Baseball Ultimissime Altri Sport

Rinasce il settore giovanile del Grosseto Baseball

Nel corso di una conferenza stampa l’Enegan Grosseto Baseball ha comunicato alcune novità interessanti per il 2015.

Il primo a prendere la parola è stato il presidente biancorosso Mario Mazzei: “La conferenza stampa di oggi è stata convocata per annunciare alcune decisioni che la società ha preso unitamente allo staff tecnico ed al preparatore atletico Gianni Natale che si sono assunti l’onere di sovrintendere a alla attività giovanile che partirà dalla scuola baseball per arrivare a coprire tutte le categorie giovanili per poter avere in futuro un bacino di utenza maggiore rispetto a quello che abbiamo attualmente. Fino ad oggi abbiamo collaborato con lo Junior e le altre società: continueremo a farlo come abbiamo sempre fatto, ma abbiamo sentito l’esigenza di avere un nostro vivaio per poter seguire meglio la situazione ed affiancare a questi ragazzi i nostri tecnici. Non appena la federazione ufficializzerà a fine Novembre la formula della IBL prenderemo anche una decisione definitiva sulla nostra eventuale partecipazione alla IBL. Se la formula rimane quella attuale, non faremo la IBL e rimarremo in serie A federale per far crescere i ragazzi grossetani”.

Il microfono è passato al direttore sportivo Alessandro Boni: “Restiamo dello stesso avviso di sempre: partecipare alla IBL così come è adesso non ha senso. La nostra priorità è ricostruire il Grosseto Baseball dai giovani per creare una squadra di grossetani. Andare in IBL con una squadra piena di oriundi non ha senso. La nostra priorità è quella di disputare la serie A federale e di far crescere i nostri giovani”.

Il professore Gianni Natale ha spiegato il nuovo progetto del settore giovanile targato Enegan Grosseto Baseball e YMCA: “Abbiamo ottenuto con la prima squadra un risultato gratificante al quale dobbiamo dare seguito. Come cooperativa sportiva YMCA da anni operiamo con una scuola di reclutamento baseball per bambini il cui fattore limitante è legato soltanto al budget. L’accordo con il Grosseto Baseball servirà a garantire un intervento nelle scuole maggiore rispetto a quello che già stiamo effettuando. Come insegnante di educazione fisica nelle scuole medie lavoro già con i ragazzi e nel comprensorio di Capalbio, Marsiliana e Manciano ho scovato ragazzi che possono far bene. La mia intenzione è quello di allargare il discorso anche alle scuole medie di Grosseto. Come scuola YMCA garantiamo il reclutamento dei bambini, mentre per quanto riguarda lo sbocco che poi questi bambini possono avere sposiamo il progetto del Grosseto Baseball che vuole allargarsi al settore giovanile.
Contestualmente c’è anche un progetto di accademia: da anni con la cooperativa sportiva YMCA lavoriamo con giocatori di baseball a prescindere dalla rispettiva appartenenza sportiva. L’idea è quella di consolidare questo progetto unendo le forze con il Grosseto Baseball: lo staff che opera d’Estate con la squadra biancorossa, d’Inverno può supportare i giocatori che frequentano l’accademia che si occuperà di spring training, try out, camp e clinic. Il primo di questi eventi è in programma il prossimo 16 Novembre allo Jannella in collaborazione con il Grosseto Baseball. Il clima della Maremma assomiglia a quello della Florida e questo ci consente di poter utilizzare lo Jannella per tutto l’anno. Paolo Minozzi e Luca Moretti saranno i miei collaboratori più stretti. Enrico Franceschelli si occuperà direttamente del progetto legato alle scuole. La scuola di baseball, il reclutamento e l’accademia non sono cose di poco conto: spero che anche le altre realtà cittadine comprendano l’importanza di questo progetto. Di fatto, siamo aperti ai ragazzi di tutte le età”.

Ha preso la parola Paolo Minozzi: “Il progetto di Gianni Natale servirà come testa di ariete, poi formeremo le squadre in base al materiale umano che avremo a disposizione. La nostra intenzione è anche quella di costruire un gruppo di tecnici che possa lavorare con i giovani. L’obiettivo finale è quello di creare un gruppo di giocatori grossetani che possano giocare nel Grosseto. Purtroppo siamo indietro rispetto ad altre realtà sotto questo punto di vista, ma siamo stati i primi a creare negli anni Ottanta una realtà simile e credo che possiamo ricrearla. Per quanto riguarda la prima squadra posso dire che stiamo lavorando per allestire una squadra competitiva anche per il 2015. La prima squadra deve essere il faro del settore giovanile: anche per questo credo che sia importante la scelta di avere squadre giovanili sotto l’insegna del Grosseto Baseball. Costruiamo una struttura che conduca i giovani dal vivaio alla prima squadra. Abbiamo tutto il tempo per pianificare il futuro, siamo ad Ottobre e stiamo ponendo le basi per la prossima stagione”.

Il microfono è tornato ad Alessandro Boni per le conclusioni: “Gabriele Ermini e Junior Oberto non li avremo con noi il prossimo anno. Faremo una squadra giovane ed i giovani provenienti dallo Junior che avevamo con noi rimarranno anche il prossimo anno. Non è detto che il livello della squadra sia più basso: cercheremo sempre il giusto mix tra giovani e veterani, faremo la serie A con gli stessi obiettivi del 2014. Credo molto nel vivaio, è risaputo, ma credo che si debba mediare tra questo aspetto e le esigenze di classifica. Stiamo lavorando per creare una squadra competitiva”.

Giulio De Paola

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • letto questo articolo non posso non essere rammaricato x la mancanza, nella prossima stagione, di due pezzi da 90, autentici uomini-squadra, come ermini ed oberto.
    Era quasi prevedibile che ci avrebbero salutato visto la stagione stellare che hanno disputato; ad entrambi un immenso in bocca al lupo x la stagione prossima, con l’augurio che il loro non sia un addio definitivo ma un arrivederci a presto.
    Riguardo alla prima squadra, da un lato mi rammarica il non partecipare alla IBL 2015 dal momento che gia’ pregustavo incontri vibranti con rimini; bologna; san marino; parma come ai vecchi tempi (torno a ripetere che una IBL senza il Grosseto e’ un campionato mutilato) ma da un altro lato, rispetto le decisioni societarie soprattutto in virtu’ di un progetto di crescita dei giovani e la creazione di un vivaio che, in futuro, possa garantire un ritorno in grande stile nella massima serie del batti e corri nazionale.
    Parlando infatti di giovani, sono sempre d’accordo nel valutarne le singole capacita’ e soprattutto ampliarne il proprio valore; in sostanza se si vuole far bene con le prime squadre bisogna avere un settore giovanile di un certo rilievo quindi, nel nostro caso, ben vengano ragazzi maremmani da far crescere ed accudire da tecnici esperti.
    Sapere poi che il Grande Gianni Natale curera’ in prima persona questo progetto, possiamo stare sicuri che lo portera’ avanti con passione ed entusiasmo tali da rinverdire quei fasti purtroppo sopiti.
    In bocca al lupo quindi e buon lavoro di cuore a tutti, sperando che fra 12 mesi possiamo ancora issare quel tricolore di A federale apripista x un futuro radioso in IBL.
    MASSIMO AMOROSI

  • Ma che senso ha partecipare ad un campionato dove le squadre fanno a gara a non qualificarsi ai play off, fanno a gara a non effettuare le trasferte piu’ lunghe falsando un torneo che gia’ e’ una barzrelletta…..secondo me i giovani crescono se giocano contro i piu’ forti per questo penso che era meglio effettuare una IBL anche con solo giocatori nostrani che sicuramente avrebbero imparato di piu’ ad affrontare i migliori pitcher e battitori a livello nazionale. Mi dispiace ma un altro campionato barzelletta come quello appena disputato non lo digerisco e non lo concepisco, a questo punto non ha senso far ritornare i vari Marquez, Aantolupo, Santaniello etc….Chissa’ quante persone avranno ancora voglia di venire allo stadio la prossima stagione ……saluti sperando in un ravvedimento

    • Quello che afferma può essere in parte vero ma quanti spettatori verrebbero allo stadio a vedere la squadra di casa fare la figuretta che un anno fa fece il Mastiff Arezzo?

  • L’Arezzo una figuretta?? Ma il Biagioli è da rimpiangere, almeno lui l’Ibl a Grosseto l’aveva mantenuta! L’avete fatto andare via, siete contenti?
    Il padre della patria Mazzei e Claudio Banchi, tante chiacchiere e nessun tesserato vostro, se va bene farete la serie B.
    E il grande BSC che era pronto con sponsor milionari dov’è finito oggi?
    L’avvocato Ceciarini e Andrea Dani spariti, si sono fatti piccini e rasentano i muri. Tutti con le giovanili che con due lire si fanno, ma NESSUNO farà l’IBL. O bravi.

    • Ho il massimo rispetto per il Sig. Biagioli che non conosco, il mio giudizio non era sulla persona ma sulla squadra. Ho visto tutte le partite del Mastiff e non mi sembra abbia fatto un gran campionato ( basta guardare le partite vinte ). Poi se ci si diverte a veder la Ibl con le altre squadre che vincono….chi si accontenta gode
























Il CalcioMercato di Gs










 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: