Calcio Primo piano

Poule scudetto: Gavorrano-Fermana 2-3, tanti gol e tanti errori

premiazione per la ittoria del campionato effettuata al termine della partita

GAVORRANO-FERMANA 2-3

GAVORRANO: Salvalaggio, Matteo, Ropolo, Cretella (15′ st Moscati), Salvadori, Marianeschi, Morelli (31′ Zaccaria), Conti, Brega, Lombardi, Alagia (15′ st Boccardi). A disposizione: Di Iorio, Baldassarri, Janni, Boccardi, Grotti, Muzzi, Moscati, Tostelli, Zaccaria. All. Bonuccelli.

FERMANA: Valentijni, Clemente, Ispas, Urbinati, Sene (25′ st Forò) Ferrante, Gadda (20′ st Forò), Manè, Cremona, D’angelo, Misin (31′ st Di Pinto). A disposizione: Bottaluscia, Maghazoui, Moretti, Forò, Di Pinto, Fazzini, Valdes, Amendola, Zacheo. All. Destro.

ARBITRO: Fabio Cassella di Bra (Cortese, Alemani).

RETI: 6′ e 4′ st D’angelo, 9′ Cremona, 34′ Marianeschi, 29′ st Brega.

NOTE: ammoniti Zaccaria e Clemente. Recupero 1′ e 3′ st.

GAVORRANO – La Fermana passa a Gavorrano per 3-2 nella seconda giornata della poule scudetto della Serie D. Il Gavorrano si consola a fine partita con la cerimonia di consegna del trofeo per la vittoria del campionato. Peccato per l’atteggiamento iniziale avuto dalla formazione di Bonuccelli eppure Brega calcia al volo dopo due minuti chiamando alla respinta Valentini.

L’avvio dei minerari è però un fuoco di paglia. Due tiri e la Fermana mette la gara tutta dalla propria parte: Massimo D’angelo ribadisce in rete sulla respinta di Salvalaggio al 6′ poi Ispas tre minuti dopo pennella sulla testa di Cremona che insacca in beata solitudine. La difesa dei padroni di casa fa cadere le braccia a Bonuccelli che per cambiare l’inerzia della gara inerisce Zaccaria per Morelli alla mezzora. Il Gavorrano non demorde e con le triangolazioni strette delle punte mette Alagia,prima e Brega, davanti alla porta ma il gol arriva solo con la bordata dalla media di Marianeschi al 34′: il centravanti colpisce la parte inferiore della traversa superando il portiere, la palla rimbalza poi aldilà della linea di porta e schizza via, l’arbitro convalida il meraviglioso gol che riapre l’incontro. Brega poco dopo sfiora il pari con un tiro al volo al 37′, Valentini respinge alla grande.

Nella ripresa il Gavorrano torna in campo con il solito atteggiamento visto in avvia di partita e becca subito il terzo gol, ancora una volta è un pezzo di bravura di D’Angelo che si infila fra le maglie larghe e fa 3-1. I minerari si gettano in attacco ma scocca il 29′ prima che riescano a piegare i guantoni dello strepitoso Valentini: Brega resiste alla marcatura poi col destro batte a fil di palo il portiere: 3-2. Ci prova ma non completa la rimonta la squadra di Bonuccelli, mercoledì a Ravenna per vincere il gruppo e passare il turno comporterà battere gli avversari con più di un gol di scarto (o vincere segnando almeno 2 reti).

Fabio Lubrani

Giornalista Pubblicista. Per Grossetosport si occupa di Grosseto, Gavorrano e C5 Atlante. Ha scritto per il quotidiano Corriere di Maremma e collaborato con TMW, Calciomercato.com, Calciopiù, Radio RBC, Vivigrosseto.

1 Comment

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *