Calcio Seconda Categoria

Seconda categoria “G”: è sempre più Saurorispescia

Nella foto Papa (Saurorispescia)

SECONDA CATEGORIA GIRONE F
Casale Marittimo-Montieri 3-2
Rio Marina-Etrusca Vetulonia 2-6

SECONDA CATEGORIA GIRONE G

Aurora Pitigliano-Marsiliana 1-3

A.Pitigliano: Macchioni, Desideri, Manetti, Lupi, Biribicchi Fa., Micci, Peparello, Cini, Biribicchi Fr., Gamberoni, Formiconi A disp.: Dominici, Pizzinelli, Celata, Belani, Chiavai, Colonnelli, Nigro All. Larini

Marsiliana: Zambelli, Balocchi, Rocconi, Carrucola, Murri, Checcacci, Domenichelli, Checcacci L., Stella, Ulanio, Fanteria A disp.: Teti, Faro, Bonomei, Rum, Nutarelli, Giannini, Pirani All.: Anselmi

Marcatori:20′ Fanteria 35′ Stella 30′ st. Formiconi 40′ st.Stella

Castell’Azzara-Cinigiano 3-0

CASTELL’AZZARA: Delli Campi, Giglioni, Scapigliati M., Vertecchi, Magini (8’st Papalini), Cheli (28’st Di Fiore), Vagnoli, Cocar, Coppi, Sistimini, Scapigliati D. (30’st Bagno) A disposizione: Sarti, Fortunati, Scapigliati L., All. Baffetti.
CINIGIANO: Pobega, Fanfani (30’st Valentini), Kaja, Idrizzi (30′ Bufi), Ferrini S., Coppi, Panfi, Ferrini T., Oneto (12’st Lopez), Sclano, Fabiani. A dispoizione: Marasà, Migliori, Pallanti, Valocchia. All. Ciavattini.
Arbitro: Casini di Siena.
Marcatori: 40′ e 25’st Coppi, 28’st Sistimini.

Intercomunale Santa Fiora-Saurorispescia 0-2

INTERCOMUNALE SANTA FIORA: Marchi, Demuru D., Cortini, Demuru N., La Rosa, Moscarini, Martellini, Cencini, Paganini, Pedroni, Modesti. A disposizione: Severini, Boffa, De Santis, Pinzuti, Notari. All. Cencini.
SAURORISPESCIA: Ginanneschi, Ciarpi, Vichi, Cagnacci, Sorini, Tamburelli, Diaconu, Ricci G., Ricci M., Ville, Aurilio. A disposizione: Mantiglioni, Breggia, Amorfini, Garofalo, Ciani, Tenerini, Andreini. All. Papa.
Arbitro: Valenti di Siena.
Marcatori: 25′ Ricci M., 30’st Tamburelli.

Montiano-Maglianese 4-2

MONTIANO: Ferioli, Guerri (16’st Piccini), Marconi, Brezzi, Artiaco, Manzella, Demerji, Sforzi A., Machetti (7’st Marra), Mazzinelli, Pandolfi (35’st Riccardi). A disposizione: Bartolini, Malossi, Shaba, Sforzi L. All. Cipriani.
MAGLIANESE: Cucca, Sgherri, De Felice, Darini (32’st Corridori), Venturelli, Puccini, Berardi, Pugliese, Brasini (4’st Steccati), Barzellotti, Bini (28’st Ercoli). A disposizione: Cavallo, Venturini, Rotelli. All. Boni.
Arbitro: Innocente di Siena.
Marcatori: 1 e 10′ Demerji, 15′ Machetti, 20′ (rig) Pandolfi, 40′ Berardi, 21’st (rig) Barzellotti.

Montorgiali-Porto Ercole 0-1

Montorgiali: Maslovatii, Negri, Belardi, Nerozzi, Mena Oliva, Angeli, Martellini, Torti, Avanzati, Alessandrini, Vento A disp.: Agliano, Lanziano, Tonini, Seggio All. Lenzi

Porto Ercole: Magarotto, Lubrano, Pucci, Schiano, Prati, Coli, Stagnaro, Sabatini M., Lorenzini, Salvini, Bartolini A disp.: Carillo, Fanciulli, Sabatini F., Scotto, Sabatini D., Servidei, Costagliola All. Guidi

Marcatori: 40’ st. Servidei

Nuova Radicofani-Amiata 1-1

Nuova Radicofani: Belli, Mangiavacchi, Tettamanti, Rossetti, Taormina F., Coppi, Giuliacci, Giglioni, Taormina A., Mucciarelli,Lombardi A disp.: Perugini, De Luca, Taliani, Massai, Bonsignori, Scapigliati N., Battaglini All.: Baldoni

Amiata: Nannetti, Viti, Sacchi, Caccamo, Santelli, Ponzuoli, Magini, Rappuoli, Ubaldi, Lazzarelli, Scapigliati D. A disp.: Pierguidi, Demuru, Romani, Flori, Giglioni, Sabatini All. Savelli

Marcatori: 5’ st. Lombardi, 13’ st. Lazzarelli (rig)

Orbetello-Neania 1-3

Marcatori: Corsini M. (3)

Sant’Andrea-Torbiera 4-1

Sant’Andrea: Ricci, Santi, Incordino, Rosi, Lupo, Zauli E., Dionisi, Castriconi, Cappelloni M., Bellumori A disp.: Calcagno, Scotto, Zauli F., Amoroso, Cappelloni A., Musarra All. Berni-Terramoccia

Torbiera: Amaddii, Contini, Rossi, Folli, Ricci, Venanzi, Innocenti, Sabbatini, Lupinetti, Porcarelli A disp.: Lottatori, Zandomenighi, Francavilla, Bartalucci ALl. ;ucci

Marcatori: 25’ pt. Sabbatini (rig)., 25’ st. Musarra, 33’ st. Castriconi, 45’ st. Amoroso, 47’ st- Castriconi (rig)
Note: espulso 5’ st. Santi, 10’ st. Pellegrini

