Connect with us

Altre notizie

Coronavirus, gli Usa accusano la Cina di aver falsificato i dati

Published

on

Non un’accusa generica, ma diretta, quella mossa dagli Usa alla Cina in merito ai numeri reali del Coronavirus all’interno del colosso asiatico. Questo, per lo meno, è quanto risulterebbe da un dossier segreto consegnato alla Casa Bianca da tre “spie” a stelle e strisce nel quale sarebbe stata avanzata l’ipotesi, suffragata da rapporti numerici, di come Pechino avrebbe mentito sull’entità dei contagiati e dei morti. Numeri, quelli cinesi, che all’inizio sono sembrati molto alti, ma che con l’esplosione dei contagi prima in Italia, poi in Spagna e dopo negli Stati Uniti, hanno fatto pensare che qualcuno, in Oriente, potesse aver nascosto qualcosa. Effettivamente, Wuhan, la capitale della Provincia dell’Hubei, abitata da quasi 6o milioni di persone (poco meno dell’Italia), conta circa 11 milioni di residenti e i numeri dichiarati rispetto anche ai focolai hanno destato più di una perplessità. Tra l’altro, va ricordato come la Cina inizialmente abbia provato a tenere nascosto il problema del Coronavirus fino al 26 gennaio, quando è stata costretta ad ammettere l’esplosione del contagio.  C’è di più, però, perché in qualche modo, con l’atteggiamento appena descritto, la Cina non avrebbe consentito agli altri Paesi di sviluppare un adeguato senso di pericolo riguardo al Covid 19. Questo clamoroso “J’accuse” statunitense nei confronti del gigante orientale è stato reso noto dal sito Bloomberg con un articolo che è stato presto rimbalzato a livello mondiale e del quale vi forniamo il link diretto:
https://www.bloomberg.com/news/articles/2020-04-01/china-concealed-extent-of-virus-outbreak-u-s-intelligence-says?srnd=premium-europe

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

Advertisement
2 Comments

2 Comments

  1. Taulant Zaimi

    Taulant Zaimi

    1 Apr 2020 at 22:01

    In cina saranno morte più di 100.000 persone.. è assurdo pensare che siano morte solo 3200 persone.. poi il dato che dal 7 dicembre inizi del epidemia più o meno, fino al 26 febbraio quasi 8.000.000 di numeri di telefono che sono fuori servizio, che non vengono più usati, questo solo a wuhan dove è scoppiata l’epidemia.. i cinesi meglio che stanno zitti e non continuano con queste falsità che tutto questo è colpa loro, dovevano chiudere tutto e contenere l’epidemia nel loro paese..!

  2. Pingback: Coronavirus, gli Usa accusano la Cina di aver falsificato i dati – GrossetoSport - Corona Virus News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi