Prima Categoria

Prima categoria: i risultati di giornata

ARGENTARIO – PIENZA 0 – 0

ARGENTARIO: Milani, Moriani, S. Costanzo, Schiano, De Pirro, Ferrari, Perrone (32’ st Palombo), Giovani, S. Cedroni, Atzori, Alocci (20’ st Sclano). A disposizione: Costantini, Sclano, S. Della Monaca, Palombo, Sordini, A. Della Monaca, Amato. All. R. Cedroni.

PIENZA: Minocci, Pasquetti, Agnoletti, Iammatteo, G. Mangiavacchi (13’ st Bindi), Anselmi, Fioravanti (7’ st Accetturo), Grappi (28’ st Pomi), Nocchi, Leporini, Bai. A disposizione: A. Mangiavaccchi, Pomi, Duchini, Bindi, Accetturo. All. Battisti.

ARBITRO: Maccarini di Arezzo. Termina sul risultato di partenza (0-0) la sfida salvezza tra Argentario e Pienza, con i locali che non riescono ad uscire dal lotto delle ultime cinque, ben imbrigliati dalla formazione di Battisti. Per la squadra del neo tecnico Cedroni, comunque, un punto che fa classifica e che mantiene l’imbattibilità. E’ di marca senese l’inizio di partita: al 7’, palla filtrante in area per l’accorrente Nocchi: l’attaccante, però, calcia a lato da posizione favorevole. Dopo dieci minuti ancora Pienza in avanti con una punizione di Fioravanti, che pesca in area ancora Nocchi, libero da marcatura: questa volta, la conclusione del numero 9 , a tu per tu con Milani, incoccia la base del palo. L’Argentario stenta a carburare, ma, poco dopo la mezz’ora, costruisce una limpida palla gol: Samuel Cedroni si libera sulla linea di fondo e crossa al centro per l’accorrente Alocci: tiro a botta sicura, ma Minocci, con un miracolo respinge, la palla giunge sui piedi di Atzori che però viene contrato da un difensore al momento del tiro. Poco prima del duplice fischio, il Pienza si rifà vedere in avanti con il solito Nocchi, su azione di contropiede, ma la mira dell’attaccante ancora una volta non è precisa. Termina così la prima frazione, a reti inviolate, ma comunque con azioni da ambo le parti. La ripresa, invece, è molto più avara di emozioni, le due squadre si fronteggiano per lo più a centrocampo per paura di prestare il fianco alle avanzate avversarie. L’occasione migliore capita sui piedi di Atzori, ma, ancora una volta Minocci fa buona guardia sventando la minaccia

BADESSE – PONTE D’ARBIA 5 – 3

BADESSE: Giannerini, Mascambruno, Giacopelli, Landolfi, Sardelli , Di Cicco (dal 35’st Bocci), Barbi Daniel, Dezi, Barbi David (dal 27’st Bozzi), Giotti (dal 18’st Pecchi), Polloni – A disposizione: Bianciardi, Romeo, Chellini, Zacchia. All: Fusci

PONTE D’ARBIA: Papei, Tomei, Sampieri, Sorrentino, Brizzi, Manetti (dal 15’st Padrini), Seumou (dal 24’st Bonari), Camara, Fantini (dal 1’st Forzoni), Tornesi, Gurguska – A disposizione: Anselmi, Cortonesi, Sacchi, Rubegni, All: Fedeli

ARBITRO: Campagni di Firenze

RETI: 18’pt Mascambruno, 27’pt e 36’pt Giotti, 22’st e 49’st Polloni, 26t’st Forzoni, 34’st Tornesi (rig), 44’st Gurguska

NOTE – Ammoniti: Barbi Davide, Pecchi, Dezi, Sorrentino, Camara- espulsioni: al 46’st Sorrentino per somma di ammonizioni, al 48’st Tomei per gioco falloso

CALDANA – FONTEBLANDA 1 – 2

CALDANA: Berti, Benini, Albonetti (30’ st Masiello), Vecci (21’ st Voddo), Casaccia, Zurlo, Giorgetti (25’ st Gualtieri), Filippini, Rotelli, Paumgharden, Felici. A disposizione: Tosi, Gryka, Di Fiore. All. Ruggeri.

FONTEBLANDA: Bartali, Censini, N. Lubrano, Ricci, S. Lubrano, Melchionda, Boni, Picchianti, Falciani, Cerboneschi, Giani. A disposizione: Stella, Mazzoli, Cagnacci, Santini, Bifini, Ricchiuti. All. Russo.

ARBITRO: Panagia di Arezzo.

RETI: 28’ Falciani, 10’ st Vecci, 20’ st N. Lubrano.

Blitz esterno del Fonteblanda a Caldana (1-2 il finale), con la squadra di Russo che continua a ben impressionare e a scalare posizioni in classifica, mentre il team di Ruggeri conferma le difficoltà tra le mura amiche: in casa, infatti, Felici e compagni non sono riusciti ancora a centrare il bottino pieno, a fronte di un rendimento esterno molto soddisfacente, considerato anche il fatto che il Caldana si affaccia alla Prima Categoria per il primo anno. Il Fonteblanda mette in mostra un gioco frizzante, veloce e ben organizzato sia in fase di ripartenza che in quella di impostazione del gioco: logica conseguenza è il vantaggio dei neroverdi, che arriva poco prima della mezz’ora del primo tempo: l’azione si dipana sulla sinistra, con Samuele Lubrano che mette al centro un pallone invitante per l’accorrente Falciani: stacco preciso e nulla da fare per il portiere Berti. Nella ripresa, i locali riescono a pervenire al pareggio con un bel tiro di Vecci che si insacca sotto la traversa, ma la gioia del gol dura solo dieci minuti visto che al 20’ il Fonteblanda segna di nuovo: punizione ben calibrata da Cerboneschi che pesca in area l’accorrente Niccolò Lubrano: tocco di destro e l’1 a 2 è servito. Il Caldana ci prova ancora con Paumgharden, ma Bartali, ben appostato, respinge con i piedi.

CASTIGLIONESE – RIBOLLA 0 – 0

CASTIGLIONESE: Marroccella, Caporali, Grossi, Chiti (5’ F. Magrini), Marchi, Baccetti, Smajli (43’ st L. Magrini), Andreini, Caldelli (34’ st N. Romagnani), Mariottini, Giagnoni. A disposizione: G. Romagnani, Ville, L. Magrini, N. Romagnani, Rosi, Guerriero, F. Magrini. All. Tosini.

RIBOLLA: S. Santini, Bruno, De Rose, Goanta, Franchi, Senserini, Marri, F. Santini, Pieri (Pedone), Boschi, Burioni (Magnani). A disposizione: Bianchini, Ferrari, Esposito, Meconcelli, Magnani, Ceccarelli, Pedone. All. Scheggi.

Termina a reti bianche (0-0) l’incontro del Valdrighi tra Castiglionese e Ribolla: primo punto in rossoblù per il tecnico Tosini, mentre i bianconeri non riescono ad approfittare del pareggio nello scontro playoff tra Sorano e Alberese, rimanendo così al terzo posto. I rossoblù riescono ad arginare la spinta degli ospiti, che fanno la partita per quasi tutti i novanta minuti, non riuscendo però a trovare la zampata giusta: nel primo tempo. è Franci, il migliore in campo, di testa a spedire di poco a lato, e anche una conclusione di Burioni non ha miglior sorte, con Marroccella che respinge; nella ripresa, ancora Franchi pericoloso sugli sviluppi di un calcio piazzato, ma la sua incornata sbatte sul palo esterno. Ultima occasione per Boschi, che a tu per tu con Marroccella, non riesce a trovare lo spiraglio giusto. Per i padroni di casa giunge così un punto prezioso, che interrompe la striscia di risultati negativi e permette di affrontare con più ottimismo la fine del girone di andata.

MAGLIANESE – SAN QUIRICO 1 – 1

MAGLIANESE: Cucca, L. Venturelli, Bini, Amorevoli, Ciavattini, Rotelli, Berardi, Puccini (30’ st Brasini), Sabatini (25’ st Petroselli), Gamberoni, Stringardi. A disposizione: Cavallo, A. Venturini, Sgherri, Boni. All. Boni-Darini.

SAN QUIRICO: Marzocchi, El Ghiat, Martellini, Bianciardi, Bernetti, M. De Bernardi, Magini, Vento, Tollapi (10’ st Bensi), Migliorini, De Luca. A disposizione: Pricope, Casini, Marconi, R. De Bernardi, Bindi. All. Pecci.

ARBITRO: Donati di Livorno. RETI: 44’ (rig.) Stringardi, 41’ st Migliorini.

MAGLIANO IN TOSCANA Svanisce a quattro minuti dal termine il sogno della Maglianese di conquistare i tre punti contro il quotato San Quirico d’Orcia (1-1 il risultato finale) . Il forte vento, che ha disturbato la gara, favorisce nel primo tempo gli ospiti che, in due occasioni, sfiorano la rete del vantaggio. E’ però la Maglianese a passare avanti con un rigore di Stringardi concesso per fallo di mano. Nella ripresa il vento favorisce i padroni di casa che tengono bene il campo. La doccia fredda giunge però a quattro minuti dalla fine con un tiro da fuori di Migliorini che rimbalza davanti a Cucca e s’insacca. PIEVESCOLA – VIRTUS CHIANCIANO 4 – 2

PIEVESCOLA: Andreola Grassini (68 Schiano) Palumbo Di Libero Pratesi D’auria Nannoni Youkan Vojdulla (60 Poli) Carletti (80 Langone) Marcoionni. All. Tintisona

VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli Benicchi Fucelli Barbetti Daviddi Fei Lodi Menconi (65 Marchetti) Rosadini (80 Poggiani) Riccio (71 Lanti) Bernetti All. Ferraro ARBITRO: Mancini di Pistoia

MARCATORI: 10′ Marcoionni 16′ Nannoni 56′ Vojdulla 70′ Carletti 73′ Bernetti 82′ aut. Nannoni

NOTE: Espulsi Fucelli Al 50′ e Fei All’ 89′

SORANO – ALBERESE 2 – 2

SORANO: Cappelletti, Coli, Dominici, Sonnini, Onori, Bufalini, Ventura (40’ st Di Carlo), Santinami (20’ st Bibi), Sequino, Esposito, Bacci. A disposizione: Tramontana, Buosi. All. Gaggi.

ALBERESE: Allegro, Camarri, Brizzi, Girardini, Ciavattini, F. Pastorello, Fioretti, Cucini (30’ st Di Bonito), Pedroni, Savelli, Coralli. A disposizione: Rabai, Pegoraro, Tenucci, W. Pastorello, Trovò. All. Romagnoli.

ARBITRO: Meacci di Empoli.

RETI: 32’ (rig.), 45’ (rig.) Ventura, 10’ st Cucini, 15’ st Bufalini.

NOTE: espulso l’allenatore del Sorano Gaggi per proteste. Sorano e Alberese, nonostante le avverse condizioni climatiche, danno vita a una gara godibile ed emozionante, che termina con uno scoppiettante 2 a 2, un pareggio che da un lato frena l’ascesa delle due formazioni, ma dall’altro testimonia la bontà dei due organici. Subito al 2’ i locali protestano per la mancata concessione di un penalty, rigore che, dopo un botta e risposta nelle due aree in cui le difese hanno la meglio, l’arbitro Meacci decreta a favore dell’Alberese al 32’, per un fallo su un attaccante dopo una respinta di Cappelletti. Pedroni porta così in vantaggio i suoi. Prima dell’intervallo, però, i padroni di casa, sempre dagli undici metri, trovano la via del pari: Esposito vinee steso in modo netto in area e Ventura si incarica di mettere a segno il punto del pari. La ripresa ricomincia sulla falsariga della prima frazione, con le due squadre che si fronteggiano a viso aperto: al 10’, però, su un errato disimpegno della difesa locale, Cucini recupera palla al limite dell’area e con una splendida traiettoria non lascia scampo a Cappelletti. Palla al centro e i padroni di casa si fiondano in avanti alla ricerca del nuovo pareggio, che arriva al quarto d’ora al termine di una veloce azione manovrata: cross dalla destra, velo di Esposito, e Bufalini insacca quello che diventa il 2 a 2 finale.

VALDARBIA – PAGANICO 2 – 1

VALDARBIA: Neri, Machetti, Albanese, Andriolo, Corti, Bonadonna (80′ Terzuoli), Donatelli (69′ Ruggero),Mazzarella, Acerra, Corbelli, Ventrone. A disposizione: Pistolesi, Venuto, Pittalis, Cioni, Magneschi. Allenatore: Magneschi

PAGANICO: Marchi, Nelli, Pifferi, Noferi, Agresti, Modesti, Vacchiano, Savini (69′ Cavaliere), Pieri, Magnani, Biagini. A disposizione: Marzocchi, Paolini, Longino, Marraccini, Machetti, Vagheggini. Allenatore: Agresti

ARBITRO: Boschi del Valdarno

RETI: 17 e 53′ Bonadonna, 34′ Magnani (r) NOTE: Espulso al 23′ Modesti e al 93′ Mazzarella e Vacchiano

ACCIAIOLO CALCIO – FOLLONICA 1 – 0

ACCIAIOLO CALCIO: Cateni, Daniele, Milani, Fruscino, Malasomma, Desideri, Garbini (Bertini), Rossi (Gelli), Domenici, Covoni, Ciolli (Bandinelli). A disposizione: Rossi, Zanobetti, Bandinelli, Biasci, Gelli, Meli, Bertini. All. Bargigli.

FOLLONICA: Bigoni, Decembrini (Corrado), Bucchioni, Bientinesi, Tocchi, Errico, Falleni, Batistoni, Monterisi, Duranti, Bruni (Garofalo). A disposizione: Tinervia, Ghizzoni, Caratelli, Garofalo, Ricchio, Corrado. All. Ballerini.

ARBITRO: Ferretti di Livorno.

RETE: 45’ Garbini. Non accenna a placarsi il momento negativo del Follonica, che viene sconfitto di misura anche dall’Acciaiolo: 1 a 0 il risultato finale. Per il team di Ballerini si tratta del terzo stop consecutivo, un primo momento buoi della stagione che però può essere ben assorbito in casa biancoazzurra vista l’ottima partenza di stagione. A Fauglia, dove grande protagonista è stato il vento, la partita è stata infatti decisa da un episodio sul finire del primo tempo: da un fallo laterale, si sviluppa l’azione che porta alla segnatura di Garbini, ma sull’azione pesa un’azione irregolare su Decembrini, tra l’altro sostituito per l’infortunio subito. Per il resto della prima frazione si era vista una partita molto bloccata, anche a causa delle condizioni atmosferiche. Nella ripresa, il Follonica prova a acciuffare il pari: vani però sono i tentativi di Monterisi e Corrado di superare il portiere Cateni. MONTEROTONDO – LIVORNO NORD 2 – 0

MONTEROTONDO: Bugelli, Lorenzini, Castellani, Bencini, Gragnani, Ciaravolo, Cascinelli, Vezzi, Khouribech, Perciavalle, Civitillo (35’ st Flori). A disposizione: Flori, Barsacchi, Manetti. All. Cavaglioni.

LIVORNO NORD PONTINO: A. Brilli, Matarazzo, Marconi, Guidi, Bartoli, Bernini, Di Lazzaro (10’ st Mimini), Tosolini, Lambardi, Disegni, Stagi (21’ st Montecalvo). A disposizione: S. Brilli, Colombo, Mimini, Berti, Montecalvo. All. Disegni.

ARBITRO: Benedetti di Firenze.

RETI:9’ st Perciavalle, 20’ st Ciaravolo.

Il Monterotondo centra la sesta vittoria consecutiva (2-0 contro il Livorno Nord) e, visto il concomitante successo del Perignano sulla ex capolista Geotermica, si issa al vertice della classifica, seppur in coabitazione con altre due formazioni. Ricordiamo però i tre punti tolti dal giudice sportivo dopo il ricorso presentato dalla Lorenzana Crespina circa un mese fa, senza questa decisione la truppa di Cavaglioni guiderebbe ora in solitaria la classifica del girone D di Prima Categoria. Seppur con un organico abbastanza ridotto, Cavaglioni sembra avere trovato la quadratura del cerchio, con una difesa costruita intorno a Bugelli che contro il Livorno Nord è tornata ad essere imbattuta e un attacco che può vantare bocche da fuoco importanti per la categoria. Ma, in una domenica in cui Khouribech e Civitillo non vanno a segno, sono altri due giocatori a scrivere il proprio nome nel tabellino dei marcatori, decidendo la contesa nel corso del secondo tempo: Perciavalle al 9’, e Ciaravolo dieci minuti più tardi, infatti, superano Brilli e regalano ai rossoverdi la prima posizione.