Prima categoria: i risultati della 24° giornata

Nella foto Corrado Tosini, tecnico della Neania. Buono l'esordio con la Nuova Grosseto

ARGENTARIO – BADESSE CALCIO 1-1

ARGENTARIO: Milani, V. Moriani, S. Costanzo, Palombo (20’ st Pennisi), S. Moriani, Ferrari, Sclano, Cedroni, Atzori, Perrone, Giovani (36’ st M. Alocci). A disposizione: Costantini, Sordini, Della Monaca, M. Alocci, Pennisi, J. Alocci. All. Procaccini.
BADESSE CALCIO: Giannerini, Mascambruno (42’ Giotti), Sardelli, Romeo, Landolfi, Chellini, Dav. Barbi, Dan. Barbi, Pecchi (48’ st Certosini), Di Cicco, Zacchia (6’ st Giacopelli). A disposizione: Bianciardi, Certosini, De Gregorio, Giacopelli, Giotti, Dezi. All. Fusci.
ARBITRO: Bertini di Prato.
RETI: 34’ (rig.) Sclano, 5’ st (rig.) Pecchi.

L’Argentario mette i brividi alla capolista (1-1 il finale), che evita il ko grazie alla concessione di un calcio di rigore apparso molto generoso all’inizio della ripresa. Il pari non sminuisce però la prestazione gagliarda e convincente del team di Procaccini, che ha dimostrato di avere le qualità per fronteggiare la prima della classe.
All’inizio la gara è molto tattica, nessuna delle due squadre si sbilancia più di tanto. Davide Barbi, in rovesciata, apre il taccuino delle occasioni, ma Milani para senza difficoltà; rispondono i padroni di casa con Atzori che, dopo aver vinto un rimpallo, spreca in area senese. Al 34’ però, l’Argentario si porta in vantaggio: serpentina di Giovani in area, con un difensore senese che aggancia il giocatore locale: sul dischetto si porta Sclano che insacca a fil di palo.
Il vantaggio galvanizza i santostefanesi che, prima dell’intervallo, hanno ancora una grande chance con Atzori, ma Giannerini risponde da campione. Nella ripresa, la capolista entra in campo con altro piglio: al 3’ Pecchi, in mezza rovesciata, chiama alla respinta Milani, mentre al 5’, lo stesso attaccante trasforma il penalty concesso per una trattenuta in area. Veementi le proteste dell’Argentario. L’Argentario si getta in avanti a testa bassa e troverebbe pure il 2 a 1 con Cedroni: l’arbitro inizialmente convalida, poi annulla la rete, segnata di mano, per l’ammissione dello stesso centrocampista.
Le Badesse si riaffacciano in avanti con un copo di testa di Barbi, Milani è attento, mentre alla mezz’ora ancora Cedroni protagonista con un diagonale che sfiora il palo. Al 35’, però, occasione colossale per i senesi: mischia in area furibonda, con la palla che sbatte sul palo e poi finisce fuori. Prima della fine, un difensore delle Badesse sfiora l’autorete su percussione di Atzori. Un pareggio quindi sostanzialmente giusto, con molti meriti per i padroni di casa.

CALDANA – RIBOLLA 0-2

CALDANA: S. Albonetti, Giorgetti, Creatini (15’ st Voddo), Vecci (30’ st Gryka), Casaccia, Zurlo, Felici, Filippini, Masiello, Rotelli, Gualtieri (20’ Paradisi). A disposizione: Benini, Di Fiore, A. Albonetti. All. Ruggieri.
RIBOLLA: Santini, Bruno, Ferrari, Goanta, Franchi, Marri (43’ st Meconcelli), De Rose, Pratelli, Burioni (39’ st Esposito), F. Santini, Pieri. A disposizione: Terni, Cozzolino, Y. Magnani, Ceccarelli. All. Scheggi.
ARBITRO: Lombardi di Pontedera.
RETI: 8’ e 22’ st Burioni
NOTE: espulso Ferrari al 7’ st per fallo da ultimo uomo.

Il Ribolla non si ferma nemmeno a Caldana (0-2 il finale) e si mantiene stabilmente al secondo posto. Decisivo Burioni, tra l’altro un ex della partita, con la sua doppietta: l’attaccante era al rientro dopo un mese a causa dell’infortunio al naso patito contro il Fonteblanda.
I bianconeri approcciano meglio la gara e, dopo otto minuti, sono già in vantaggio: mischia in area, Zurlo devia la sfera che, prima di entrare in rete, viene corretta proprio da Burioni. I padroni di casa si spingono in avanti con generosità, ma con poca concretezza: la migliore occasione è in avvio di ripresa, con Ferrari costretto alle cattive per fermare l’avanzata locale. L’inferiorità numerica non fiacca l’animo del Ribolla che, a metà ripresa, mette al sicuro il risultato con un super gol di Burioni: il numero 9 prende palla a centrocampo, supera due avversari e con un potente destro non lascia scampo a Albonetti.

CASTIGLIONESE – VIRTUS CHIANCIANO 2-1

CASTIGLIONESE: Speroni, Grossi, Guerriero, Batazzi, Marchi, Giagnoni, L. Magrini, Toninelli, Caldelli, Mariottini, Bonelli. A disposizione: Marroccella, F. Magrini, Di Franco, Andreini, Sciretta, Armellini, Pacinotti. All. Tosini.
VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, Fucelli, M. Benicchi, Barbetti, Daviddi, Fei, Esposito, Lodi, Rosadini, Cozzi Lepri, Bernetti. A disposizione: Rossi, Fallerini, Valdambriani, Poggiani, Landi, G. Benicchi, Marchetti. All. Massarelli.
ARBITRO: Paoletti di Livorno.
RETI: 5’ Marchi, 25’ st Bonelli, 40’ st Bernetti.

La Castiglionese ci ha preso gusto e, con la vittoria per 2 a 1 ai danni della Virtus Chianciano, si allontana momentaneamente dalla zona calda della classifica. I tre punti conquistati a Ponte d’Arbia sembrano aver sbloccato i ragazzi di Tosini, che indirizzano a proprio favore la gara già dalle battute iniziali con Marchi, in rete dopo appena cinque minuti. Il difensore va in gol a seguito di un calcio piazzato. A metà ripresa, Bonelli, particolarmente ispirato negli ultimi turni, raddoppia per i rossoblù. La partita sembra chiusa, ma il solito Bernetti permette ai termali di crederci negli ultimi cinque minuti. Il risultato però non cambia, e la Castiglionese incamera questi tre punti fondamentali.

MAGLIANESE – PONTE D’ARBIA 1-1

MAGLIANESE: Cucca, Amadio (45’ st Corridori), Sgherri, Brasini (23’ st Venturini), Ciavattini (20’ st Petroselli), Bini, Berardi, Puccini, Sabatini, Gamberoni, Stringardi. A disposizione: Cavallo, Boni, Valentino, Venturini, Corridori, Petroselli, Darini. All. Boni.
PONTE D’ARBIA: Lorenzini, Fantini (30’ st Padrini), Cortonesi, Tomei, Sampieri, Brizzi, Forzoni, Camara, Tornesi, (30’ st Binarelli), Manetti, Gurguska. A disposizione: Anselmi, Pianigiani, Sacchi, Binarelli, Bonari, Padrini. All. Fedeli.
ARBITRO: Melis di Piombino.
RETI: 6’ Forzoni, 14’ Berardi.
NOTE: espulso Padrini al 35’ st.

Si conclude in parità (1-1) la gagara tra le pericolanti Maglianese e Ponte d’Arbia.
Dopo sei minuti la squadra ospite passa in vantaggio grazie a Forzoni, che approfitta di uno svarione difensivo giallorosso e giunge solo davanti a Cucca, incolpevole nell’occasione. Dopo solo otto minuti, però, la Maglianese pareggia: Berardi conquista un pallone a centrocampo, si libera di due avversari e fa partire un rasoterra che batte Lorenzetti. La Maglianese spinge e alla mezz’ora ha l’occasione migliore con Stringardi, che colisce in pieno la traversa su calcio di punizione. Proprio allo scadere del primo tempo, anche i senesi colpiscono una traversa, sempre su calcio piazzato. La ripresa è sostanzialmente equilibrata, con toni agonistici elevati e continui cambi di fronte. A dieci minuti dal termine, il Ponte d’Arbia rimane in dieci per l’espulsione di Padrini e, nel finale, dubbi per un fallo in area ai danni di Berardi. Risultato alla fine giusto, che però scontenta entrambe le squadre, invischiate nella parte bassa della classifica (Stefano Venturelli).

PIENZA – PAGANICO 1-1

PIENZA: Minocci, Iammatteo, Bonari (dall’81’ Murgia), Mangiavacchi G., Bindi G., Dezi, Anselmi, Bindi E. (dal 66′ Pomi), Fioravanti, Leporini, Nocchi. All. Cresti. A disposizione: Mangiavacchi A, Sabatini, Poggialini.
PAGANICO: Marchi, Nelli, Pifferi, Noferi, Agresti, Modesti, Vacchiano, Biagini, Pieri, Magnani, Longino (dal 57′ Savini). All. Agresti A disposizione: Machetti, Marraccini, Ghini, Lavorgna, Marzocchi.
Arbitro Righi di Arezzo
GOL: 47′ Nocchi, 55′ Magnani (rig.).

PIEVESCOLA – ALBERESE 2-2

PIEVESCOLA: Andreola, De Luca, Sesto, Bagni (52′ Poli), Di Libero, Pratesi, Marcoionni, Youkan , Vojdulla, D’Auria, Schiano (75′ Ndow 88′ Grassini) All. TINTISONA
ALBERESE: Allegro, Camarri, Massieri, Pastorello W., Ciavattini, Brizzi, Paoletti (68′ Cavallaro), Pastorello F., Pedroni, Coralli, Savelli All. ALLEGRO
Arbitro: Panagia di Arezzo
Marcatori: 20′ D’auria, 30′ Bagni, 47′ Pedroni, 90′ Pastorello F.

SORANO – SAN QUIRICO 0-0

SORANO: Tramontana, Coli, Dominici, Brizi, Onori, Sonnini, Alborino (18’ Bibi), Di Carlo, Sequino, Buosi, Santinami (15’ st Caronna). A disposizione: Cappelletti, Caronna, Bibi, Falchi, Ercolani. All. Gaggi.
SAN QUIRICO: Borghi, Popa, De Luca (15’ st De Bernardi), Bernetti, Bianciardi, Marconi, Magini, Tollapi (28’ st Vasconi), Bindi, Fortunati (2’ st Mangiavacchi), Dinetti. A disposizione: Pricope, El Ghiat, Bensi, Mangiavacchi. All. Pecci.
ARBITRO: Gocci di Arezzo.
NOTE: Borghi calcia sul palo un rigore al 2’.

Termina con il risultato a occhiali (0-0) la sfida tra Sorano e San Quirico, che continuano così la propria positiva marcia. Zero gol, ma diverse emozioni, in una gara che è stata comunque equilibrata.
I giallorossi hanno subito una grande occasione dopo soli due minuti: l’arbitro concede loro il penalty, sul dischetto si porta il portiere Borghi (vista la squalifica di Vento) che però colpisce il palo. Il Sorano viene come svegliato dal pericolo e, a metà tempo, colpisce una clamorosa traversa con Buosi: la palla ritorna in campo sui piedi di Sequino, ma Borghi si fa perdonare l’errore dal dischetto con un super intervento.
Nella ripresa la gara si incanala sui binari dell’equilibrio, con una sola fiammata da parte dei locali: il subentrato Bibi, infatti, colpisce la traversa a Borghi battuto, ma, in questa gara, la palla non ne voleva proprio sapere di entrare in rete

VALDARBIA – FONTEBLANDA 3-1

VALDARBIA: Neri, Albanese, Minucci, Andriolo, Corti, Mazzarella, Donatelli (76′ Fontani), Terzuoli (88′ Armini), Acerra, Meconcelli, Ventrone. A disposizione: Pistolesi, Machetti, Pittalis, Magneschi, Prugnoli. Allenatore: Magneschi
FONTEBLANDA: Bartali, Lubrano S. (80′ Picchianti), Amaddii, Lubano N., Bifini, Melchionda, Boni, Cerboneschi (72′ Ricci), Falciani A., Angelini, Giani. A disposizione: Angiolini, Santini, Capucini, Falciani L. Allenatore: Russo
ARBITRO: Rossi di Carrara
RETI: 20′ Acerra, 39′ Angelini, 48′ Donatelli, 52′ Corti
NOTE: espulso Bifini

GUARDISTALLO MONTESCUDAIO – FOLLONICA 2-0

GUARDISTALLO MONTESCUDAIO: Orefice, Raglianti, Cammellini (20’ st Di Rosa), Di Meo, Macchioni, Scarpa, Grassi, Gronchi, Barbanti (30’ st Magazzini), Mezzetti, Passalacqua. A disposizione: Cobrino, Di Nunzio, Sarperi, Guerrieri, Di Rosa, Varsari, Magazzini. All. Nasoni.
FOLLONICA: Bigoni, Decembrini, Batistoni, Garofalo, Tocchi, Errico, Caratelli (2’ st Falleni), Barbosa, Monterisi, Duranti (15’ st Corrado), Vecce. A disposizione: Corti, Zinali, Bucchioni, Cantini, Pacini, Corrado, Falleni. All. Ballerini.
ARBITRO: Capanni di Firenze.
RETI: 21’ st Scarpa, 30’ st Di Rosa.
NOTE: ammoniti Raglianti, Di Meo, Decembrini, Garofalo, Falleni.

Il Follonica torna a mani vuote anche dalla trasferta di Montescudaio (2-0) e ora la situazione di classifica si fa davvero critica: la squadra del Golfo, dopo aver accarezzato anche la testa della classifica nella fase iniziale del campionato, si trova ora in piena zona playout.
Eppure i biancoazzurri si sono ben disimpegnati nel primo tempo contro il Guardistallo, risultando poco concreti, ma comunque esercitando una discreta pressione.
Ma, nella ripresa, i locali sono cresciuti e hanno trovato le due reti con calci da fermo: al 21’ Scarpa sfugge alla marcatura dei difensori ospiti e insacca di testa su angolo, mentre il neoentrato Di Rosa fissa il definitivo 2 a 0, direttamente su calcio di punizione dal limite dell’area.

MONTEROTONDO – DONORATICO 1-0

MONTEROTONDO: Bugelli, Barsacchi, Lorenzini, Giacomini, Ciaravolo, Toscanelli (21’ st Cascinelli), Hajjaj (32’ st Flori), Bencini (23’ st Lonzi), Khouribech, Perciavalle, Neri. A disposizione: Quadelli, Flori, Lonzi, Castellani, Cascinelli, Vezzi. All. Cavaglioni.

DONORATICO: Reali, Gianfilippo, Biagi (10’ st Faraoni), Lorenzi, Tieghi, Beretti, Mattera (5’ st De Giulli), Campolmi, Locatelli, Simoncini, Matta (30 st Socci). A disposizione: Nelli, Socci, Faraoni, Bali, De Giulli, Puglielli, Mazzei. All. Bani.

ARBITRO: Del Papa di Lucca.

RETE: 36’ st rig. Khouribech.

Il Monterotondo torna alla vittoria (1-0) ai danni di un Donoratico che si è rivelato, come nelle previsioni, un osso molto duro.
I rossoverdi erano reduci dal pesante rosvescio subito in caso della capolista Perignano, una sconfitta che rischiava di abbattere anche dal punto di vista psicologico Bugelli e compagni: l’inizio di gara è stato abbastanza a corrente alternata, con la squadra contratta e poco pericolosa in avanti. Logico quindi andare all’intervallo bloccati sul risultato di partenza. La ripresa è proseguita sulla falsariga del primo tempo, ma mentre la gara stava avviandosi verso il pari, a dieci minuti dal termine arriva l’episodio che gira il corso del match: l’arbitro Del Papa concede la masisma punizione e Khouribech, con la sua solita freddezza, permette al team di Cavaglioni di ottenere il massimo risultato con il minilo sforzo: tre punti in cascina e obiettivo playoff ancora raggiungibile.

4 Comments
  1. Andrea Maglianese 5 anni ago
    Reply

    La Maglianese ha pareggiato 1 a 1.

  2. Argentario 5 anni ago
    Reply

    Furto al macarana…rigore inventato per le badesse e gol assegnato all’argentario e poi annullato dopo le proteste degli ospiti…comunque ottima prestazione contro capolista!!

    • Gianne 5 anni ago
      Reply

      Il furto ci sarebbe stato se l’arbitro avesse convalidato la rete ( fatta di mano ) all’argentario!!!!
      Analizzando la partita direi che le Badesse sono scese in campo con 7 quote .. il primo tempo meglio l’argentario .. a parte il rigore però , un solo tiro in porta da parte della squadra di casa. Nel secondo tempo sono Uscite fuori le Badesse e a parte il rigore , Milani ha dovuto fare 3 o 4 parate , senza parlare della super mischia a 5 minuti dalla fine in area dei apdroni di casa.
      I rigori ci stavano tutti e due.. direi partita maschia e corretta, sicuramente non bella, che conferma il Maracanà campo ostico per tutte le squadre.
      La nota più bella , c’è satata “nel terzo tempo ” … con l’ingresso e la rete del Bomber.. un gesto bellissimo che fa onore alla società dell’Argentario!!!

      Michele Giannerini

  3. pepito 5 anni ago
    Reply

    vittoria meritata della castiglionese chianciano sotto tono unico tiro il gol fantastico di bernetti !!! dirigenti di castiglioni un po’ troppo agitati

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news