mm

Fabio Lombardi

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • INTERCOMUNALE SANTA FIORA- SAURORISPESCIA= 0-2

    Vittoria meritata del Saurorispescia, non tanto per il numero delle conclusioni ( due tiri-due gol, senza che Marchi abbia mai compiuto un intervento di rilievo) quanto per il gioco espresso, che è parso fluire quasi sempre spontaneo e ben organizzato al cospetto di un Santa Fiora ancora una volta messo in difficoltà da assenze decisive per infortunio o per squalifica (Ciavattini).
    E’ vero che anche il Sauro mancava ( almeno) di Betti e Briaschi ma, evidentemente, la rosa di Mister Papa è tale da mettere a disposizione nelle emergenze alternative senz’altro valide, come dimostrato oggi, mentre per l’Intercomunale le contemporanee assenze di Tiberi, Ciavattini, De Sanctis e Biagini , oltre a Modesti, rimasto in campo solo per onor di firma e poi sostituito ad inizio ripresa, contro la capolista hanno avuto un peso che si è rivelato, alla fine, decisivo.
    Il primo gol del Sauro è stato segnato dal centravanti Ricci in netta posizione di fuorigioco: poco male, perché poco prima l’incompetentissimo Direttore di Gara, tale Federico Valenti da Siena, aveva fermato un’azione identica non avvedendosi che l’attaccante era clamorosamente tenuto in gioco( due metri e mezzo buoni!) da Daniele Demuru, cantonata assai facile da prendere, se ci si reca la domenica sui campi di gioco, convinti di poter arbitrare costantemente a trenta-quaranta o anche cinquanta metri dalla palla, dal momento che si è privi di una qualunque preparazione fisica atta alla bisogna!
    Infatti , l’inadeguatissimo arbitro, di lì a poco, è stato capace di confezionare la più grossa delle cappelle viste negli ultimi anni sui campi dei dilettanti quando Modesti, saltato secco in area il difensore, si apprestava a tirare a quattro cinque metri dalla porta, ma si vedeva abbattere da una gran lecca sul ginocchio di appoggio che si è sentita dalla tribuna, ma non udita però dall’arbitro ( molto più prossimo al centrocampo invece che all’area) né tantomeno vista!!!!
    La cosa ha fatto inferocire tutti ( me compreso) perché, davvero, proprio mai è possibile assistere in un campo di calcio ad un fallo tanto evidente non sanzionato dall’arbitro!!!!
    Per me, per molti spettatori e temo anche per qualche giocatore, almeno dal punto di vista psicologico, la partita è finita lì: non voglio scomodare la malafede ( anche se parecchi dubbi cominciano a venirmi…) ma il Direttore di Gara di oggi ( senz’altro DI GRAN LUNGA IL PEGGIORE tra quelli visti all’opera finora tra Campionato e Coppa) si è dimostrato di un’inadeguatezza avvilente, ma soprattutto estremamente pericolosa per l’incolumità dei ragazzi in campo, cui solo la buona sorte, in un campo allentato, ha concesso di uscire alla fine senza danni particolari.
    E neanche la presenza del Commissario di Campo può servire da consolazione, perché sono certissimo che tutto finirà, come al solito, a tarallucci e vino e questo AUTENTICO INCOMPETENTE si ritroverà, già da domenica prossima, a fare danni simili da qualche altra parte… Speriamo vicinissimo a casa sua.
    Ma torniamo a parlare di cose serie.
    Il Santa Fiora ha avuto l’occasione di pareggiare verso il 10° del secondo tempo sugli sviluppi di una bella punizione di Pedroni respinta da Ginanneschi, ma né La Rosa né De Muru sono riusciti a toccare il pallone che ha ballonzolato a pochi centimetri dalla linea di porta per poi perdersi a fil di palo.
    Bello il raddoppio del Sauro: punizione di (mi pare) Ville dalla tre quarti che andava a pescare dalla parte opposta dell’area l’inserimento a tutta birra di Tamburelli che insaccava di testa a tu per tu con Marchi, la cui immobilità nella circostanza mi ha fatto sospettare che non si fidi ancora completamente della spalla convalescente.
    Il resto del tempo mancante ha visto un Santa Fiora proteso orgogliosamente in avanti, ma senza creare grattacapi di alcun tipo ad un Sauro che non disdegnava le ripartenze che però, per una ragione o per l’altra, si arenavano sempre sul limite dell’area rossoverde.
    Una bella squadra, il Saurorispescia, senz’altro la migliore insieme al Casteldelpiano ( ma mi sono piaciute, almeno in parte anche a Castell’Azzara e Amiata) tra quelle viste quest’anno: un gruppo di ragazzi a cui non difetta (per fortuna!) l’agonismo, ma che danno la netta impressione di saper anche giocare sul serio a pallone, oltre ad essere confortati, costantemente, da un canovaccio di gioco a cui sembrano rifarsi di continuo, probabilmente conoscendolo a menadito. Bravi, un sincero in bocca al lupo da parte mia!
    Il Santa Fiora di quest’anno, pur perseguitato dalla malasorte e dagli infortuni, sembra davvero essere molto lontano da ciò che in molti speravamo: siamo ormai alla quarta sconfitta in nove partite, che mi sembrano davvero troppe per poter pensare di ambire a qualcosa di importante verso la fine di aprile.
    Non so cosa riserverà il mercato di riparazione ma, a parer mio e augurandomi con tutto il cuore di essere completamente sbugiardato, ben difficilmente sarà possibile portare la navicella rossoverde a risalire la china per poi, magari, riuscire a tenere il passo delle migliori.
    Comunque, amici, ricordate: se vi dovesse capitare, una delle prossime domeniche, la sventurata designazione di un tal FEDERICO VALENTI di Siena, il mio consiglio per voi e per il vostro fegato, è quello di……dedicare, senza tentennamenti, un’ intera domenica pomeriggio alla vostra famiglia! Mi ringrazierete…
    Buona settimana a tutti.

    • Salve Amiatenis, ero presente alla partita ieri, e a mio avviso il fatto che lei giustamente cita come degno di nota è andato assai diversamente; la dinamica dell’azione prevedeva che il numero 11 dopo un rimpallo avesse portato avanti il pallone sul vertice dell’area, il punto è suddetto giocatore è andato a colpire lo stinco del difensore cercando volutamente il contatto per il rigore; sia chiaro quello che ha fatto non è un fatto che viola l’etica perchè cercava solo di procurarsi un rigore..solo che al momento del contatto il difensore ha tirato via la gamba mentre il numero 11 è crollato a terra in maniera un pò troppo rovinosa, questa almeno è la versione dei fatti che ho avuto dai ragazzi in campo.
      Al di là dell’episiodi credo che lei da persona intelligente e competente di calcio saprà quanto possa essere limitativo ed ingiusto circoscrivere una partita in un episodio.
      Ho saputo che il numero 11 tra l’altro è suo figlio, al quale auguro una pronta guarigione per il piccolo infortunio, e auguro a lei e alla squadra un in bocca al lupo per il proseguio del campionato.

  • La Seconda Categoria al di là del Fiora: livello ancora superiore rispetto al girone grossetano?

    Sporting Bagnoregio 14
    Virtus Acquapendente 14
    Querciaiola 13
    Virtus Pilastro 13
    Bomarzo 13
    Nuova Ortana 11
    Real Canepina 11
    Bolsena 10
    Real Vitorchiano 9
    Tarkna 9
    Real Montefiascone 8
    Grotte S.Stefano 7
    Onano Sport 7
    Arlenese 5
    Maremmana 5
    Nuova Pescia Romana 5

    • Ciao Juan, ben ritrovato.
      Poni una domanda a cui è impossibile rispondere, guardando solo la classifica e non avendo mai visto una partita!
      Approfitto per chiederti un’informazione: dal momento che molte partite del’Eccellenza laziale si giocano la domenica mattina, sai dirmi se è così anche per l’Acquapendente quando gioca in casa? Dove posso trovare gli orari delle partite?
      Un cordiale saluto.

      • Senti un pò, insomma il Modesti jr l’ha presa la stecca o ha fatto il furbetto?

  • Rispondo sia a Paolo che a Mezzolitro.
    Sinceramente, Paolo, credo che lei confonda l’episodio del rigore di cui ho parlato con un’altra azione, perché il fatto a cui mi riferisco io NON E’AVVENUTO, come lei dice, AL VERTICE DELL’AREA, MA NEI PRESSI DELLA LINEA DI FONDO alla destra del vostro portiere: rientrando verso il vertice dell’area piccola, mio figlio ha saltato secco il difensore, che l’ha messo giù in una maniera che è apparsa, a tutti, inequivocabile, compreso un Commissario di Campo (lui ieri presente in veste non ufficiale, mentre ce n’era un altro mandato dalla Federazione, di cui mi piacerebbe conoscere l’opinione riguardo all’arbitro di ieri, Federico Valenti della Sez. di Siena) che, assistendo all’azione da pochi metri, ha confermato che il rigore era davvero solare.
    Ma non è questo il punto, perché il rigore dato o non dato, secondo me, avrebbe cambiato di poco l’inerzia della partita che, ribadisco, il Sauro ha meritato di vincere mettendo in mostra, tra l’altro, forse il miglior gioco che mi sia capitato di ammirare quest’anno.
    Il problema, a mio avviso, sono arbitri come quelli di ieri , gente che si presenta sui nostri campi come se venisse per una scampagnata al mare di Follonica o di Castiglioni, vergognosamente carenti in mobilità e in preparazione atletica, supponenti al punto di essere convinti di poter arbitrare degnamente anche da distanze siderali dall’azione.
    Ma, quel che più mi preme sottolineare, è il PERICOLO che essi rappresentano per i nostri ragazzi e prova ne sono gli interventi che si sono visti ieri verso fine partita, a cominciare da quello, totalmente gratuito, del numero due del Santa Fiora nei confronti del vostro portiere che aveva da tempo abbrancato il pallone sulla linea di fondo e che si è visto piombare addosso un avversario in scivolata e con le gambe alzate!
    Per il resto ribadisco anch’io il mio più sincero in bocca al lupo al Saurorispescia per il prosieguo del Campionato: contrariamente a chi la pensa in altro modo, sono da ieri invece personalmente convinto che ve la giocherete degnamente fino alla fine!
    Al carissimo Mezzolitro rispondo: Lorenzo ha preso senz’altro una discreta botta nella circostanza del rigore, ma l’infortunio che l’ha costretto ad uscire è stato uno scontro fortuito a centrocampo proprio all’inizio del secondo tempo, in cui ha rimediato una bella ” vecchia”( e così , dopo “lecca” e “stecca” abbiamo forse esaurito il vocabolario grossetano sui traumi da gioco!) sulla coscia destra che gli ha impedito di continuare. Vedremo in settimana ma, conoscendolo, temo che non sia roba da poco, né che si risolverà in pochi giorni.
    D’altronde il calcio è anche questo: come sostiene Eli, mitico massaggiatore della Pianese per quarant’anni: ” Se uno ‘un si vole fa male, ‘un deve giocà a pallone, DEVE ANDA’ A GIOCA’ A OCA!!!!”
    Un cordiale saluto a tutti e due.

    • Non so se può consolà il tù figliolo, però ti riferisco ciò che diceva sempre “la Ciuca” un mio compagno di squadra a Sticciano che OGNI partita le buscava di brutto e io gli chiedevo come mai lui era sempre pieno di lividi e tagli (tra l’altro non metteva i parastinchi, roba da ragazzette…), ” che voi, a me mi picchiano perché sò bravo a giocà, te sai una sega…
      Credo proprio che avesse ragione!

  • Ciao Amiatensis.
    Avevo postato la classifica solamente per completare il post, lungi da me fare un confronto peraltro vecchio e di difficile risoluzione tra i due campionati.
    Anzi,trovo che la Seconda Laziale quest’anno abbia un livello inferiore rispetto ad altre annate mentre quella grossetana si sia mantenuta su standard più che interessanti.

    Per quanto riguarda la Vigor posso dirti che è l’unica formazione del girone A di Eccellenza a giocare il pomeriggio (14,30).
    Proprio ieri è arrivata la prima sconfitta interna dopo 16 mesi per mano dei cugini del Montefiascone in una gara sfortunata ma non certo esaltante per continuità e brillantezza.

    La lotta al primato rimane comunque apertissima considerato il livello medio (modestissimo) che propone quest’anno il massimo torneo regionale. La vetta è a soli tre punti e qualcuno ventila la possibilità di un ritorno sul mercato nella sessione imminente per cercare di giocarsi tutte le chance possibili…

  • Lo capite che il campionato di seconda è una uisp della domenica mattina, leggete la formazione del Rispescia ma stiamo scherzando, giocatori ……….. lasciamo stare un sautoI

    • Come mai siete sempre così ricchi di invidia.Fino a qualche settimana fa, del Sauro Rispescia non parlava nessuno.Ora, ogni occasione è buona, per offendere o attendere qualche passo falso di questi ragazzi, che mi auguro arrivi il più tardi possibile, o meglio, non arrivi proprio.
      Se posso darle un consiglio però, qualche partita del Sauro, senza abbandonarci a polemiche, venga a vederla e si renderà conto, con tanto di rispetto per la UISP, che parliamo di realtà completamente diverse.
      Come vede, ho usato toni abbastanza tranquilli, anche se ci sono gli estremi per usarne altri che forse erano più appropriati….Anzichè essere contenti di queste semplici e umili realtà, viviamo continuamente nella cattiveria e frustrazione….

    • Penso proprio che abbia ragione Buttero: affermare che il gruppo di giovani (e molti li conosco da anni) che compongono il Saurorispescia primo in classifica, sia popolato da giocatori non degni di giocare in Categoria , ma più adatti invece all’UISP (con tutto il rispetto per l’UISP), fa nascere per forza più di qualche sospetto….
      Io sono convinto invece che molti di loro farebbero parecchio comodo a diverse squadre che militano in Categorie anche superiori…
      Approfitto per rispondere a Juan: sì, lo so che la Vigor Acquapendente sta andando assai bene ed è a due- tre punti dalla vetta, nonostante l’inopinata sconfitta di domenica in casa col Montefiascone, e proprio per questo mi ero ripromesso di venire a vederla ( regalandomi una “full immersion” domenicale: mattina ad Acquapendente, pranzetto veloce sulla Cassia per poi essere alle 14.30 a vedere o la Pianese o l’ Amiata o il Castell’Azzara o il Santa Fiora) ma il fatto che sia l’unica squadra del Girone di Eccellenza Laziale a non giocare in casa la domenica mattina alle 11, sconvolge purtroppo tutti i miei piani!!!
      Certo, Juan, mi chiedo: visti gli usi e costumi dei giovani d’oggi e gli orari a cui sono soliti guadagnare il letto, per noi è spesso un problema già giocare alle 14.30, mi domando come facciate voi a metterli in campo alle 11 della domenica mattina!!!
      Ci credo che il Campionato sia, come dici tu, di modestissimo livello: ho paura, però, che giocando a quell’ora, più che la tecnica e la preparazione atletica, le ore di sonno e la morigeratezza al sabato sera giochino un ruolo senz’altro decisivo….
      Un cordiale saluto.
      P.S.: se una domenica vengo a vedere la Vigor, te lo faccio sapere.

  • il campionato di seconda categoria giorone G avendo visto alcune partite, è semplicemente 00000000
    00000000000 -1111111111111111-2222222222222-3333333 a seguire!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Luigi di le cose come stanno in realtà!! La verità è che tutti i campionati dalla terza fino all eccellenza in queste zone sono calati di livello rispetto 10 o più anni fà!!! E vedendo gli altri gironi e campionati, conoscendo anche molti giocatori del girone g di seconda categoria posso affermare che il livello è buono per i tempi che corrono! Nel lazio e più in su fanno ridere veramente.
























Il CalcioMercato di Gs










 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: