Terza Categoria

Terza: il Punta Ala non si nasconde più. Occhio al Massa ed al rientro dell’Invicta

Dieci giornate, si è toccato 1/3 di stagione. E forse qualcosa di più chiaro si sta delineando in Terza categoria. La prima certezza arriva da Punta Ala, dove la formazione di Rosselli, vincendo lo scontro con la Nuova Grosseto, ha dato l’ennesimo segnale di forza, fisica, tecnica ma soprattutto mentale in un girone che finora aveva lasciato qualche dubbio sulla reale capacità della squadra di Pasquesi e soci. Vincendo contro la Nuova Grosseto, non l’ultima arrivata, il Punta Ala si è scoperto davvero grande. Ed ora il sogno di vincere il campionato, finora chiuso a doppia mandata in un cassetto, potrà essere pronunciato. Sette vittorie, 3 pareggi, secondo miglior attacco e miglior difesa, assieme alla Torbiera, sono i numeri di una formazione che punta davvero al salto. Dietro i ko di Nuova e Braccagni allungano il gruppo, con l’Orbetello Scalo che si getta alla rincorsa della capolista, sbancando Braccagni dopo una prestazione non brillante, ma d’esperienza e cinismo, conclusa con due reti nel finale. I lagunari vanno all’inseguimento della prima, ma vengono tallonati dal Massa Valpiana, mentre il Braccagni dopo un bel filotto di risultati positivi si è riscoperto inesperto di fronte a certi incontri. Il Massa vince ancora, stavolta grazie alla panchina, e insegue al terzo posto a 4 punti dalla capolista. Il team di Cappellini quest’anno sembra davvero attrezzato, per quanto giovane, ad una stagione importante. Viste le assenze di domenica, vincere col Castiglione è stato un doppio colpo. La squadra di Loffredo è in piena crisi d’identità e nervi, e continua ad imbarcare acqua domenica dopo domenica. Tre vittorie in 10 partite sono un bottino troppo misero, che sta cancellando i buoni propositi dell’inizio di stagione. Successo importante, per come pervenuto, per l’Invicta che sta macinando punti da un mesetto e che con qualche assestamento tattico potrebbe davvero tornare ad insidiare le prime tre posizioni. L’Aldobrandesca in via Calabria ci ha rimesso le penne, rimanendo a -10 dalla vetta, mentre i grossetani salgono a 17 punti aggiungendosi al gruppo che ambisce ai playoff. Col rientro di Morelli torna a vincere anche il Montemerano. Strano, ma vero, ma un solo giocatore cambia in positivo le sorti di una squadra. Con Morelli infatti i mancianesi possono giocarsela a viso aperto con diverse avversarie; senza invece diventa un problema. Il Campagnatico vince il derby con l’Atletico Arcille per 1-0, ma di bello oltre ai tre punti, c’è anche il ritrovato entusiasmo della piazza biancoblù, che dopo un’annata in chiaro-scuro, quest’anno si sta divertendo e sta appassionando.

Andrea Capitani

Responsabile Terza categoria e Altri sport

Email: a.capitani@hotmail.it

1 Comment

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *















Loading…















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: