Calcio Prima Categoria

Prima categoria: i risultati di giornata. Cade il Ribolla, Badesse capolista.

PAGANICO-ALBERESE 3-1

PAGANICO: Marchi, Nelli (41’ st Garosi), Marraccini, Noferi, Agresti, Modesti, Cavaliere, Savini, Pieri, Biagini (39’ st Vagheggini), Longino. A disposizione: A. Marzocchi, D. Marzocchi, Machetti, Lavorgna, Paolini. All. Agresti.
ALBERESE: Allegro, Camarri, W. Pastorello (45’ st Girardini), Massieri (39’ st Fioretti), Ciavattini, F. Pastorello, Paoletti, Cucini, Pedroni, Coralli, Savelli. A disposizione: Rabai, Paoletti, W. Pastorello, Fioretti, Tenucci, Pegoraro. All. Romagnoli.
ARBITRO: Baldi di San Giovanni Valdarno.
RETI: 25’ Agresti, 28’ e 16’ st Pieri, 26’ st Pedroni.
Prestigiosa vittoria per il Paganico (3-1), che coglie la seconda vittoria consecutiva e blocca momentaneamente le aspirazionidell’aspirazioni, che, fino a questa giornata, aveva subito sdolo un gol in campionato. Protagonista indiscusso della giornata Agresti, decisivo sia nelle vesti di allenatore che in quelle di giocatore, con il gol che apre le marcature. Una bella soddisfazione per un ex di lunga data cme il difensore.
Il tabellino delle azioni si pare al 15’ con il tiro dal limite del rientrante Savini: la palla termina di poco fuori; al 18’ risponde l’Alberese con Savelli, chiuso però dall’uscita disperata di Marchi. Al 25’ arriva il gol di Agresti, con una punizione che si insacca all’incrocio dei pali. Fulmineo il raddoppio, arrivato tre minuti più tardi: Cavaliere calcia da fuori, Allegro respinge sui piedi di Longino, che crossa per Pieri per il 2 a 0. Nella ripresa, Pedroni cerca la via del gol ma senza fortuna, e il Paganico chiude i giochi al 16’ st: Pieri ruba palla a metà campo e con un preciso diagonale supera Allegro. Dieci minuti più tardi Pedroni sigla il gol della bandiera per la squadra del Parco, il giusto premio per un giocatore che a più riprese ha chiamato all’intervento decisivo Marchi.

ARGENTARIO-RIBOLLA 1-0

ARGENTARIO: Milani, Moriani, S. Costanzo, Palombo, De Pirro, Ferrari, Cedroni (42’ st J. Alocci), Giovani, M. Alocci, Perrone, Pennisi (47’ st A. Della Monaca). A disposizione: Picchianti, S. Della Monaca, Vagnoni, Amato, A. Della Monaca, J. Alocci, Scotto. All Francioli.
RIBOLLA: S. Santini, Bruno, De Rose, Ferrari, Franchi, Marri, Boschi, Meconcelli (37’ st Y. Magnani), Burioni, F. Santini, Pieri. A disposizione: Bianchini, Esposito, Salvatore, Pedone, Y. Magnani, Ceccarelli. All. Scheggi.
ARBITRO: Cerbasi di Arezzo.
RETE: 36’ st Cedroni.
NOTE: espulso Burioni al 38’ st per doppia ammonizione.

Il Maracanà non perdona e l’Argentario, grazie alla prima vittoria in campionato (1-0), toglie al Ribolla la leadership della graduatoria a vantaggio delle Badesse, dopo solo una giornata.
I padroni di casa non steccano la partita che doveva valere il rilancio in classifica e lo fanno grazie alla rete di Cedroni, già a segno domenica scorsa nella sconfitta di Sorano.
Il primo tempo si svolge prevalentemente a centrocampo, con i bianconeri che si rendono pericolosi in particolar modo su calcio piazzato, mentre i tentativi dell’Argentario sono portati avanti da Perrone, le cui due conclusioni risultano però deboli.
In apertura di ripresa è il Ribolla ad alzare il ritmo: al 3’ Milani respinge un diagonale di Pieri, e l’estremo difensore è chiamato in causa anche al 22’ da Burioni. Al 26’ risponde l’Argentario con Cedroni, che scodella un cross invitante dalla fascia, ma Santini anticipa l’intervento di Alocci. E’ il preludio al gol, che nasce da una ottima iniziativa in velocità del duo Pennisi-Cedroni: il primo crea, il secondo scaraventa la sfera alle spalle di Santini. Il Ribolla, nonostante l’espulsione di Burioni, si getta in avanti e va vicinissimo al pari con Magnani, ma il suo diagonale si stampa sul palo.

CALDANA-BADESSE 0-1

CALDANA: Frattini, Giorgetti, Benini (1’ st Creatini), Di Fiore, Casaccia, Zurlo, Vecci, Filippini (25’ st Paradisi), Rotelli, Paumgardhen, Felici. A disposizione: Berti, Albonetti, Masiello. All. Ruggeri.
BADESSE CALCIO: Giannerini, Bozzi, Sardelli, Giacopelli, Landolfi, Chellini, Mascambruno, Dezi (39’ st Dan. Barbi), Polloni, Pecchi (42’ Romeo), Giotti (1’ st Dav. Barbi). A disposizione: Bianciardi, Certosini, Zacchia, Cambi. All. Fusci.
ARBITRO: Bertolini di Livorno.
RETE: 45’ st Dan. Barbi.
NOTE: espulso Mascambruno al 40’ e Giacopelli al 35’ st entrambi per doppia ammonizione e Fusci per proteste al 36’ st.

Finale amarissimo per il Caldana (0-1), battuto a domicilio dalle Badesse, nuova capolista del girone F.
Particolare merito al team di Fusci, capace di cogliere il bottino pieno in doppia inferiorità numerica, proprio in zona Cesarini; gol arrivato sugli sviluppi di una punzione respinta da Frattini, sulla ribattuta si fionda Daniel Barbi che griffa questo importantissimo blitz

PIENZA-S.QUIRICO 0-4

PIENZA: Mangiavacchi A., Iammatteo (67′ Accetturo), Bonari, Fioravanti (75′ Pomi), Mangiavacchi G., Anselmi P., Petreni, Peruzzi, Nocchi, Leporini, Anselmi J. (51′ Bai). A disposizione Valdambrini, Poggialini, Bindi, Dezi. Allenatore: Battisti

SAN QUIRICO: Marzocchi, Martellini (85′ De Bernardi R.), El Ghiat, Bianciardi, M.De Bernardi, Marconi, Provenzano, Vento, Magini, Migliorini, Dionisi (67′ Dinetti). A disposizione: Maramai, Casini, Bernetti. Allenatore: Pecci

ARBITRO: Santoni di Firenze

RETI: 2′ M.De Bernardi, 4′ e 90′ Vento, 76′ Dinetti

NOTE -Espulso: 58′ Petreni

FONTEBLANDA-V.CHIANCIANO 3 – 1

FONTEBLANDA: Bartali, Capuccini, N. Lubrano, Ricci, S. Lubrano, Melchionda, Boni, Cerboneschi (24’ st Mazzoli), Falciani (34’ st Picchianti), Bifini, Giani. A disposizione: Neagu, Ricchiuti, Cagnacci, Mazzoli, Picchianti, Santini, Stella. All. Russo.
VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, M. Benicchi, Cozzi Lepri, Barbetti, Daviddi, Fei, Esposito, Miranda, Landi (19’ st Poggiani), Lodi, Bernetti. A disposizione: Ramini, G. Benicchi, Sgrelli, Menconi, Fuscelli, Riccio, Poggiani. All. Ferraro.
ARBITRO: Pagni di Livorno.
RETI: 10’ Falciani, 6’ st Melchionda, 8’ st (rig.) Bernetti, 37’ st Giani.
NOTE: espulso Daviddi al 42’ st per doppia ammonizione.

Il Fonteblanda conquista finalmente la prima vittoria in campionato, battendo a domicilio (3-1) la Virtus Chianciano e sopravanzandola così in classifica.
Una gara importante quella per i neroverdi, desiderosi di uscire dai bassifondi della classifica; dopo dieci minuti di studio, al primo affondo, il Fonteblanda si porta in vantaggio al 10’ con Falciani, tornato tra i titolari, imbeccato alla perfezione da Bifini. I padroni di casa riescono poi a gestire il parziale con tranquillità fino alla mezz’ora, quando la Virtus Chianciano mette con insistenza il naso fuori dal proprio centrocampo. E’ Fei ad avere due buone occasioni per impattare, ma in entrambi i casi il numero 7 non inquadra lo specchio della porta. L’inizio di ripresa è invece tutto di marca Fonteblanda: al 2’ Cerboneschi scheggia la traversa su punizione, mentre al 5’ Boni, con una conclusione da fuori, chiama al miracolo Marianelli, che si salva con l’aiuto del palo. Il gol è nell’aria e arriva al 6’ con Melchionda, con una spettacolare conclusione al volo. Non c’è però tempo neanche di esultare che Lubrano atterra Cozzi Lepri in area: il seguente rigore è siglsato da Bernetti. I senesi prendono coraggio e chiudono il Fonteblanda nella propria metà campo, senza però creare grosse occasioni; dall’altra parte, il contropiede di Bifini è letale, e mette Giani nelle condizioni di battere tutto solo davanti a Marianelli: il 3 a 1 è servito, il gol che mette in cassaforte il risultato per il team di Russo.

CASTIGLIONESE-MAGLIANESE 6-0

CASTIGLIONESE: Marroccella, Guerriero, Grossi, Mariottini, Marchi, Batazzi, Giagnoni (1’ st N. Romagnani), Chiti, Ville, Caldelli, Ville (25’ st F. Magrini), Smajli (1’ st Andreini). A disposizione: G. Romagnani, Caporali, Andreini, L. Magrini, F. Magrini, N. Romagnani. All. Giagnoni.
MAGLIANESE: Cavallo, Sgherri, Bini, Darini, A. Venturini, Rotelli, Sabatini, Puccini, Petroselli, Gamberoni, Stringardi. A disposizione: Cucca, Corridori, Brasini, Valentino, L. Venturini. All. Boni-Darini.
ARBITRO: Vitagliano di Siena.
RETI: 3’, 18’ Giagnoni, 7’ Caldelli, 35’ Grossi, 35’ st Andreini, 45’ st N. Romagnani.
NOTE: espulso Stringardi al 32’ st per doppia ammonizione.

Vittoria tennistica per la Castiglionese (6-0 il finale), che infligge una pesante batosta alla malcapitata Maglianese, ora ultima in classifica da sola dopo le vittorie di Argentario e Fonteblanda. Il pomeriggio per i giallorossi si mette subito male: dopo dieci minuti, infatti, i padroni di casa sono già sul doppio vantaggio per effetto delle marcature di Giagnoni (punizione non irresistibile, su cui Cavallo ha qualche responsabilità) e Caldelli, che converte in rete una bella azione corale. Al 18’ Giagnoni mette la partita al sicuro con la doppietta personale, e, prima della fine del primo tempo, un cross beffardo di Grossi, non deviato da nessun giocatore, vale il poker, con la ripresa che diventa pura formalità per i rossoblù, che hanno modo anche di effettuare diverse sostituzioni. Proprio i nuovi entrati Andreini e Romagnani, desiderosi di mettersi in mostra,  siglano le altre due reti per la Castiglionese, arrivate dopo il rosso sventolato a Stringardi. Particolare soddisfazione per Romagnani, nativo proprio di Castiglione.

PIEVESCOLA-SORANO 1-4

Marcatori per il Sorano Buosi, Alborino, Bufalini e Sequino.

VALDARBIA-PONTE D’ARBIA 1-0

VALDARBIA: Neri, Machetti, Bracalari (51′ Meconcelli), Ruggero, Corti, Andriolo, Fontani (64′ Corbelli), Mazzarella, Acerra (82′ Pistolesi M.), Donatelli, Ventrone. A disposizione: Pistolesi T., Pellegrini, Albanese, Magneschi. Allenatore: Magneschi
POJNTE D’ARBIA: Lorenzetti, Sorrentino, Sampieri (78′ Binarelli), Benocci, Seumou, Brizzi, Sacchi, Fantini, Gurguska, Manetti (69′ Bonari), Tornesi. A disposizione: Papei, Cortonesi, Tomei, Rubegni, Padrini. Allenatore: Fedeli
ARBITRO: Cioni del Valdarno
RETE: 88′ Ventrone

PALAZZI MONTEVERDI – FOLLONICA 0 – 2

PALAZZI MONTEVERDI: Pialli, Vinci, Torcio, Macchioni, Baldanzi, Galletti, Vanni, Lorenzi, Maglione, Casini, Marraffino. A disposizione: Locci, Mori, Guerrieri, Cianchizzola, Sesli, Vargione, Filippi. All. Lorenzi.
FOLLONICA: Bigoni, Decembrini, Bucchioni, Garofalo, Tocchi, Errico, Falleni (Corrado), Batistoni, Monterisi, Duranti, Bientinesi (Bruni). A disposizione: Tinervia, Kutinov, Ghizzoni, Gori, Bruni, Corrado, Cantini. All. Ballerini.
ARBITRO: Kika di Pisa.
RETI: 20’ st e 35’ st Corrado.

Non smette più di sorprendere il Follonica di mister Ballerini, che sbanca Palazzi (0-2 il finale), centrando la terza vittoria consecutiva, di cui le ultime due lontano dal Capannino. Tre punti che lanciano i biancocelesti in piena zona playoff, con il conseguente carico di entusiasmo che possono determinare questi risultati in un gruppo molto giovane.
Primo tempo molto equilibrato, con occasioni per entrambe le squadre che danno vita a un incontro maschio ma avvincente. Il Follonica spinge molto nei primi venti minuti, costringendo i padroni di casa alla difensiva, ma con quest’ultimi capaci però di rendersi pericolosi sulle ripartenze. Nell’intervallo mister Ballerini azzecca la carta vincente, con l’inserimento di Corrado, che garantisce maggiore incisività nel reparto offensivo. Decisivo l’apporto dell’attaccante, che sigla la doppietta decisiva: il risultato si sblocca al 20’, a seguito di un calcio piazzato di Garofalo da cui si genera una mischia in area, risolta proprio da Corrado con un tocco astuto.
Corrado concede poi il bis al 35’, dopo una bella azione di prima dei centrocampisti follonichesi che libera al cross sulla destra Decembrini: palla in mezzo e colpo di testa preciso di Corrado che non lascia scampo a Pialli. Nel finale i padroni di casa si portano in avanti con pericolosità, soprattutto su calci da fermo: a questo punto entra in scena Bigoni, che chiude la propria porta con due interventi di rilievo.

ACCIAIOLO CALCIO – MONTEROTONDO 3 – 2

ACCIAOLO CALCIO: Cateni, Biasci, Milani, Fruscino, D. Pasquale, Desideri, Gardini, Garzelli, Domenici, Cogoni, Ciolli. All. D’Argilli.
MONTEROTONDO: Bugelli, Lorenzini, Barsacchi, Bencini, Castellani, Ciaravolo, Cascinelli, Vezzi, Giacomini, Perciavalle, Civitillo. A disposizione: Paone, Flori, Gragnani. All. Cavaglioni.
ARBITRO: Lorenzi di Viareggio.
RETI: 3’ Garzelli, 48’ Vezzi, 15’ st Ciolli, 30’ st Gardini, 35’ st (rig.) Civitillo.
NOTE: espulsi Perciavalle al 20’ st per doppia ammonizione e Fruscino al 34’ st per fallo da ultimo uomo.

Sconfitta rocambolesca per il Monterotondo in casa dell’Acciaiolo (3-2 il finale) e i rossoverdi suvbiscono così un brutto stop in classifica.
Cavaglioni deve fare a meno di quattro pedine fondamentali, tra cui spicca l’assenza di Khouribech. Un’assenza particolarmente pesante, anche se la sconfitta di oggi non è certo da imputare all’attacco, che ha prodotto occasioni anche in inferiorità numerica. Partenza ad handicap per il Monterotondo, che va sotto dopo tre minuti a causa della rete di Garzelli, ma gli ospiti, dopo un primo tempo in cui riescono a tenere botta, acciuffano il pari proprio a fine frazione, grazie a una bella azione corale: cross dalla destra, sponda aerea di Giacomini che premia l’inserimento centrale di Vezzi: tiro al volo e il pareggio è servito.
Nella ripresa, però, i padroni di casa rimettono la testa avanti con Ciolli e per il Monterotondo le cose si mettono male per l’espulsione del giovane Perciavalle, particolarmente severa visto il fallo veniale che genera la seconda ammonizione. Un’assenza pesante, che si fa sentire, e l’Acciaiolo ha così modo di allungare ancora, portandosi sul 3 a 1 con il centro di Gardini.
Nel finale però il Monterotondo trova risorse insperate, con Civitillo che si procura e realizza il calcio di rigore della speranza. Nell’occasione le squadre tornano in parità numerica, con l’espulsione di Fruscino. I rossoverdi si gettano in avanti, e, nel finale, falliscono l’occasione per il 3 a 3. Monterotondo sconfitto, ma vivo fino al fischio finale.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Complimenti a Samuel Cedroni per il suo primo gol in maglia azzurra che ha portato la vittoria all’Argentario.

  • Se eri dell’Argentario sapresti che è il secondo e soprattutto se leggevi sapevi che aveva già segnato domenica…






















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: