Calcio Prima Categoria

Il punto sulla 18° giornata di Prima Categoria: vittoria di prestigio per l’Alberese

Nella foto Masini con la nuova maglia dell'Alberese

LA GIORNATA DEGLI 0 A 0; IL SAN QUIRICO NE APPROFITTA..PER ORA Tre partite (e mezza) senza gol caratterizzano la 18° giornata del girone F di Prima Categoria: l’Amiata blocca la marcia dell’Aurora Pitigliano, per di più sul proprio terreno, facendo perdere la leadership ai ragazzi di Galli. Il San Quirico, infatti, riceverà tre punti a tavolino per la mancata presentazione della Castiglionese, issandosi in vetta da solo. La questione Castiglionese lascia però molti interrogativi, oltre che per le sorti della società rossoblù, anche per l’andamento di tutto il campionato, dato che al momento non è possibile sapere se la società risucirà a completare la stagione. Non si può far altro, quindi, che fare un’analisi parziale di quello che è successo fino a questa domenica. Gli altri due pareggi a occhiali riguardano Argentario-Cstell’Azzara, con i santostefanesi che non riescono a interrompere il digiuno di vittorie e i giallorossi che proseguono a piccoli passi verso la salvezza, e il derby senese tra Ponte d’Arbia e Mazzola Valdarbia.

NEANIA TORNA AL SUCCESSO; ALBERESE E SCARLINO, VITTORIE PESANTI Tre squadre grossetane fanno festa in una domenica non certo entusiasmante per le rappresentanti della nostra provincia. La Neania, con fatica e in inferiorità numerica, piega nel derby il Paganico e rilancia le proprie ambizioni in chiave playoff: tre punti che riportano serenità e fiducia in un ambiente che vive di passione per il calcio sette giorni su sette. La copertina di giornata la merita però l’Alberese, capace di battere a domicilio la terza forza del raggruppamento, ovvero il Gracciano. Il team del Parco sarebbe al momento virtualmente salvo, con i gol di Masini e Vento a guidare il successo della truppa di Romagnoli. Stupisce, in positivo, la grande striscia dello Scarlino: terzo successo consecutivo per la squadra di Visalli, sbancando il campo di una concorrente diretta come il Pianella, data in forte ascesa. Il tris firmato Caroti, Naso e Paradisi, nonostante diverse assenze pesanti, porta lo Scarlino a un confortante +4 sulla zona rossa.

GIORNATA NO PER IL MONTEROTONDO Domenica negativa per il Monterotondo, che va ko sul campo del Real Vinci e, complici i successi di Castiglioncello e Colli Marittimi, scende al terzo posto della classifica. Uno stop che ci poteva stare, però, in casa di una squadra in corsa per i playoff e dopo una lunga striscia di risultati positivi, con un calcio piazzato che condanna il team di Ballerini nel corso della prima frazione. La parola d’ordine ora è reagire, per rimanere in scia alle altre due big del girone e continuare a cullare un vero e proprio sogno.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sulla lettera pubblicata dai giocatori della Castiglionese e le motivazioni che hanno portato alla dolorosa scelta di non scendere in campo questa domenica, in parte possono essere anche condivise. Premesso che essendo come molti al di fuori del contesto Castiglionese, resta difficile capire le vere e profonde fratture che hanno portato a questo punto, una situazione quasi alienante che ha sicuramente una sua origine. Una riflessione va però fatta alla luce di quanto accaduto, i giocatori della Castiglionese hanno sempre dimostrato un certo attaccamento alla maglia, in molti presenti nella rosa hanno sposato da tempo la causa dei rossoblu’, hanno dato ma anche ricevuto molto da questa società, pertanto un gesto signorile nonostante la gravissima lacuna da colmare con il Presidente o i suoi attuali dirigenti, sarebbe stata quello di scendere ugualmente in campo, dimostrando oltretutto grande intelligenza. E’ triste assistere a situazioni di questo genere, in molte delle società dilettantistiche esistono problemi più o meno importanti e spesso, sta alla capacità dei giocatori stessi al loro buon senso, continuare e completare una stagione che per certi aspetti potrebbe diventare per loro stessi ugualmente soddisfacente. Speriamo che in questa settimana non ci sia un muro contro muro e che tutto possa tornare nella norma.

    • Zanzara anno scorso urlavi gridano quest’anno niente ieri non ti si sentiva a pitigliano.noi in promozione voi in 2 zzzzzzz non pungi






















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: