cinema.In bocca al Lupo per i play off,occhio alla Torres

      • John 3 anni ago
        Reply

        Forse lo era per voi la partita dell’anno,per noi no,infatti mercoledì,giorno lavorativo, ore 15:00 derby con il Rieti 2500 presenze.Per quel che riguarda il calcio vero ci siamo accontentati di 15 anni consecutivi tra C1 e C2, dove abbiamo incontrato squadre veramente blasonate non certo chi si considera la Juve della D,sic…un po’ di modestia non vi farebbe male e ricorda che se non fosse stato per l’omone,come lo chiamate voi,avreste sempre vivacchiato tra D ed Eccellenza.Comunque anche noi siamo dovuti ripartire da zero per colpa di strani personaggi Gaucci docet,ma non abbiamo mai fatto tutto sto cinema.In bocca al Lupo per i play off,occhio alla Torres.

    • Solo GR 3 anni ago
      Reply

      E te starai parecchio a viterbo

  5. Gian 3 anni ago
    Reply

    Non vi auguro che l’innominabile faccia quello che ha fatto a noi.
    Tanto per cominciare il prossimo campionato dove giocate, quel campino che voi chiamate stadio è omologato per i professionisti?
    oddio, per voi fa e avanza, visto che ad assistere alla partita più importante del campionato le presenze in curva locali erano inferiori a quelle degli ospiti;
    Oppure ricordate la condanna all’US Grosseto per la vendita di partite?
    Oppure le continue offese a tutta la cittadinanza?
    Oppure i prezzi di ingresso allo stadio più alti di tutta l’Italia?
    Oppure l’invenzione della giornata bianco rossa con la quale oltre al pagamento dell’abbonamento dovevi pagare anche l’ingresso ad una partita?
    etcc. etcc.
    Probabilmente non è detta l’ultima parola………………
    poi il prossimo giro sono c…. vostri

  6. Feder 3 anni ago
    Reply

    Fa veramente tenerezza vedere e sentire coloro che si attaccano a nobiltà passate, come quei conti o marchesi a cui è rimasto solo il titolo ma non il portafoglio e pensano ancora di essere qualcuno. Svegliatevi perché se non acquisite un po’ di umiltà ci fate la muffa in serie d. Il passato non conta e neanche il vostro bello(!!!!) stadio altrimenti di ostiamare e Flaminia ce ne saranno molti per voi in futuro.

  7. Solo GR 3 anni ago
    Reply

    Cari castrensi ma 2.500 cosa?? il vostro patron ha testuslmente detto 1.500 paganti e 300 portoghesi. Pagate il biglietto bindoli!!!!!!!!!

    • Claude black 3 anni ago
      Reply

      Ma quanto brucia…ma quanto brucia….occhio pure al 3 posto..con le sveglie che rimediate in giro….avete preso 3pappine a Civita Castellana…ridicoli…ma vi brucia proprio tanto….a proposito..siete FC grosseto..o U C grossoto……pensate per i problemi vostri…il passato non vi serve piu…..siete in serie d…e anche da mediocri….molto mediocri……e salutate la CAPOLISTA….che se ne va….La Viterbese….se ne va…

  8. Doc55 3 anni ago
    Reply

    Allora, cari Feder e John e discepoli vari, il campo sportivo della Palazzina, poi intitolato al l’ingegner Rocchi, é stato il c.d. ‘Gallinaro’ fino agli anni ’70, con militanze giallo – blu esclusivamente nei tornei regionali ed in quegli anni nella D nazionale, quando invece la USGrosseto aveva giá fatto la C che contava,sfiorando la B negli anni ’50, persa solo per il famoso episodio del Giro d’Italia che bloccò la squadra diretta a Prato. Quindi, attenzione ai revival. Quel che conta é la realtá e da sportivo dico che se avete vinto, va bene cosí, ‘con le tutte’ anche, ma vale lo stesso. Certo, lo scontro diretto ultimo ha avuto del vergognoso, ma non voglio considerarlo la stella polare di questo torneo: doveva andare così, ma il terreno di giuoco non era praticabile e non lo dico per sentito dire: ero dentro il recinto di giuoco! L’adeguamento del campo sportivo non avrá grandi problemi, la vostra tifoseria sì, poiché figlia di una terra oggi avara, molta avara, culturalmente arretrata, ostaggio del retaggio pretino che ne ha negato l’emancipazione ed il progresso. Ma la lega pro la farete con Piero Camilli, fino alla sua saturazione e, credetemi, non ci mette molto a mettere in fila ‘le bocce’: giá bussa con i campi d’allenamento e le spese… Inizia sempre così: coraggio, la strada é lunga, semmai bussate alla porta di quel vostro grasso politico che é sempre in auge dopo tanti anni, magari..se son fiori..fioriranno!!!

  9. Angelo 3 anni ago
    Reply

    A focus o datte foco o cambia spacciatore , 1) stiamo a 9 punti e non a 2 quindi c’è poco da recriminare2) la squadra è’ la viterbese e il simbolo se vedi è’ il leone 3) e basta a rosica’ hai vissuto grazie a Camilli 12 anni da protagonista, ma te pensi che senza di lui cosa avresti fatto la serie B, ma mi faccia il piacere !!!!!! Ma ringraziatelo che era due anni che vi diceva che voleva andare via, della serie la volpe e l’uva, poi successe

  10. Doc55 3 anni ago
    Reply

    L’intervento delle 22:04 a data 02.04.2016 non é mio, ma di qualche aborigeno viterbicolo! Redazione occhio a queste infiltrazioni squallide,tipiche di certe estrazioni, purtroppo. E vogliono fare la Lega Pro! Crescete, barrocciai agresti!

    • Claude black 3 anni ago
      Reply

      Per Doc 55….non parlare di cultura….continua a parlare di calcio. ..e poi mica tanto…quando noi facevamo gli spareggi per la b…dove eravate voi…in eccellenza…vi ci abbiamo lasciato nel 2001/2002…quando retrocedeste dalla d….perche se parli di cultura…quando da voi pascolavano le maremmane….intese come mucche….da noi c’erano i Papi…e avevamo gia secoli di storia…..e da voi ancora pascolavano solo le marremmane…sempre intese come..mucche…

  11. #salutatelacapolista 3 anni ago
    Reply

    Consiglio a mister Orlandi e ai suoi adepti un buon oculista. Così almeno potranno rendersi tutti conto meglio che quelli che lui chiama “errori arbitrali” altro non sono che la netta superiorità di una squadra, la Viterbese, che purtroppo questa categoria la frequenta da anni ma che si sta riconquistando la Lega Pro con merito e umiltà. Gli stessi che dalle parti della Maremma – dove senza Camilli la serie D l’avrebbero conosciuta per molto più tempo e che ora che se n’è andato avranno modo di approfondire più accuratamente – invece paiono proprio mancare. Saluti.

  12. attilio regolo 3 anni ago
    Reply

    E’ andata bene ma che fatica! Ringraziamo S. Rigore. E’ evidente che senza Zotti e sopratutto senza Palumbo questo Grosseto va poco lontano.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news