Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio

Le istantanee della prima del Grifone

Le prime immagini del Grosseto Calcio 2014-2015

allenamento Grosseto 6217GROSSETO – Alle ore 10 di venerdì primo agosto ha preso il via, finalmente, la stagione del Grosseto con il primo allenamento della squadra unionista. Sul terreno del campo sussidiario Nilo Palazzoli gli allenatori Russo, Picardi, Lacché e Dottarelli hanno cominciato a far lavorare i 25 elementi messi a disposizione per la prima squadra. Rosa completata in extremis con sei giovani del settore giovanile rispettivamente Del Nero (97), Romani (97), Ricci (97), Polizzotto (98), Di Roberto (97) e Adami (96). A tirare il gruppo il capitano della passata stagione Giovanni Formiconi, con lui i reduci Biraschi, Giovio, Gioè, Onescu più i vari elementi della Berretti. C’era anche Asante, il centrocampista rientrato dal prestito di Cosenza, il quale non si è allenato in gruppo. Paletti, cinesini, palloni e coni sono rimasti a bordo campo, per la prima seduta solo corsa e ginnastica.

Fabio Lubrani

Giornalista Pubblicista. Per Grossetosport si occupa di Grosseto, Gavorrano e C5 Atlante. Ha scritto per il quotidiano Corriere di Maremma e collaborato con TMW, Calciomercato.com, Calciopiù, Radio RBC, Vivigrosseto.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • tristezza assoluta solo una frase ………………. perchi ci ha ridotto cosi.grande gioiello di famiglia grazie

  • Già…hai ragione tanche,speriamo che anche gli altri tifosi la smettano di avere gli occhi foderati di prosciutto e si sveglino …oppure lo faranno direttamente quando saremo in D!

  • Grande rispetto per quei giocatori e per gli allenatori che si sono presentati stamani, nonostante l’assenza di una Società e la consapevolezza che la Squadra viene considerata dal PADRONE come una vecchia catapecchia non degna di rispetto ma solo utilizzata per cercare di far cassa nonostante i debiti e lo scarso valore commerciale. Mi auguro che in Comune, se vuole lo Zecchini , paghi anche quello che sinora non ha pagato

  • Giusto!!!i giovani sono il futuro del calcio,ma non vanno certo messi in questo contesto…esistono i settori giovanili,che a questo punto noi,non abbiamo più!

  • Lo volete un consiglio bono? Lunedi viene a Grosseto?
    Accogliamolo adeguatamente. Applausi a scena aperta, strade tappezzate di fiori, coriandoli, libagioni.
    Un santo, un benefattore, un grande!!
    Non si può definire in altro modo.
    Monumento in piazza Dante al posto di Canapone!!!

  • Tenete presente che è già cittadino onorario e premiato con il Grifone d’oro, onoreficenza che si consegna ai grandi di questa città. Che differenza con il cav. Corsini!! e soprattutto che errore marchiano!!!

  • Il cav Corsini farebbe bene a rimanere su in montagna! Volevate i palloni e i palloni ci sono, volevate i cinesini? E i cinesini ci sono volevate i giovani di Grosseto in prima squadra? E i giovani di Grosseto ci sono, volevate prendere il Grosseto con la cordata Salvestroni Rrd Giannini e Lazzerini ? I soldi l’avete trovati??? No e allora che volete..

    • Il cav. Corsini ha studiato ad Oxford e a Cambridge in confronto a Camilli.
      Non ha studiato all’Universita della Tuscia.
      Io mi chiedo se il Grifone d’oro è reversibile.
      In un tribunale giacobino non avrebbe avuto scampo.

  • Ancora con questo continuate a difenderlo, io difendo la categoria, se poi a farci fare la Lega pro ci sia Camilli o altri a me non interessa, come mai questa città non è mai riuscita a fare la serie c tranne il periodo con Ferri? Perché non me lo dite? Ve lo dico io, il maremmano che ha i soldi se li tiene e non viene sicuramente a spenderli per il Grosseto. Dal periodo Ferri al periodo Camilli sono passati 30 anni e cosa è successo avete visto qualcuno? Io no.

  • Che cazzate che dice sto Göteborg. ..come se ogni società avesse una proprietà del posto..

    • Dirò anche le cazzate scienziato, negli ultimim30 anni non abbiama avuto ne l’ uno ne gli altri, fai te……

  • La verità e’ che il grifone e’ un ostaggio che non verrà liberato finché colui che è rimasto col cerino in mano e ormai smascherato non avrà compiuto il suo progetto per provare a salvare faccia,capre e cavoli.

  • Il Grifone d’oro fu assegnato all’US Grosseto e non a Piero Camilli. Lui lo ritirò in quanto presidente. Basta scorrere l’albo d’oro e ne avrete conferma.
























Il CalcioMercato di Gs










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: