Grosseto Calcio Interviste Grosseto Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Mister Nofri carica la sua Viterbese: “A Grosseto per vincere!”

Il tecnico Nofri - foto Fabio Lubrani - www.grossetosport.com

Viterbo. In base a quanto dichiarato ieri da mister Nofri al termine dell’incontro vittorioso contro la Flaminia di Civita Castellana, derby chiusosi 3 a 1 per la Viterbese, il Grosseto è già nel mirino. Infatti, in base a quanto riportato dai colleghi di Viterbonews24.it, il mister dei gialloblù ha già iniziato a pensare al Grifone e l’ha fatto con chiari intenti “bellicosi”: <<Li studieremo a fondo in settimana. Sappiamo che hanno giocatori importanti, soprattutto in attacco, ma noi dovremo essere bravi ad aggredirli e a non  lasciarli imporre il loro gioco. Napoleone diceva: <<Chi ha paura di essere battuto sia certo della sconfitta>>. Ecco, lo penso anche io. Andremo in Toscana con l’obiettivo di ottenere il massimo>>.

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Allora, questa frase che il signor Nofri attribuisce all’Imperatore é frutto di un’educazione storica piuttosto carente. Purtroppo per il signor Nofri non é attribuibile a Napoleone Bonaparte, ma ad altro grande della Storia, Alessandro Magno. Si vede che questa disciplina umanistica non fá per lui. Quanto a Domenica, il signor Nofri verrá a giocare al calcio in uno stadio e non a pallone come generalmente si diletta a fare al campo sportivo viterbicolo. Circa lo studio, credo che tutti noi possiamo tranquillamente augurargli di tornare sui banchi, e presto, per una proficua e dignitosa attivitá di discente, utile ad una sana, ma alternativa, attivitá lavorativa.

  • Mi pare logico che Mister Nofri faccia di tutto per caricare i suoi calciatori ai massimi livelli possibili e immaginabili: quella di domenica non sarà una partita come tutte le altre. Purtroppo per lui dovrà tornarsene a Viterbo con le pive nel sacco. Vincerà il Grifone. Questo è certo.

    • Sono d’accordo con Corrado, quella di domenica allo Zecchini e’ una partita speciale da vincere in ogni modo.Pero’ cerchiamo allo stesso tempo di mostrare signorilita’ e sportivita’. Il Paron della Viterbese, e’ vero, tratto’ solo qualche mese fa la comunita’ sportiva calcistica grossetana come uno straccio vecchio da gettare al macero, ma e’ altrettanto vero che la costrinse anche se del tutto involontariamente a risvegliarsi da un lungo e mortifero sonno provocando una straordinaria reazione locale positiva e ricostruttiva che ci ha condotto oggi dove non era nemmeno possibile osare di pensare di poter arrivare solo l’altro ieri.E quindi “grazie Camilli” per quanto di buono fece i primi anni qui da noi ma soprattutto grazie per averci costretto a rinascere e a crescere impetuosamente in autonomia e dignita’ con la massima convinzione nelle nostre potenzialita’

    • Ma dai Max, come fai a ignorare Camilli e i viterbesi! Il primo e’ stato con noi, nel bene e nel male, per tutti gli ultimi 15 anni e volenti o nolenti ci e’ penetrato nel sangue e nella pelle.I secondi, a noi confinanti, ci assomigliano molto nella mentalita’ e nella conformazione storica sociale ed economica essendo entrambe la nostra e la loro realtà territoriali che si sono dovute fare da se’ tradizionalmente sfruttate e isolate dai centri di potere politico e geografico, Firenze per noi e Roma per loro.L’unica vera diversita’ e’ che noi abbiamo il mare e loro i laghi.Insomma non riesco a vedere in fin dei conti una vera profonda e viscerale rivalita’ tra loro e noi ritenendi i nostri veri avversari le squadre della cinta romanica e quelle sarde.Ed e’ per questo che la partita di domenica se pure densa di motivazioni la vedo con più’ serenita’ e sportivita’ di quanto non lascino trasparire alcuni pesanti e scomposti commenti di questo nostro blog- forum sportivo su Grosseto Sport.

      • Noi non abbiamo nulla contro i viterbesi!!! penso che vada sottolineato questo
        aspetto!! si renderanno ben presto conto con chi hanno a che fare!!! e credo che molti di loro già lo sappiano.
        Per il resto se questa partita la vedi normale mettiti un bel paio di occhiali !oppure prendi 4 o 5 grappini, sono sicuro che vedrai la partita in un modo diverso!!!
        Cordiali saluti.

  • Certo non credo che il nostro ex si possa lamentare degli arbitri domenica passata due bei rigorini inventati!!!!















Loading…















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: