Connect with us

Follonica Gavorrano

Qui Pisa: condizione, statistiche e formazione del prossimo avversario del Gavorrano

Pisa – Dopo la sconfitta interna nel derby contro la Lucchese, in casa nerazzurra è tornato a suonare qualche, immancabile, campanello d’allarme. Ciò appare strano, se pensiamo che ad essere criticata è a tutti gli effetti una delle migliori formazioni del torneo, che attualmente occupa la terza posizione e può vantare – oltre alla miglior difesa (18 gol subiti) – il fatto di essere la squadra meno battuta del campionato (3 sconfitte a pari merito con il Livorno, che però ha due gare in meno). Come si spiega dunque la situazione all’ombra della torre?

Notoriamente, la grande tradizione calcistica che contraddistingue la piazza pisana fa sì che i tifosi siano sempre molto attaccati alla squadra, un clima spesso caldo ed un ambiente che pare una polveriera. Proprio questi ultimi sembrerebbero non gradire l’operato del neo allenatore nerazzurro, Michele Pazienza, che vanta ampi trascorsi da calciatore in Serie A, dove ha giocato con le maglie di Udinese, Fiorentina, Napoli, Bologna, e Juventus. Subentrato alla decima giornata a Carmine Gautieri – che con il Pisa stava mantenendo una media punti di 1,58 a partita – l’attuale tecnico ha collezionato alcune preziose vittorie (su tutte, quella nel sentitissimo derby contro il Livorno), ma ha messo in serie anche alcune prestazioni non ritenute all’altezza, con una solidità difensiva che non sembra quella di inizio stagione (quindici [15] gol subiti in diciassette [17] partite) ed una produzione offensiva talvolta ridotta, considerata la qualità dell’organico a disposizione. Ciononostante, la stessa società ha espresso pubblicamente in più occasioni la propria fiducia nei confronti del mister.

Venendo alla partita di domani (ore 14:30), che vedrà il Gavorrano di Favarin fronteggiare i nerazzurri allo Zecchini, sarà particolarmente interessante notare l’approccio alla gara delle due squadre. Il Pisa, dal canto suo, proporrà il solito modulo offensivo che porta spesso l’esterno destro Giannone ad alzarsi, fino ad affiancare Negro e Masucci nel tridente d’attacco. Di fatto, l’assenza principale tra le fila ospiti dovrebbe essere quella di Ingrosso, sostituito nell’ultima uscita da Lisuzzo, oltre ai forfait annunciati da Pazienza di Carillo ed Eusepi, neanche convocati. Rientrano invece Lisi e Birindelli. La statistica preoccupante riguarda i punti ottenuti dal Pisa dopo essere passato in vantaggio (ben [37], frutto di dodici [12] vittorie e un [1] pareggio), analogamente il Gavorrano ha portato a casa solamente due [2] punti nelle quindici [15] occasioni in cui si è trovato in situazione di svantaggio. Del resto, come ha sottolineato Favarin: «L’attenzione per i dettagli, come all’andata, sarà fondamentale». Proprio nella partita giocata all’Arena Garibaldi, infatti, il Gavorrano riuscì ad ottenere il primo punto del suo campionato fermando i nerazzurri sul risultato di 0-0, risultato che tutto sommato potrebbe non dispiacere ripetere ai minerari.

Se la partita d’andata rimane l’unico precedente in serie C, le due compagini si sono invece incontrate in altre due occasioni, una relativa alla poule scudetto del campionato 2009/10 di Serie D, l’altra valevole per il primo turno di Coppa Italia di Serie C 2011/12. Entrambe le sfide videro prevalere i pisani col risultato di 1-0. Più interessanti sono invece gli incroci tra i tesserati, a partire da Giulio Favale, esterno sinistro titolare della squadra rossoblù in prestito proprio dal Pisa, città dove è nato ed ha esordito in Serie B nella scorsa stagione, allenato da Gennaro Gattuso. Lo stesso capitan Brega ha giocato con la maglia del pisa nella stagione 2010/11, dove ha fatto registrare 30 presenze condite da ben 11 marcature. Non meno importante invece il passato nerazzurro di Giancarlo Favarin, anch’egli nato a Pisa, formazione che ha guidato in una breve parentesi nell’Agosto del 2015. Di contro, il suo bilancio da avversario fa registrare due pareggi: oltre alla già menzionata partita di andata, anche un 1-1 risalente alla stagione 2010/11, quando sedeva sulla panchina della Lucchese.

Advertisement
Click to comment
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x