Calcio Grosseto Calcio Lega Pro Unica Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Pontedera-Grosseto 2 a 1. Biancorossi beffati nel finale da due gol su calcio d’angolo

I giocatori del Pontedera esultano a fine partita (immagine tratta da: www.lanazione.it)

PONTEDERA (3-5-2): Ricci; Gasbarro, Vettori, Redolfi (76’, Luperini); Galli, Bartolomei, Caponi (cap.), Settembrini (66’, Della Latta), Paparusso; Grassi, Disanto (76’, Cesaretti) A disposizione Cardelli, Polvani, Romiti, Tazzina Allenatore Paolo Indiani

GROSSETO (4-3-1-2): Berardi; Mariotti, Morero, Burzigotti, Boron; Verna, Okosun, Lugo (74’, Giovio); Gambino (54’, Monaco); Pichlmann (cap.) (64’, Albertini), Torromino A disposizione Mangiapelo, Longo, Boccardi, Abbracciante Allenatore Pasquale Padalino

Direttore di gara: Paolo Formato di Benevento

Assistenti: Giuseppe Macaddino di Rimini e Andrea Dessena di Ozieri

Reti: 31’ Lugo, 88’ Della Latta, 90’+3’ Luperini

Ammoniti: 49’ Burzigotti, 53’ Gambino

Espulsi: 54′ Burzigotti per doppia ammonizione

Corner: 8 a 1 (p.t. 3 a 0).

Recupero: 3’ nel secondo tempo.

Note: Grosseto in maglia color oro, con banda trasversale biancorossa. Padroni di casa in maglia granata. Spettatori 500 circa. Presenti diversi tifosi biancorossi nel settore ospiti. Serata a tratti piovosa. Campo pesante, ma in buone condizioni. Osservato un minuto di silenzio in onore di Michele Marcucci, giovane tifoso granata recentemente scomparso in un incidente.

Pontedera (Pi). Un pugno in faccia! Ecco ciò che ha subito oggi il Grosseto a Pontedera, uscito sconfitto per 2 a 1 al 93’, ma dopo essere stato in vantaggio per quasi un’ora grazie al gol di Lugo. Tuttavia, oggi molta colpa ce l’hanno gli stessi unionisti, ingenui nel rimanere in dieci al 54’ a causa dei due gialli rimediati da Burzigotti, almeno uno dei quali generoso, ma evitabile. Da lì in poi la partita è cambiata e, nonostante il Grifone sia stato in grado di reggere la pressione dei granata con una certa disinvoltura, all’88’ è arrivato il beffardo pari ad opera di Della Latta. Al 93’, poi, c’è stato addirittura il gol del sorpasso e della vittoria con Luperini. In entrambi i casi, decisivi due colpi di testa, nati, neanche a dirlo, dai soliti calci d’angolo regalati dai biancorossi. Sembra incredibile, ma il Grosseto ha dato a lungo l’impressione di squadra solida e il Pontedera ormai non sperava più neppure nel pari. Al contrario, in soli 5’, tra fine partita e recupero conclusivo, i ragazzi di Indiani sono stati capaci di ribaltare il risultato, interrompendo la striscia negativa di due sconfitte consecutive. Per il Grifone, invece, ennesima battuta d’arresto stagionale, che deve far pensare bene a quali possano essere i reali obiettivi di questa squadra, che ha ambizioni d’alta classifica, ma che non riesce mai a cambiare in meglio il proprio cammino.

Lugo segna, ma Ricci salva il Pontedera Grosseto chiamato a confermarsi al Manucci di Pontedera, contro i granata di Indiani, una squadra sempre difficile da battere, soprattutto tra le mura di casa. Padalino sceglie la difesa a quattro e a centrocampo fa esordire Okosun. In porta, però, confermato Berardi, perché Mangiapelo non è ancora al massimo della forma dopo l’infortunio. Indiani, da par suo, opta per il 3-5-2, con Grassi e Disanto come bocche di fuoco. I granata provano a sorprendere subito i biancorossi imprimendo dei ritmi piuttosto alti all’incontro, accompagnati da alcune conclusioni e dal palo colpito da Grassi su punizione al 10’. Il Grifone, invece, dopo aver respinto con un po’ di affanno gli assalti dei padroni di casa, non trova conclusioni degne di nota per diverse imprecisioni nella manovra, ma anche grazie al pressing continuo degli avversari. Resta il fatto che col passare dei minuti la forza d’urto granata si affievolisce, consentendo agli unionisti di alzare un po’ il baricentro. Al 31’, poi, un po’ a sorpresa, Lugo sblocca il risultato trovando la rete del vantaggio biancorosso con un tiro di sinistro da fuori area, deviato in modo determinante da un avversario. Il Grosseto potrebbe addirittura raddoppiare al 40’, quando Gambino trova un fantastico corridoio per Torromino, il quale, giunto davanti a Ricci, prova a superarlo con un rasoterra sul secondo palo, ma l’estremo difensore granata riesce a salvare la porta con una provvidenziale deviazione di piede. Ormai i ruoli si sono invertiti ed è il Grifone ad essere padrone del campo, con una circolazione della palla che neutralizza la pressione granata. In ogni caso, al 45’, il Pontedera si fa vedere con un tiro potentissimo dalla lunga distanza che finisce fuori di un soffio.

Beffa finale Nella ripresa sembra che i biancorossi possano continuare a comandare il gioco, ma ben presto le cose cambiano. Infatti, tra il 49’ e il 54’, gli unionisti rimediano tre gialli, due dei quali mostrati a Burzigotti. Inevitabile, quindi, il rosso per doppia ammonizione mostrato al 54’ dall’arbitro Formato al centrale difensivo unionista. In tutta onestà, il secondo giallo è parso un po’ generoso, ma resta il fatto che certe situazioni andrebbero evitate. Rimasto in dieci, il Grifone viene risistemato da Padalino, che manda in campo il difensore Monaco al posto di Gambino. Al 57’, i biancorossi potrebbero segnare ancora grazie alla ripartenza orchestrata da Verna e al tiro di Lugo, ma Ricci, ancora decisivo, salva per la seconda volta la sua porta e tiene in gara i suoi compagni. Da questo momento la partita si fa ancora più combattuta e i due mister danno fondo a tutti i cambi possibili. Il leit motiv vede i granata generosamente in avanti, ma a centrocampo giganteggia Okosun, che calamita tutti i palloni e fa ripartire l’azione unionista. Quando possono, poi, i grossetani tengono palla per far passare minuti preziosi. Oltre a ciò, il campo diventa sempre più insidioso grazie alla pioggia che ha preso a scendere intensamente sul Manucci. Tuttavia, all’88’, proprio quando i granata non ci sperano più, arriva il pari sugli sviluppi di un corner davvero regalato. Il colpo di testa decisivo è di Della Latta. Per il Grosseto, a lungo in dieci e vicino ugualmente al raddoppio, una vera beffa. Il Pontedera, al contrario, vede premiata la propria generosità. Eppure non è finita, perché al 93’, sempre su calcio d’angolo, Luperini salta indisturbato tra i giocatori grossetani e, di testa, insacca il gol-vittoria. Sconforto e rabbia in casa unionista, ma anche tanta ingenuità mostrata nei momenti topici dell’incontro. Una lezione, se possibile, da non dimenticare.

 

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

2’ La conclusione rasoterra di Grassi finisce sul fondo.
8’ Il Grosseto ci prova con Verna da fuori area, ma non trova lo specchio della porta.
10’ Palo colpito dal Pontedera con la punizione di Grassi dal limite dell’area.
11’ Tiro di Bartolomei da posizione interessante. Fuori.
26’ Redolfi avanza palla al piede e conclude da circa 25 metri. Berardi, attento, para con sicurezza.
31’ GOL! Lugo difende palla al limite dell’area granata, salta un paio di avversari e tira di sinistro, trovando una deviazione decisiva di un difensore granata (Redolfi?). Ricci, sorpreso, non può far altro che raccogliere il pallone in fondo alla porta.
37’ Punizione a girare calciata da Grassi da una distanza di circa 30 metri. Berardi para con facilità.
40’ Gambino inventa un pallone filtrante per Torromino, che si trova a tu per tu con Ricci. Il portiere granata, però, compie un miracolo deviando di piede il rasoterra della punta maremmana.
44’ Il Pontedera non riesce a trovare più la profondità ed è costretto a tirare dalla lunga distanza, come in questa occasione, con il tentativo di Settembrini che finisce tra le braccia di Berardi.
45’ Sugli sviluppi del terzo corner granata, la palla viene allontanata verso la trequarti, dove arriva in corsa Redolfi. La conclusione, davvero potente, mette paura al Grosseto, ma finisce fuori.
45’ Squadre negli spogliatoi senza che l’arbitro conceda un po’ di recupero.

SECONDO TEMPO

 

49’ Ammonito Burzigotti.
53’ Ammonito Gambino.
54’ Altro giallo a Burzigotti. Il centrale difensivo biancorosso viene così espulso per doppia ammonizione. Forse il secondo cartellino mostrato a Burzigotti è un po’ eccessivo.
55’ Pericolosa punizione di Bartolomei da posizione angolata.
57’ Break grossetano con Verna, che ruba palla, avanza e serve Lugo sulla destra. Il paraguaiano, però, non riesce a battere Ricci da posizione favorevole.
71’ Rovesciata di Grassi davanti a Berardi. Pallone incredibilmente fuori.
88’ GOL! Pareggio del Pontedera sugli sviluppi di un corner. Colpo di testa vincente di Della Latta.
90’+3’ GOL! Luperini salta indisturbato tra i difensori biancorossi e sigla di testa la rete vincente.

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell’Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Domanda pleonastica.
    Quanti gol abbiamo preso quest’anno su calcio d’angolo?

  • Altra domanda pleonastica
    Cosa aveva fatto Burzigotti per subire l’espulsione?

  • Se Martínez segna su una delle due occasioni facili facili si vince e diventa una grande partita vinta 10 contro 11 fuori casa…..la colpa dispiace dirlo ma stavolta è sua, così come era stato decisivo domenica….poi certo, mettiamoci anche quel brodo di Burzigotto e le solite amnesie sui calci da fermo….ma se vai 2-0 è un’altra musica…

  • Siamo dei polli. Con una difesa nei calci piazzati vergognosa. Buttati via 3 punti. Speriamo di fare presto 40 punti per salvarsi.

  • Due gol su angolo con un uomo che salta nell area piccola tra portiere e un colosso di 2 metri… Due gol mangiati a tu x tu con il portiere… Siamo mediocri !!!

  • Ci vuole Portanova, caro Camilli, così li sveglia lui dietro. Compra lui, picchia i nostri e gli avversari, almeno ha le palle.

  • Forse sarebbe meglio mettere a riposo un po’ Burzigotti, quest’anno ha commesso orrori a non finire….

  • se lo vuole il siena non credo che pretendi la luna la roba bona si paga le false marche costano due lire e si fa ste figure di cacca






















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: